Risposta ai ‘dubia’. L’Osservatore Romano pubblica criteri applicativi di Amoris Laetitia a Malta: sì a comunione a divorziati risposati.

 

Immagine

Bergoglio, a dispetto di ciò che si lascia intendere, ha già risposto più volte, in modo chiarissimo e informale, ai dubia presentati dai quattro cardinali. Oggi arriva l’ultima, e non necessaria, conferma: L’Osservatore Romano ha pubblicato i “Criteri applicativi di Amoris Laetitia” emanati dalla Conferenza Episcopale Maltese.

Il testo, nella sua tossicità, è limpido:

“Attraverso il processo di discernimento, dovremmo esaminare la possibilità della continenza coniugale. A dispetto del fatto che questo ideale non è affatto facile, ci possono essere coppie che, con l’aiuto della grazia, praticano questa virtù senza mettere a rischio altri aspetti della loro vita insieme. D’altra parte, ci sono situazioni complesse dove vivere ‘come fratello e sorella’ diventa umanamente impossibile e crea un danno maggiore. Se come risultato del processo di discernimento, intrapreso con ‘umiltà, discrezione e amore per la Chiesa e il suo insegnamento, in una sincera ricerca della volontà di Dio e un desiderio di dare una risposta perfetta ad essa’ la persona separata o divorziata che sta vivendo una nuova relazione riesce, con una coscienza informata ed illuminata , a riconoscere e a credere che lui o lei è in pace con Dio, a lui o lei non può essere impedito di partecipare ai sacramenti della Riconciliazione e dell’Eucarestia”.

Sempre nella giornata di oggi abbiamo pubblicato Caffarra rilancia citando Newman: ‘se Papa parla contro coscienza si scava fossa sotto i piedi’, ‘Amoris Laetitia crea grande confusione’

Ieri: Burke ora conferma: ‘La Fede è in pericolo, altri cardinali sono pronti a sostenere totalmente i dubia’.

16 Commenti a "Risposta ai ‘dubia’. L’Osservatore Romano pubblica criteri applicativi di Amoris Laetitia a Malta: sì a comunione a divorziati risposati."

  1. #Alberto   14 gennaio 2017 at 5:29 pm

    Sì, ma Bergoglio continua a evitare di rispondere di persona e in modo formale, se non in prima persona almeno attraverso la CDF.
    Più che rispondere provoca, getta il sasso e nasconde la mano, forse per esacerbare gli oppositori e far loro fare un passo falso, o per sondare il terreno, o ancora per fare pressione sugli indecisi (vedete, tutti i vescovi la pensano come me…).

    Rispondi
    • #Alessandro   14 gennaio 2017 at 6:35 pm

      In pratica “The House of Cards” in salsa vaticana! Ma, vedendoci ameno da un occhio, come si fa ancora a credere che il perito chimico argentino sia il Vicario in terra di Nostro Signore e che i suoi tirapiedi e fans osannanti siano la Santa Chiesa Cattolica?

      Rispondi
      • #Alessio   14 gennaio 2017 at 8:16 pm

        Il vicario di Soros? No, diciamo dei suo capi. Con Soros sono solo colleghi.

        Rispondi
  2. #giona   14 gennaio 2017 at 6:50 pm

    Lui non risponderà e da Muller ha già provveduto a far rispondere che non si mette in discussione il biancovestito! Non può rispondere che pe r vie traverse dicendo fate come volete che tutto va bene agli illuminati, i cattolici,docet malta, possono anche essere continenti , gli illuminati cattolici (cioè tutti) invece possono fornicare, adulterare,copulare, fare i conigli ma non…prolificare … Rispondere? Mai lo farà, va preso e messo fuori, che già è fuori dalla Chiesa.

    Rispondi
  3. #Alessio   14 gennaio 2017 at 8:03 pm

    Disse Bergoglio :- Chi è sensa pecado… è chi se prende un negro en casa, perchè el unico pecado è no volerse fare invadère.-.
    Poi, rivolgendosi all’adultera :- Và, e fai pure tuto quel caso che te pare, el importante è che te prende un negro en casa tu anche.-.

    Rispondi
  4. #massimo trevia   14 gennaio 2017 at 10:04 pm

    e a massimo:”no te confesar nada!”e massimo rispose a el papa:”santita’,podaria alora prenderme in casa una bella vikinga popputa?”

    Rispondi
    • #Alessio   15 gennaio 2017 at 12:57 am

      Rispose Bergoglio a Massimo :-Una vikinga è protestante o casi atea, es una buena elecciòn. Pero tu puoi scegliere migliore anche. Sciò te sugiero por esempio una nigeriana musulmana, così tu combate el prejuicio y faroreci la integracione. Y si tu vuoi fare meglio todavìa, prendete en casa un nigeriano uomo… chi sono sciò per judicare?-.

      Cosa dirà mai Massimo a questo pilastro della Chiesa?

      Rispondi
    • #lister   15 gennaio 2017 at 9:18 am

      😀 😀 😀 bellissimo lo spagnolo-veneto 😀 😀 😀

      Rispondi
      • #Alessio   15 gennaio 2017 at 12:48 pm

        E adesso attendiamo cosa risponderà Massimo!

        Notare lo “Sciò”, che il genio di Santa Marta insiste ad usare invece del “Yo”, in una sorta di pronuncia semidialettale, del tutto inadatta ad un personaggio pubblico.
        Diciamo che si esprime in Spagnolo giusto un po’ meglio di come Di Pietro (Antonio, non Carlo!) si esprime in Italiano.

        Rispondi
  5. #paulus   15 gennaio 2017 at 12:59 pm

    il testo, nella sua tossicità, NON è affatto limpido (come ci si poteva aspettare)

    cosa vuol dire

    “in una sincera ricerca della volontà di Dio e un desiderio di dare una risposta perfetta ad essa’ ”

    la volontà di Dio è chiara e inambigua. e la risposta “perfetta” ? possiamo accontentarci di risposte “imperfette”? (es: “Signore pecco, ma solo una volta alla settimana, non tutti i giorni- Ti va bene, vero?”)

    e “riesce, con una coscienza informata ed illuminata , a riconoscere e a credere che lui o lei è in pace con Dio”?

    come dire: basta che io sia convinto che una cosa non è peccato, e sono salvo….

    La strada per l’inferno è lastricata di quste buone intenzioni. CHI ci sta portando, e DOVE?

    Rispondi
    • #lister   15 gennaio 2017 at 6:41 pm

      Analisi perfetta, paulus.

      Rispondi
  6. #vienna1683   17 gennaio 2017 at 4:21 pm

    do’ una risposta sincera e non politicamente corretta:preferisco le bionde!non mi attirano particolarmente le fanciulle non ariane(diciamo)ma non perché’ sia un nazista:dev’ essere a causa di qualcosa di ancestrale…..e questo e’ cio’ che mi fa rifiutare l’idea del meticciato!io voglio l’europa ancora bianca!i neri in africa,i cinesi in cina ecc.!poi,personalmente posso apprezzare la bellezza indubbia delle donne di ogni razza…..sì,perche’ io sono convinto che le razze esistano,con le loro particolarità’ fisiche,mentali e spirituali,dall’inizio dei tempi e che Dio abbia dato ad ognuna di loro un compito.e credo che noi bianchi abbiamo il compito di guida!e che sia vero che millenni fa esistesse una classe aristocratico-guerriera che guido’ altri popoli finche’ purtroppo non fu mescolata con altre razze,che fecero perdere loro questa dimensione spirituale e con essa la forza!cio’ avvenne in grecia,con le migrazioni dal medio-oriente dell’eta’ ellenistica,e anche a roma!forse i tedeschi(anch’essi pero’ mescolati….ma meno),hanno questa memoria ancestrale!dire questo non significa disprezzare,affatto!ma le differenze(lo diceva konrad lorenz)ci sono,eccome!insomma,a me piacciono le donne di tutte le razze,pur non essendo(non millanto…)un play-boy!ma quando vedo una bella bionda(io non lo sono,ma tempo fa avevo la barba rossiccia),eh….la sento vicina!e nessuna mi incanta tanto!ma anche le brune…mentre le donne di altre razze,no!ripeto,e’ qualcosa di profondo e perciò’ credo che le razze,anche per questo ,esistano,e io sono un bianco!abito questa nostra terra da milioni di anni e per me il meticciato e’ un’assurdita’:non esiste!un gruppo umano non si fonde:domina o soccombe!e il come avviene,e’ sempre sulla pelle del perdente!quindi,a bergoglio e scola rispondo così’.bergoglio,questa e’ casa mia…e se vuoi essere almeno educato,a casa mia non ci inviti gli estranei!scola:se ai tempi di lepanto fossi stato tu papa…saremmo tutti turchi,anche se a quei tempi tu ,con la gente palluta di quei tempi saresti stato(eufemismo..)ignorato!ma almeno non giustificare la tua debolezza dicendo,falsamente,che Dio stesso vuole il meticciato!e io me ne frego,delle tue parole,come di quelle di brergoglio…..che ama i crocefissi comunisti,da eretico-modernista quale e’!
    hasta la vista!

    Rispondi
    • #Alessio   18 gennaio 2017 at 4:41 pm

      Caro Massimo,

      come saprai ODIO l’immigrazione in maniera totale, pur tuttavia quel che affermi non è molto corretto.
      Se parliamo di bionde, le migliori sono all’est e quelle terre sono da sempre soggette a mescolanza varie.
      Se parliamo di bellezza estetica a prescindere dai colori e consideriamo un Paese nel quale sono presenti tutti i colori possibili, il Brasile, ti posso garantire che c’è una media di bellezza molto ma molto ma molto superiore al nord Europa.
      Inoltre, tra le bianche le nordiche sono quelle che più di tutte apprezzano il cioccolato, anche fondente.

      Detto ciò, morte all’immigrazionismo!

      Rispondi
      • #jeannedarc   18 gennaio 2017 at 5:43 pm

        metafore sempre inarrivabili 😀

        Rispondi
        • #Alessio   18 gennaio 2017 at 8:57 pm

          E come dicono i “diversamente bianchi” della zona caraibica, “Il cocco anche se marcio va mangiato lo stesso”.
          Questo dal momento che per qualunque fondente avere un figlio al latte sia sinonimo di grande avanzamento sociale… il guadagnare una sfumatura è come guadagnare 100 m dopo Caporetto.
          Razzismo? Ma no, il detto del cocco se lo sono inventato loro!

  7. #massimo trevia   18 gennaio 2017 at 4:11 pm

    vienna 1683 si riferisce alla battaglia;io sono sempre massimo trevia!sara’ stato un lapsus freudiano…..

    Rispondi

Rispondi