La commissione Europea sanziona con 120 milioni di Euro un cartello bancario. JP Morgan pagherà la parte maggiore, seguita da UBS e Credit Suisse.

Riportiamo qui di seguito la notizia diffusa da time.com sul cartello tra JPM, UBS e Credit Suisse, sanzionato dalla Commissione europea, precisando che, sebbene l’importo delle multe appaia elevato, esso costituisce come sovente accade una minima parte dei ricavi che le banche hanno ritratto dall’intesa illecita (n.d.t.).

1-andrew-jacksons-war-on-the-bank-everett

 

Questo Martedì la Commissione Europea ha irrogato una sanzione da 120 milioni di dollari contro JPMorgan, UBS e Credit Suisse per aver manipolato i tassi d’interesse di riferimento attraverso un cartello illecito.

JPMorgan ha subito la sanzione più elevata, 79 milioni di dollari (62 milioni di euro) per aver regolato il tasso d’interesse Libor per il franco svizzero, riferisce la Reuters. La banca pagherà 13 milioni di dollari (10.5 milioni di euro) aggiuntivi per aver partecipato ad un cartello con UBS e Credit Suisse per manipolare i tassi d’interesse sui derivati.

UBS e Credit Suisse pagheranno multe da 16 milioni di dollari e 12 milioni di dollari, rispettivamente, mentre Royal Bank of Scotland abbia evitato le sanzioni per aver avvertito i commissari europei del cartello.

 

Traduzione di Massimo Micaletti

 

Fonte