Oriana, Oriente, Orrore

Cliccare di seguito per leggere l’articolo:

2014-8-27 Oriana Oriente Orrore

BqmCPSnCIAErqui.jpg-large

 

15 Commenti a "Oriana, Oriente, Orrore"

  1. #Gabriele   27 Agosto 2014 at 5:18 pm

    Dire che gli yazidi sono adoratoru del demonio è scorretto, li ritengono così gli islamici. Piuttosto li definirei un gruppo a metà tra zoroastrismo e gnosticismo, che adorano melek taus, che secondo loro è l’angelo ricreatore del mondo. Nella zona vi sono molti gruppi così: basta vedere che proprio nell’iraq del sud vi è l’ultima setta gnostica, i mandei.
    Per il resto complimenti all’autore

    Rispondi
    • #ruffo   27 Agosto 2014 at 6:37 pm

      Grazie!

      Rispondi
    • #Lello Minimi   27 Agosto 2014 at 8:24 pm

      Da quelle parti vi è anche la setta degli AL-ALAQ (o come si scrive) che sotto un po’ di vernici pseudo-zoroastriane; pseudo-ebraiche, pseudo-cristiane e pseudo-islamiche, perpetua gli antichi culti babilonesi.

      Rispondi
  2. #tradizionalista ligure   27 Agosto 2014 at 5:36 pm

    Queste foto spezzano il cuore, l’islam non è una scusa per far guerra, l’islam è la causa. gli ecumenisti sono dei traditori

    Rispondi
  3. #Lello Minimi   27 Agosto 2014 at 6:23 pm

    Da un certo
    Da P. Giulio: Mi è giunta la seguente:
    Urgente richiesta di preghiera immediata favore dei cristiani in Nord Iraq. Seria minaccia di decapitazione di TUTTI i cristiani in zona fra poche ore. Diffondete la richiesta a tutti .
    Sarà anche sostanzialmente vera, ma, in questa forma e con questa presentazione mi sembra falsa. Cosa ne pensate?

    Rispondi
    • #ruffo   27 Agosto 2014 at 6:39 pm

      Il rischio lo corrono sempre, però attenzione alle notizie non confermate. Preghiere assicurate.

      Rispondi
  4. #guelfonero   27 Agosto 2014 at 6:35 pm

    Complimenti all’amico Giacobazzi per quest’articolo veramente ben scritto.
    Un articolo che viene da lontano. 🙂

    Piergiorgio Seveso

    Rispondi
    • #ruffo   27 Agosto 2014 at 6:38 pm

      Riferiremo all’autore. Grazie!

      Rispondi
  5. #Pierfrancesco Palmisano   28 Agosto 2014 at 8:20 am

    Comunque ricordiamoci che la Fallaci non contrappone Cristianesimo ed Islam, ma contrappone lslam (in quanto simbolo evidente in questo periodo storico di tutte le religioni integraliste ed intolleranti, e quindi eventualmente anche del cattolicesimo – similmente all’amico Mario Castellano, ideologo dei neo-fifì) alla forza “laica ed atea” della ragione “illuminista”… Quindi non elogiamola troppo…

    Rispondi
    • #ruffo   28 Agosto 2014 at 9:49 am

      Ciao! Infatti proprio per ciò che dici nel testo si parla di “uno strano impasto di Tradizione e modernità, di eterno e di nuovo, di “Occidente” e di Cristianità”.
      Oriana Fallaci ne “La rabbia e l’orgoglio” scrive:
      “A me dà fastidio perfino parlare di due culture: metterle sullo stesso piano come se fossero due realtà parallele, di uguale peso e di uguale misura. Perché dietro la nostra civiltà c’è Omero, c’è Socrate, c’è Platone, c’è Aristotele, c’è Fidia. C’è l’antica Grecia col suo Partenone e la sua scoperta della Democrazia. C’è l’antica Roma con la sua grandezza, le sue leggi, il suo concetto della legge. Le sue sculture, la sua letteratura, la sua architettura. I suoi palazzi e i suoi anfiteatri, i suoi acquedotti, i suoi ponti, le sue strade. C’è un rivoluzionario, quel Cristo morto in croce, che ci ha insegnato (e pazienza se non lo abbiamo imparato) il concetto dell’amore e della giustizia. C’è anche una Chiesa che mi ha dato l’Inquisizione, d’accordo. Che mi ha torturato e bruciato mille volte sul rogo, d’accordo. Che mi ha oppresso per secoli, che per secoli mi ha costretto a scolpire e dipingere solo Cristi e Madonne, che mi ha quasi ammazzato Galileo Galilei. Me lo ha umiliato, me lo ha zittito. Però ha dato anche un gran contributo alla Storia del Pensiero: sì o no? E poi dietro la nostra civiltà c’è il Rinascimento. C’è Leonardo da Vinci, c’è Michelangelo, c’è Raffaello, c’è la musica di Bach e di Mozart e di Beethoven. Su su fino a Rossini e Donizetti e Verdi and Company. Quella musica senza la quale noi non sappiamo vivere e che nella loro cultura o supposta cultura è proibita […]. Ed ora ecco la fatale domanda: dietro all’altra cultura che c’è? Boh! Cerca cerca, io non ci trovo che Maometto col suo Corano e Averroè coi suoi meriti di studioso”.

      Rispondi
      • #ruffo   28 Agosto 2014 at 10:35 am

        Nel link de Il Giornale sempre sul tema: “L’Europa non c’è più. C’è l’Eurabia. Che cosa intende per Europa? Una cosiddetta Unione Europea che nella sua ridicola e truffaldina Costituzione accantona quindi nega le nostre radici cristiane, la nostra essenza? L’Unione Europea è solo il club finanziario che dico io. Un club voluto dagli eterni padroni di questo continente cioè dalla Francia e dalla Germania. È una bugia per tenere in piedi il fottutissimo euro e sostenere l’antiamericanismo, l’odio per l’Occidente” (credo sia dall’intevista di Oriana ad Oriana)

        Rispondi
  6. #bbruno   10 Gennaio 2015 at 12:45 pm

    povera Oriana: piangeva e si disperava per le pere dell’albero che non trovava più, dopo che lei aveva contribuito a tagliarne le radici (lei atea). Il “bel san Giovanni guai chi me lotaocca” sapeva lei che significato aveva e per quale significato era sorto??? L’europa è nata dalla fede cristiana , l’europa muore avendo rinnegato quella fede. Già i luterani di Germania,nel ‘500,ribelli alla autentica professione cristiana, per timore che i cattolici potessereo riprendere vigore, affermavano : “meglio turchi che cattolici” . Ora state contenti, europei del cavolo: i ‘turchi’ li avete, e così tanti che vi usciranno dalle orbite!!!

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.