Cardinal Burke: ‘se il Papa cade in eresia formale, cessa automaticamente di essere Papa’

card_leo_raymond_burke_marcia_2015

 

In una nuova intervista rilasciata il 19 dicembre a Catholic World Report e ripresa ieri da LifeSiteNews, il Card. Burke chiarisce che non sta accusando Francesco, tramite i cinque dubia sottopostigli, di eresia. Dichiara poi di aderire alla ipotesi teologica per cui il Papa, qualora dovesse professare un’eresia, cesserebbe automaticamente di essere Papa (depositus e non deponendus).

A breve, sul nostro sito, una traduzione integrale dell’intervista e del commento di LifeSiteNews.

 

 

57 Commenti a "Cardinal Burke: ‘se il Papa cade in eresia formale, cessa automaticamente di essere Papa’"

  1. #mah   22 dicembre 2016 at 11:09 am

    San Bellarmino? Tommaso D’Aquino? Tesi di Cassiciacum? Guai a nominare quel nome…pena scomunica, arresto e pena di morte latae sententiae!

    • #bbruno   22 dicembre 2016 at 2:34 pm

      San Bellarmino San Tommaso d’ Aquino Tesi di Cassiciacum? Vaticano I: Roma locuta est causa finita est!

  2. #giona   22 dicembre 2016 at 11:30 am

    La tesi di Cassiciacum è una frottola per sofisti, uno o è Papa oppure non lo è, non esistono mezze misure. San Bellarmino e san Tommaso d’Aquino non sono accostabili a tale velenosa teoria . A mah

  3. #jb Mirabile-caruso   22 dicembre 2016 at 11:33 am

    Bergoglio NON “cessa” di essere papa per il semplicissimo fatto di non esserlo mai stato in quanto eresiarca da molto tempo prima la sua elezione-farsa.

    • #Isidoro   22 dicembre 2016 at 11:48 am

      Va dimostrato e l’unico modo canonico è questo… Poi certo, posso dirlo anch’io, ma non conta un granché 🙂

      • #Alessio   22 dicembre 2016 at 12:38 pm

        Qualora venisse dimostrato cosa potrebbe succedere, di concreto?

        • #Isidoro   22 dicembre 2016 at 12:52 pm

          Lo spieghiamo nell’articolo successivo 😉

        • #Alessio   22 dicembre 2016 at 12:59 pm

          Va bene, grazie!

        • #Supercirneco   23 dicembre 2016 at 8:53 pm

          Scisma
          Ancora non l hai capito?

    • #bbruno   22 dicembre 2016 at 2:47 pm

      mirabiliter dictus! Che bisogno abbiamo di spiegazioni? Ancora con questa storia del papa materialliter, ma allora cacciamoci un’ asina sul trono di Pietro, è più probabile che ne venga una profezia, come nel caso di quella di Balaam.

      • #bbruno   22 dicembre 2016 at 2:49 pm

        questo mio appunto è da collegare a @ mirabile-caruso qui sopra.

        • #Ermeticus   22 dicembre 2016 at 2:51 pm

          Ribadisco quanto detto altrove. Attenzione però: la Tesi sostiene – correttamente – che la pertinacia renderebbe Bergoglio eretico formale, quindi – e qui entriamo nell’opinabile – essendo notoria la sua eresia, imputabile e passibile di applicazione del famoso can. 188. Dunque: anche ammettendo (qui i tesisti fan le capriole) che non sia già provata la pertinacia, lo sarebbe in modo inequivocabile dopo queste monizioni burkiane. E la posizione dei tesisti sull’attualità della crisi ecclesiastica dovrebbe cambiare.

        • #Ermeticus   22 dicembre 2016 at 2:53 pm

          Dice Mons. Sanborn:
          Istanza: Ma il Canone 188 dice che la rinuncia non richiede dichiarazione.
          Risposta: Non richiede dichiarazione di vacanza dell’ufficio, se la defezione imputabile è notoria o dichiarata per legge, Concedo; se la defezione non è notoriamente imputabile o dichiarata, Nego. In altre parole, è necessario che la defezione pubblica dalla Fede cattolica abbia un certo riconoscimento giuridico o per notorietà dell’imputabilità o per dichiarazione legale.

        • #bbruno   22 dicembre 2016 at 10:30 pm

          Ermeticus, il 188 dice che in questi casi i clerici- qui pubblice defecerint a fide cattolica….- perdono IPSO FACTO ogni autorità . Se la perdono IPSO FACTO vuol dire che non ce l’ hanno ‘assolutamente’ più. Che vuol dire che bisogna attendere un giudizio ulteriore??? Ipso facto è ipso facto. Quindi Bergoglio Ratzinger Woitila Montini Roncalli che papi sono se non avevano nemmeno quell’autorità che consentiva loro di essere eletti papi, per la loro MANIFESTA eresia di ‘antequam’? E che elettori erano quelli che , per la stessa ragione, non avevavno autorità di eleggere chicchessia???

      • #Alessandro   22 dicembre 2016 at 3:20 pm

        E questa “storia” pare che tu, caro bbruno, non l’abbia ancora capita!

  4. #Fabio Angius   22 dicembre 2016 at 12:23 pm

    Bergoglio ha già risposto da tempo: “io seguo il Concilio Vaticano II…in fine velocior”. Quindi ha rigirato automaticamente l’accusa di eresia contro chiunque lo attacca pur accettando il Concilio Vaticano II. Burke e gli altri accettano il conciliabolo? Allora se attaccano Bergoglio attaccano il concilio! Bergoglio è satanicamente coerente e, come il conciliabolo modernista, mette al centro “l’uomo”, i cui bisogni REALI – secondo la dottrina modernista condannata in ‘Pascendi ‘- cambiano coi tempi.

    Oggi “l’uomo reale” ha bisogno di spostare l’asticella del peccato un po più in basso, Bergoglio raccoglie la richiesta veniente dal basso, dal mondo scristianizzato diremmo noi, e agisce… Domani raccoglierà un nuovo input dal basso fino alla fine.

    Ma questo teatrino NON è la Chiesa Cattolica Romana. Il Concilio Vaticano II è il primo e costituente concilio di una nuova religione umanitaria, il cui primo dogma è l’ecumenismo massonicamente inteso.

    Chi accetta il conciliabolo, la finta messa ecc, e attacca Bergoglio – pur ritenendolo PAPA – perché lo applica o ne applica “lo spirito”(maligno) è in grave contraddizione.

    Mentre la Tesi di Cassiciacum è una risposta seria e misurata, un vero spartiacque!

    Link – Risposta ad una decina di obiezioni mosse alla Tesi Guerardiana (di Cassiciacum) https://www.youtube.com/watch?v=nR8O_VZvA_E&list=PL1jRS0SxL362WjHCFHmw3S5rgOTElg5MV&index=42

    • #Alessandro   22 dicembre 2016 at 1:26 pm

      ESATTAMENTE: Burke sembra tanto il bue che dice cornuto all’asino. Almeno Bergollum è coerente! Che poi, sappiamo benissimo che anche qualora Bergollum aggiustasse il tiro, poco cambierebbe e, come da 50 anni a questa parte, ogni preteso vescovo, ogni preteso parroco e ogni preteso sacerdote vaticansecondista seguiterebbe comunque ad agire arbitrariamente ed in tutta tranquillità, col tacito e furbesco assenso del preteso Vicario di Cristo! Insomma, la questione dei dubia è solo una patetica farsa, imbastita da altrettanto patetici apostati, diciamo pure moderati!

    • #Ermeticus   22 dicembre 2016 at 2:01 pm

      Attenzione però: la Tesi sostiene – correttamente – che la pertinacia renderebbe Bergoglio eretico formale, quindi – e qui entriamo nell’opinabile – essendo notoria la sua eresia, imputabile e passibile di applicazione del famoso can. 188. Dunque: anche ammettendo (qui i tesisti fan le capriole) che non sia già provata la pertinacia, lo sarebbe in modo inequivocabile dopo queste monizioni burkiane. E la posizione dei tesisti sull’attualità della crisi ecclesiastica dovrebbe cambiare.

  5. #Alessandro   22 dicembre 2016 at 1:54 pm

    Senza contare che probabilmente a De Mattei è venuto un colpo apoplettico, sentendo queste parole!

  6. #bbruno   22 dicembre 2016 at 2:17 pm

    Burke è lui che cade in eresia: il papa non può mai cadere in eresia (tanto più quando mai ha avuto la fede cattolica)…
    Ma accontentiamoci di questo, meglio poco che niente, meglio infastidire – l’intruso- che omaggiarlo, complici o tenutari di famiglia…

    • #Isidoro   22 dicembre 2016 at 2:36 pm

      Ma cosa stai dicendo? E’ uno stravolgimento totale del dogma dell’infabillibilità. Attento, Bruno…

      • #bbruno   22 dicembre 2016 at 2:40 pm

        Il ‘papa eretico’ è una castroneria dottrinale; dimostato dalla Parola di Cristo e definitivamente chiarito dal Vaticano I (sec. XIX). Don Curzio dica quello che vuole; non è un novello, ritardatario, Padre della Chiesa.. ( qui poi , oggi non abbiamo papi eretici, ma papi nemmeno cristiani, ma agenti della ‘religione massonica, che stiano allora a discutere, se però può essere nel caso che…

  7. #mah   22 dicembre 2016 at 2:18 pm

    # Giona hai ragione, invece la Tesi di un Papa Gregorio Vattelapesca imprigionato nelle grotte Vaticane e’ molto piu’ credibile!

  8. #Vito   22 dicembre 2016 at 2:24 pm

    Ma non ho capito cosa realmente questo cardinale accusi il papà ma secondo me,come si esprime uno dei segreti di Fatima illustrato da Benedetto 16 i veri nemici sono nell,interno della chiesa romana e non da fuori.

    • #Alessandro   22 dicembre 2016 at 2:43 pm

      E Benedetto16, se ne intendeva eccome….. essendo uno di loro!

  9. #mah   22 dicembre 2016 at 3:10 pm

    In realta’ non accusa proprio nessuno ha chiaramente detto che vogliono un chiarimento sull’interpretazione dell’enciclica e oggi hanno avuto un bel mazziatone nel discorso di Natale…

  10. #Alfonso   22 dicembre 2016 at 3:26 pm

    Un papa non può essere eretico poiché scelto dallo Spirito Santo… Tuttavia puo’ cadere in eresia per errore o ignoranza. Resta il problema dell’elezione al Soglio di un papà con ancora un Papa vivente…. Possono anche ricamarci sopra le chiavi decussata ma resta un antipapa…..

  11. #giona   22 dicembre 2016 at 3:47 pm

    Ermeticus ha fatto un’osservazione molto intelligente e il fatto che i tesisti tipo Alessandro facciano orecchie da mercanti a ciò, fa riflettere parecchio, almeno chi non ha riflettuto finora dovrebbe iniziare a farlo se crede alla tesi). Quello di ermeticus è un discorso tecnico per i tecnici della tesi di cassiciacum: e qui cade l’asino. Ben venga la caduta che era ora! I dubia mettono la tesi con le spalle al muro. I tesisti dicevano infatti (don Ricossa per primo) che quando il signorbiancovestito si sarebbe degnato di convertirsi anche tra 70-80 anni (sic) allora avremmo avuto la luce immediata del papato (miracolo!) oppure SE I RESIDENZIALI (Burke & c. lo sono a dir loro) FACEVANO UN RICHIAMO FORMALE veniva così dichiarata decaduto il signorbiancovestito (pur non si sa da che! da un mezzo papato materiale?), e che se Lefevbre lo avesse fatto in passato il tizio sarebbe stato già allora decaduto…..da papa materiale, che è il loto tipo di papa che dobbiamo goderci a parer loro.
    Se anche i cardinali ottenessero nulla , un risultato è GIA’ RAGGIUNTO: la tesi è falsa.

    • #Alessandro   22 dicembre 2016 at 4:32 pm

      Un richiamo formale, fatto da eretici? Bevi meno, Angela! https://www.youtube.com/playlist?list=PL1jRS0SxL360jPcznSimZo_tmnPpv4Jnz
      E prima di visionarli, sturati le orecchie!

      • #Ermeticus   22 dicembre 2016 at 5:03 pm

        In realtà, secondo la Tesi, le monizioni non possono che provenire da quegli stessi vescovi residenziali e cardinali “materialiter” nominati (“con quale autorità?”, “torniamo al discorso del titolo colorato?”, verrebbe da chiedere, ma lasciamo stare) dai Papi materiali (e modernisti). Questo è ciò che sostengono i tesisti, Mons. Sanborn in testa. Altrimenti chi potrebbe ammonire in nome della Chiesa? Non i vescovi non residenziali, non i vescovi residenziali materialiter… chi rimarrebbe?

        • #Alessandro   22 dicembre 2016 at 5:27 pm

          Qui si parla di cardinali eretici che imputano errori a Bergoglio in un documento che oltretutto ritengono non Magisteriale! Non c’è traccia di ravvedimento, continuano a ritenere possibile che un Papa possa errare ordinariamente. Questa è una farsa! In AL non vi sono eresie manifeste bensì un linguaggio volutamente fumoso! In Evangelii gaudium vi erano sì eresie, ma nessuno a mosso un dito per il fatto che riprendevano pretesi insegnamenti magisteriali di altri falsi pontefici, quali Montini, Ratzinger e Wojtyla. Questi cardinali dubbiosi non hanno la benché minima intenzione di porre sotto processo Bergoglio, partendo dal presupposto che abbia già perso il preteso Pontificato! Ripeto: questà è una farsa che non farà che alimentare la confusione! Correggere il Papa in materia di Fede e di Morale non è possibile perché un Papa in materia di Fede e di Morale non può errare. Il fine non giustifica i mezzi nella Chiesa e l’azione maldestra di 4 apostati non è utile a risolvere alcunché! Voglia il Cielo che possa invece permettere una presa di coscienza più ampia che li porti ad accusare tutto il conciliabolo e tutti i falsi profeti che hanno fino ad ora occupato il Trono di Pietro!

        • #Ermeticus   22 dicembre 2016 at 5:43 pm

          Il problema è proprio questo. La formulazione dei dubia chiede un sì è un no su un tema fondamentale ovvero l’Eucarestia ai pecccatori. Una non risposta implicherebbe un rifiuto notorio al sì incondizionato che va dato a queste verità e di conseguenza la pertinacia e la deposizione su cui si fonda la soluzione tesista della crisi della Chiesa.

        • #Alessandro   22 dicembre 2016 at 6:18 pm

          Allora non ha capito un tubo di quello che ho detto! Questo(Bergoglio) crede di essere lui stesso il Magistero! Non devono mettere in dubbio la sua ortodossia, NON spetta a loro! La Prima Sede non è giudicabile! Devono mettere in dubbio la sua pretesa autorità! Questi signori “cardinali” pretendono di correggere un documento papale! Siamo all’eretico che si scaglia contro uno più eretico di lui! Ma lei ha forse, problemi di comprendonio! La pertinacia non è dimostrata!

        • #Ermeticus   22 dicembre 2016 at 6:26 pm

          Temo che lei non abbia capito la tesi che promuove.

        • #Alessandro   22 dicembre 2016 at 7:50 pm

          Temo che lei stia cianciando a vanvera! Buon Natale e stia bene!

  12. #mah   22 dicembre 2016 at 4:40 pm

    Se il Concilio e’ di per se eretico non vedo cosa cambi con i dubia e perche’ le tesi quindi dovrebbero essere false. Il complottista #giona parla del nulla assoluto.

  13. #giona   22 dicembre 2016 at 6:14 pm

    a quanto pare i tesisti hanno sempre da obiettare qualcosa, in fondo loro stanno bene così, dicevano che erano i vescovi residenziali a dover ammonire perché anche loro come il papa a metà erano papi a metà ma avevano conservato la linea di designazione VALIDA…. ora cambiano idea!!!! oltre a sostenere sofismi li smantellano da soli perché la soluzione che auspicavano da parte degli eretici vescovi materiali come il papa materiale ora non gli va più bene, ora sono diventati eretici i vescovi e il papa rimane materiale? RI DI CO LO

    • #Alessandro   22 dicembre 2016 at 6:35 pm

      ancora insisti! La Tesi di Cassiciacum è per sua natura provvisoria! In un modo o nell’altro prima o poi mi auguro che venga superata. Ma questo purtroppo NON è il caso! E se lo fosse stato si sarebbe semplicemente preso atto della totale vacanza della Sede Apostolica, non capisco dove sarebbe il probema! Solo nella tua testa malata i sedeprivazionisti “stanno bene così”. Chiunque sia sano di mente auspica che questa situazione si risolva quanto prima! E infine sappi che se ti riesce difficile comprendere qualcosa il problema è probabilmente tuo non necessariamente di quel qualcosa che non riesci a comprendere! Tieniti il tuo gregorio sa il cavolo e finiscila di scrivere scemenze!

  14. #giona   22 dicembre 2016 at 6:15 pm

    ache loro erano vescovi a metà come il papa a metà, correzione

  15. #mah   22 dicembre 2016 at 6:45 pm

    Lei ha troppo sofismi, si faccia degli aerosol con antibiotico.

  16. #domenico cristofano   23 dicembre 2016 at 2:49 pm

    Il problema è che Bergoglio non può cadere in eresia in quanto papa, perché non è mai stato papa, perché la sua elezione è avvenuta dopo aver forzato alle dimissioni benedetto XIV

    • #Alessandro   23 dicembre 2016 at 7:42 pm

      Cos’è, la trama di un nuovo libro di fantastoria e fantascienza di Dan Brown ambientato nel diciottesimo secolo?

      • #Alessandro   23 dicembre 2016 at 7:44 pm

        Qualcuno deve essersi portato avanti coi brindisi di capodanno!

  17. #giona   23 dicembre 2016 at 7:46 pm

    benedetto IV forse era papa ma benedetto XVII non lo è mai stato perché non era cattolico da molto molto molto tempo, a domenico cristofano

    • #Alessandro   24 dicembre 2016 at 3:08 am

      Questa invece è da mo’ che sta brilla!

  18. #Alessio   24 dicembre 2016 at 12:48 am

    C’è qualcuno che sa dirmi se esiste o no la possibilità reale di togliersi dalle scatole il guitto del mondialismo?
    Mi pare improbabile, purtroppo, ed ora della fine è questo il nocciolo della questione

  19. #domenico cristofano   24 dicembre 2016 at 3:09 pm

    Caro direttore Ippolito, la prego di controllare chi scrive delle mere insulsaggini e casomai non pubblicarle, perché infangano con il loro linguaggio la rispettabilità de ” la fede quotidiana”

    • #Alessandro   24 dicembre 2016 at 5:36 pm

      E lei controlli di scrivere le sue di insulsaggini sul sito giusto! Questo è il blog di Radio Spada 😉

  20. #domenico cristofano   24 dicembre 2016 at 11:26 pm

    Rettifica il nome del sito: ho scritto la fede quotidiana invece di radio spada, ma le insulsaggini e la mediocrità e maleducazione e anche ignoranza di alcuni blogger è presente ed anche in modo becero.

    • #Alessandro   25 dicembre 2016 at 12:56 am

      Non sono un blogger ma un semplice utente come lei e ho semplicemente fatto dell’ironia! E’ ancora in tempo per chiedere alla “befana” di farle trovare nella calza un dizionario di italiano così avrà l’occasione di imparare ad usare in modo appropriato, e non a casaccio, i termini “insulsaggini”, “mediocrità”, “maleducazione” e “ignoranza”! Santo Natale anche a lei comunque e mi saluti il direttore ippolito, chiunque egli sia!

  21. #domenico cristofano   25 dicembre 2016 at 6:38 pm

    Ma di che religione è il signor Alessandro?

    • #Alessandro   26 dicembre 2016 at 2:07 am

      Io sono, probabilmente a differenza sua(è la cosa è oggettiva, non è un mio atto di presunzione), seppur immeritatamente e per Grazia di Dio, Cattolico Romano!