image

Non devono essere giorni facili in Vaticano: da qualche tempo si sospetta l’arrivo delle monizioni canoniche a gennaio [Cardinal Burke: ‘se il Papa cade in eresia formale, cessa automaticamente di essere Papa’ e Cardinal Burke: se situazione non cambia, a gennaio monizioni canoniche a Bergoglio].

Vatican.va, portale della Santa Sede riporta ufficialmente il discorso odierno di Bergoglio alla Curia Romana. Si tratta di parole al limite della rissa verbale. Chi si oppone alle riforme (nello specifico a quelle della Curia) viene descritto come un malato di mente o un ispirato dal maligno:

Era necessario parlare di malattie e di cure perché ogni operazione, per raggiungere il successo, deve essere preceduta da approfondite diagnosi, da accurate analisi e deve essere accompagnata e seguita da precise prescrizioni.

In questo percorso risulta normale, anzi salutare, riscontrare delle difficoltà, che, nel caso della riforma, si potrebbero presentare in diverse tipologie di resistenze: le resistenze aperte, che nascono spesso dalla buona volontà e dal dialogo ‎sincero; le resistenze nascoste, che nascono dai cuori impauriti o impietriti che si alimentano dalle parole vuote del “gattopardismo” spirituale di chi a parole si dice pronto al cambiamento, ma vuole che tutto resti come prima; ‎esistono anche le resistenze malevole, che germogliano in menti distorte e si presentano quando il demonio ispira intenzioni cattive (spesso “in veste di agnelli”). Questo ultimo tipo di resistenza si nasconde dietro le parole giustificatrici ‎e, in tanti casi, accusatorie, rifugiandosi nelle tradizioni, nelle apparenze, nelle formalità, nel conosciuto, oppure nel voler portare ‎tutto sul personale senza distinguere tra l’atto, l’attore e l’azione.

Le grassettature sono nostre.

cattura