Burke ora conferma: ‘La Fede è in pericolo, altri cardinali sono pronti a sostenere totalmente i dubia’

Pope and cardinals 12 May 2013

Ieri avevamo presentato questa indiscrezione divulgata da Ed Pentin: Non solo quattro? Trenta cardinali, e un numero significativo di vescovi, contrari ad Amoris Laetitia.

Oggi paiono arrivare conferme, per bocca dello stesso Burke, attraverso un articolo pubblicato sul Catholic Herald che riprende un’intervista apparsa sul quotidiano italiano “La Verità”. Il porporato sostiene:

Non siamo solo in quattro. Conosco personalmente altri cardinali che supportano pienamente i dubia

Confermando quanto già detto da Brandmüller, Burke ha ribadito che la correzione formale prima avverrà in forma privata, solo in seguito pubblicamente.

19 Commenti a "Burke ora conferma: ‘La Fede è in pericolo, altri cardinali sono pronti a sostenere totalmente i dubia’"

  1. #Pierangelo   13 gennaio 2017 at 4:36 pm

    Questi cardinali dubbiosi riconsegnino la porpora al Santo Padre!!!!!

    Rispondi
    • #Alessio   13 gennaio 2017 at 6:07 pm

      Se hai visto in giro qualche Santo Padre facci un fischio.

      Rispondi
    • #Diego   15 gennaio 2017 at 8:21 am

      E invece sarà l’eretico Bergoglio che riconsegnerà l’abito bianco e il candido zucchetto!

      Rispondi
  2. #bbruno   13 gennaio 2017 at 5:41 pm

    … a chi???

    Rispondi
    • #lister   13 gennaio 2017 at 6:07 pm

      😀 😀 😀 …e lo dice pure tutti in…..to, con cinque punti esclamativi… 😀 😀 😀

      Rispondi
  3. #Leonardo Leoni   13 gennaio 2017 at 5:46 pm

    A Benedetto…

    Rispondi
    • #lister   13 gennaio 2017 at 6:23 pm

      Bbono pure quello!…

      Rispondi
      • #Alessio   13 gennaio 2017 at 6:32 pm

        Parla di Benedetto da Norcia.

        Rispondi
        • #lister   13 gennaio 2017 at 6:59 pm

          ah, ecco…

  4. #Alberto   13 gennaio 2017 at 5:52 pm

    Forse è Bergoglio che dovrebbe riconsegnare l’abito bianco.

    Rispondi
    • #lister   13 gennaio 2017 at 6:22 pm

      Che si vesta in bianco o no, è indifferente: pure i cuochi, i camerieri, i gelatai… vestono in bianco.

      Rispondi
      • #Alessio   13 gennaio 2017 at 6:33 pm

        Tralaltro, sarebbe un favoloso Pulcinella!

        Rispondi
  5. #Ibo   14 gennaio 2017 at 12:18 am

    Bergoglio non e’ un Papa, e’un Anticristo secondo le profezie di san Malachia. E’ un demonio. Un lupo vestito da agnello. Vedrete.

    Rispondi
  6. #Vittorio   14 gennaio 2017 at 1:12 am

    Purtroppo il vero papa (Benedetto XVI) tace. Di certo la sequela di falsità ed eresie sparate da Bergoglione I l’apostata ci dovrebbero far capire che a vestirsi di bianco oggi non è il successore apostolico di Pietro, ma quello di Giuda Iscariota. Che Dio ce ne liberi presto!

    Rispondi
    • #bbruno   31 dicembre 2017 at 6:56 pm

      su, Vittorio, con questa storia di ‘sto Benedetto in Sedicesimo ‘vero papa’…! Quello che dice appena appena fa, da Buttiglione, che “Mueller ha difeso la fede cattolica nello spirito di Francesco”, cioè, stando alla logica, nello spirito del “falso papa”. … E te lo dico che il tuo ‘vero papa’ TACE: come può essere insieme suggeritore e correttore di quanto suggerito? Che cosa è questa mostruosità di un falso papa che vive dirimpetto al vero papa – e in ipso loco – che noi ci aspetteremmo che facesse il papa e correggesse l’altro papa??? Deus non irridetur, et Deus non irridet…

      Che Dio ci liberi dalle nostre contraddizioni!

      Rispondi
    • #jb Mirabile-caruso   2 gennaio 2018 at 4:31 am

      Vittorio: “Purtroppo il vero papa (Benedetto XVI) tace”.

      E menomale che tace, signor Vittorio! Perché a parlare, o a scrivere che sia, questo illustre personaggio altro non fa che giocare al gioco dell’interpretazione, esattamente come fa l’oroscopo che gobba tutti col significare una cosa diversa per ogni diverso lettore. Come fa il Vaticano II che Roncalli disse di volere “pastorale”, avendo tuttavia udito male la parola “oroscopale” che il vero Committente del Concilio gli aveva ordinato che fosse.

      Circa, poi, l’essere “il vero papa”, forse Lei perviene a questa valutazione confrontandolo con il suo successore argentino. Ma, da una più attenta e rigorosa valutazione risulta essere una fotocopia di tutti gli altri suoi colleghi a cominciare dal 1958, tutti ‘bilingue’ – in netta contrapposizione con un Papa autenticamente Cattolico che è rigorosamente monolingue – : sono tutti vicari di Cristo parlando la lingua della Chiesa, e sono tutti, al contempo, vicari di satana parlando la lingua della sinagoga.

      Lascio a Lei il compito di trovare la parola idonea per esprimere la realtà di individui che, al contempo, rappresentano e Dio e satana.

      Rispondi
  7. #lister   14 gennaio 2017 at 4:12 pm

    @ Vittorio
    “Benedetto XVI, vero papa” (menomale che l’hai scritto minuscolo)

    Papa di che?!

    Ratzinger, quello che:
    -La Chiesa ama gli adulteri
    -Non è necessario convertire gli ebrei
    -Cattolici e musulmani adorano lo stesso Dio
    -Impegnarsi per l’edificazione del Nuovo Ordine Mondiale (!)
    -Induismo: altissimo, purissimo (e Levissimo?)
    -Grande Lutero
    -Il Protestantesimo fa bene all’Anima
    -Dei Concili è buono solo il VII
    …e tante altre belle bes…..tà.

    Sei ancora convinto che sia un vero Papa?

    Rispondi
  8. #bbruno   14 gennaio 2017 at 8:07 pm

    perfetto lister, anche Ratzinger, come i suoi antecessori in concilio, tutti varie esemplificazioni della BESTIA apocalittica.. E CHE COSA PRODUCE UNA BESTIA SE NON BES…Tà???

    Rispondi
  9. #bbruno   31 dicembre 2017 at 11:03 am

    … aspettiamo ancora, e siamo a un anno di distanza. E tu intanto sei svanito: grande lottatore davvero! Ma ti/vi capiamo: anche voi tenete famiglia…

    Rispondi

Rispondi