card_leo_raymond_burke_marcia_2015

 

In una nuova intervista rilasciata il 19 dicembre a Catholic World Report e ripresa ieri da LifeSiteNews, il Card. Burke chiarisce che non sta accusando Francesco, tramite i cinque dubia sottopostigli, di eresia. Dichiara poi di aderire alla ipotesi teologica per cui il Papa, qualora dovesse professare un’eresia, cesserebbe automaticamente di essere Papa (depositus e non deponendus).

A breve, sul nostro sito, una traduzione integrale dell’intervista e del commento di LifeSiteNews.