-di Davide Consonni-

Solo un Gran Maestro d’Europa ha commentato la vittoria del BREXIT, tutti gli altri vicari della massoneria han glissato beatamente. Tal Gran Maestro, francese per la verità, che invece s’è concesso ai microfoni, l’ha sparata piuttosto ovvia. Ha semplicemente detto che la vittoria del BREXIT è sostanzialmente una sconfitta per l’Europa, dicendosi preoccupato per la divisione che tali referendum provocano nella nazione. Qui di seguito è possibile leggere appunto la dichiarazione di Daniel Keller, Gran Maestro di origini israelite del Grande Oriente di Francia:

«Quelle que soit son issue, ce scrutin fera apparaître un pays divisé, ce qui est très préoccupant. C’est malheureusement un référendum idéologique, sur le choix d’une souveraineté qui méconnaît la nécessité de l’intégration de nos économies. C’est aussi une conséquence du manque de construction politique de l’Union Européenne.»

“Qualunque sia l’esito, questa elezione porterà ad un paese diviso, il che è molto preoccupante. Questo è, purtroppo, un referendum ideologico basato sulla scelta di una sovranità che ignora la necessità di integrare le nostre economie. E ‘anche una conseguenza della mancanza di costruzione politica dell’Unione Europea”

 

Fonte