Don Mazzi: “Se uno è divorziato o omosessuale ma è buono gli do lo stesso la comunione”

WCENTER 0XKCAETDDJ                Don Antonio Mazzi durante la puntata dedicata a Morgan oggi 04 febbraio 2010 durante la trasmissione Porta a porta condotta da Bruno Vespa  ANSA-DANILO SCHIAVELLA-DRN

‘Misericordia’ un tanto al chilo all’epoca di Bergoglio. [RS]

Don Antonio Mazzi, fondatore della Comunità Exodus, da sempre vicino agli ultimi, in una intervista rilasciata a Massimiliano Lenzo de Il Tempo, ha affermato di concedere normalmente la comunione a divorziati e transessuali. “Io spero che le cose cambino – ha affermato – ma, accada quel che accada, di certo non mi spaventerò. Se la Chiesa va avanti, bene, io comunque vado per la mia strada. E se vedo che uno è divorziato o è omosessuale ma negli occhi ha lo sguardo della bontà, io la comunione gliela do lo stesso.”

Don Mazzi sostiene che “la parola accoglienza deve essere vissuta a trecentosessanta gradi, perché sa, se poi cominciamo a metter le virgole all’accoglienza allora il significato cambia” e che “bisogna allargare i sacramenti, darli anche a chi ha esperienze, come dire, non lineari, ed una esistenza non ligia alla cosiddetta normalità” in quanto “posso mica dire, accolgo dalle 7 alle 9 e poi chi si è visto si è visto. Oppure, accolgo Tizio sì e Caio no. Se la porta è aperta allora deve essere spalancata a tutti.

Don Mazzi ha proseguito spiegando che, secondo lui, Gesù Cristo fu crocifisso perchè “era un dissidente”, un “eretico rispetto al Potere di allora” ed ha dato la colpa alla Curia vaticana per i rallentamenti nelle riforme per la vita della Chiesa. “C’è una Curia, che io non chiamo romana ma il Sinedrio, potente, che comanda in Vaticano” aggiungendo che “la Chiesa è ancora così ricca mentre fuori ci sono milioni di poveri. Bisogna cambiare anche questo.”

Fonte

56 Commenti a "Don Mazzi: “Se uno è divorziato o omosessuale ma è buono gli do lo stesso la comunione”"

  1. #Alessandra Ghilardini   15 Febbraio 2017 at 2:38 pm

    Tipico atteggiamento di un sacerdote che ha dimenticato la differenza tra misericordia di Dio e misericordia umana. È molto facile allargare la forbice quado tu sei il primo a non affidarti e ad affidare al Signore…….è troppo faticoso seguire la verità evangelica……allora che fa il Don Mazzi di turno? Niente….. non esiste più nessuna responsabilità verso il proprio gregge….così è più facile fare il sacerdote che mettersi in continuo ascolto della Parola di Dio. Cosa vuol dire “se uno è buono”….di fronte a Dio….ormai non lo sa più nemmeno lui. Per colpa di certi pastori il gregge si disperde….il sale non ha più sapore…..il lievito è marcito……e il lume è manco più sotto il moggio ma proprio spento.

    Rispondi
    • #Alessandro   15 Febbraio 2017 at 4:07 pm

      Direi piuttosto tipico atteggiamento da persona con gravi disturbi mentali!

      Rispondi
    • #mah   17 Febbraio 2017 at 6:58 pm

      Sacerdote? Chi l’agente dei VIP che ama fare l’opinionista in televisione e odia la talare?

      Rispondi
  2. #Alessio   15 Febbraio 2017 at 3:40 pm

    “Ha negli occhi lo sguardo della bontà”… che sguardo ha la bontà, di grazia?
    Magari anche il borsaiolo dipinge paesaggi pieni di romanticismo, magari anche lo strozzino suona la fisarmonica con sentimento… spalanchiamo la porta a tutti, come dice il tizio della foto, quello che sembra un elettricista in pensione dedito al bere.

    Rispondi
    • #Maria   16 Febbraio 2017 at 10:26 am

      Alessio
      sono del parere che non si rischia così tanto ad aprire la porta a tutti,piuttosto che chiuderla in faccia ad ognuno; rischiando cosi,di rimanere fuori pure noi…..Bell’affare!!

      Rispondi
  3. #Alberto   15 Febbraio 2017 at 3:53 pm

    Anche se uno non è mai stato consacrato prete, se ha negli occhi lo sguardo della bontà, io la comunione da lui la prendo lo stesso.

    Rispondi
    • #giona   16 Febbraio 2017 at 10:01 am

      quale di grazia se non è prete…..?????????????????????’ comunione da lui lo stesso da un NON prete???????????????

      Rispondi
    • #Luigi   16 Novembre 2018 at 3:01 pm

      Bellissima , questa !

      Rispondi
  4. #Mauro   15 Febbraio 2017 at 3:55 pm

    Perfettamente d’accordo con don Mazzi! …E in sintonìa con il Vangelo di Cristo, che muore per i peccatori e che non disdegna di mangiare e bere con coloro che sono criticati da scribi e farisei, presenti ancora oggi in gran quantità.

    Rispondi
    • #Diego   15 Febbraio 2017 at 6:02 pm

      Quindi sarai d’accordo anche nel dare la Comunione ai politici corrotti impenitenti e agli usurai impenitenti, visto che questo, a tuo dire, “è in sintonia con il Vangelo”!
      O vorresti forse applicare una “misericordina” selettiva valida solo per alcune categorie di peccatori?
      Che facciamo? Comunione per TUTTI?

      Rispondi
    • #Alessio   15 Febbraio 2017 at 7:36 pm

      Purtroppo sono anche presenti in grandissima quantità gl’imbecilli e i progressisti.
      Di queste due categorie di quale fai parte? Se vuoi puoi sceglierle anche entrambe, come ha fatto il ridicolo beone della foto.

      Rispondi
    • #bbruno   15 Febbraio 2017 at 10:05 pm

      per evitarti scempiate, prova a leggere i Vangeli ( e il resto) un po’ più attentamente… Cristo non è il cretinetto che ci volete mostrare voi imbergogliati….

      Rispondi
    • #Maria   15 Febbraio 2017 at 10:55 pm

      Mauro
      per arrivare a dire quello che lei scrive se ne deve aver fatta di strada….

      Rispondi
      • #Diego   16 Febbraio 2017 at 10:14 am

        La sua stessa strada, Maria: una strada di presunzione, di menefreghismo verso le IMMUTABILI Leggi di Dio e (nel suo specifico caso, che spero non sia anche quello di Mauro) di attacchi gratuiti verso chi professa la dottrina cattolica!
        Le è stato detto più volte di leggersi il Catechismo di San Pio X, e invece è ancora qui con le sue eresie e i suoi inutili attacchi gratuiti!
        Vuole concedere la Comunione ad adulteri, mafiosi, stupratori, sodomiti, usurai e politici corrotti, tutti impenitenti e senza il sincero proposito di cambiare vita? Fatti suoi, ma questa non sarà mai la dottrina cattolica e non significa affatto avere fatto tanta strada (non verso l’alto, almeno)!

        Rispondi
        • #Albino Mettifogo   16 Febbraio 2017 at 10:47 am

          Mi chiedo perché questa chiesa aperta alla misericordia verso tutti gli impenitenti non abbia concesso i funerali a Erik Priebke. Ma forse ci sono colpe di serie A e colpe di serie B…

          Albino

  5. #Lucius   15 Febbraio 2017 at 4:34 pm

    Don Mazzi ‘buon pastore’ piu’misericordioso di Dio,facendo sedere alla Mensa del Signore anche coloro che non indossano la veste bianca,riservando loro una brutta sorpresa.Alla faccia della Misericordia !!!

    Rispondi
    • #Alessio   15 Febbraio 2017 at 7:41 pm

      Questo qua ha la faccia di uno che si siede spesso in osteria, altro che Mensa del Signore!
      E’ tipo da “ombra de vin”, o per meglio dire da “obre”, al plurale.

      Rispondi
      • #Maria   15 Febbraio 2017 at 10:59 pm

        Alessio
        non sapevo che anche a Milan conoscessero le ” ombre de vin “.

        Rispondi
  6. #Diego   15 Febbraio 2017 at 4:41 pm

    Un altro eretico che ha dimenticato le Scritture e il Magistero!

    “Se uno è un usuraio o un trafficante d’armi ma è buono gli do lo stesso la Comunione”
    Questa frase non è più blasfema di quella dell’eretico Mazzi, che pretende di decidere lui chi è buono e chi è cattivo, fregandosene delle Leggi di Dio!

    Rispondi
  7. #jb Mirabile-caruso   15 Febbraio 2017 at 7:30 pm

    Don Mazzi: “Se la Chiesa va avanti, bene, io comunque vado per la mia strada. E se
    ………………..vedo che uno è divorziato o è omosessuale ma negli occhi ha lo sguardo
    ………………..della bontà, io la comunione gliela do lo stesso”………………………………….

    È il caso tipico della grande maggioranza dei cosiddetti preti di strada: ai loro occhi la perversione Umana è cosí costante da diventare una cosa de tutto normale, al punto di “andare per la propria strada”, che è come dire “mettersi in proprio”. Un atto di arroganza ed abuso di potere di cui non si rendono assolutamente conto.

    Penso che la Chiesa – quando ritornerà dalla Sua lungissima assenza – farebbe bene a disciplinare i preti di strada nel senso di obbligarli a saltuari periodi di sacerdozio lontano dal contesto ‘strada’ onde offrire loro la possibilità di riancorarsi a quella realtà dottrinale che, ovviamente, hanno perduto di vista.

    Rispondi
  8. #Gian Marco   15 Febbraio 2017 at 7:34 pm

    Buonasera a tutti,
    avrei una domanda da rivolgere a Don Mazzi (nonché a Papa Francesco, per dire): Lei si rende conto che concedere la Comunione a chi si trova in stato di peccato mortale – mi riferisco agli adulteri, ché tali sono i divorziati risposati, e non agli omosessuali (per cui si imporrebbero dei distinguo) – non è un atto di misericordia, ma l’esatto opposto? Infatti equivale a somministrare la condanna con cui quei poverini dovranno poi fare i conti!

    Rispondi
    • #lister   16 Febbraio 2017 at 10:05 am

      “…e non agli omosessuali (per cui si imporrebbero dei distinguo)…”
      Gli stessi distinguo posti da San Paolo???

      “Non illudetevi: né immorali, né idolatri, né adulteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il regno di Dio”

      Anche lei si accoda al pensare comune secondo cui gli omofili sono persone normali o è omofilo lei stesso insieme al cosiddetto “don” Ca..i??

      Rispondi
      • #Gian Marco   16 Febbraio 2017 at 7:32 pm

        Buonasera lister,
        secondo lei la Comunione andrebbe rifiutata ad un omosessuale che non ostenta la sua situazione e che vive in castità?
        A questo distinguo mi riferivo.
        Quanto alla sua domanda, non credo che l’omosessualità sia normale.
        Cordiali saluti.

        Rispondi
        • #lister   16 Febbraio 2017 at 8:44 pm

          Buona sera, Gian Marco.
          Fino a pochi anni fa, l’OMS diceva che l’omosessualità è un disturbo mentale, poi, su pressione della lobby LGBT, dice che è normalità.
          Molti psicologi, purtuttavia, continuano a dichiarare che si tratta di disturbo mentale e, come tale, può essere curato.
          Se un omosessuale non si fa curare e persiste nel suo stato, lo fa perché gli piace vivere in castità o non si fa curare perché gli piace vivere la sua depravazione?
          Ricambio i graditi saluti.

  9. #Luca   15 Febbraio 2017 at 8:35 pm

    Sempre in tv, don funzionale al sistema. Chiesa divisa e questo contribuisce del suo.

    Rispondi
  10. #massimo trevia   15 Febbraio 2017 at 9:02 pm

    don mazzi:carnefice del corpo di Cristo.

    Rispondi
  11. #mah   15 Febbraio 2017 at 9:45 pm

    Cristo eretico? Forse è lui l’eretico finto prete che non sa nemmeno cosa sia una talare! Scommetto che l’ordinazione manco è valida visto quello che combina coi vip….

    Rispondi
  12. #bbruno   15 Febbraio 2017 at 11:48 pm

    la sua comunione DON Mazzi la può dare anche a un cane ( la comunione di queste messe ‘bastarde’ vale zero, l’abbiamo capita???)

    Rispondi
    • #Maria   16 Febbraio 2017 at 9:06 am

      Bruno
      può starci anche questa…. sua,oltre tutte le altre….

      Sorprende sempre piu’, la sua determinata convinzione, di aver individuato da che parte sta la – la verità -.

      Non tutti sono ammessi alla scuola di Cristo; se non, i puri di cuore….

      Rispondi
      • #Diego   16 Febbraio 2017 at 10:19 am

        Perché TU, Maria, saresti una pura di cuore?
        E se Bruno non può giudicare don Mazzi, perché tu potresti giudicare Bruno?
        Tu credi di sapere dove sta la verità?
        Hai una minima idea di CHI o CHE COSA sia la Verità?

        Rispondi
        • #Maria   16 Febbraio 2017 at 10:14 pm

          Diego
          io non giudico la persona di bbruno ” che è ad immagine e somiglianza di Dio”,ma i suoi giudizi crudeli verso persone ” pure loro ad immagine e somiglianza di Dio”.

          Signor Diego, Dio e’ Verità; e dove posso trovare il mio Dio se non in ogni persona che mi vien portata a conoscere anche se,in un corpo di peccato.
          Il Signore non abbandona mai i suoi figli fino all’ultimo momento della loro vita.

          Chi è senza peccato scagli la prima pietra…..

    • #giona   16 Febbraio 2017 at 9:59 am

      Spero Bruno che lei abbia ragione perché sennò son guai peggiori, i lefevbriani dicono che finchè c’è l’intenzione è valida ma sarebbe sacrilegio il che è tutto dire….. Alla Transustanziazione qualcuno magari crede ancora sempre che sia ancora prete e sempre che… quanti se….. meglio il SS Rosario in santa pace attendendo il trionfo della CHIESA ed adoprandosi perciò con tutti i mezzi…leciti

      Rispondi
      • #bbruno   16 Febbraio 2017 at 2:35 pm

        Sì,certo, l’intenzione di fare quello che fa la Chiesa, ‘la’ Chiesa – l’ “Una Santa Cattolica Apostolica” – , non ‘questa’ chiesa, che di non volere fare quello che ‘la’ Chiesa ha sempre fatto – essa per prima e quindi tutti i suoi adepti ( e don Mazzi seppur vecchio non sembra un patito di ‘quella’ Chiesa)- l’ha dimostrato con questa ‘messa’, pardon, ‘celebrazione eucaristica’ (tal quale la chiamano gli anglicani, come visto io di persona nella bacheca degli avvisi alla porta di una chiesa anglicana a Londra)….

        Giona, un cattolico che si prendesse l’ostia dalle mani di un pastore anglicano, nella cerimonia della Holy Communion, si comunicherebbe col Corpo di Cristo? No di certo.

        Teniamo sempre presente la correlazione tra la ‘lex credendi’ e la ‘lex orandi’, che vuol dire che uno prega come crede, e crede come prega….Non disse già il card. Ottaviani che con la Messa NO si inaugurava, e vi si manifestava, una nuova religione ?
        (cfr. Breve Esame Critico del N.O.)

        Rispondi
  13. #Neemia   16 Febbraio 2017 at 9:45 am

    Se ha la bonta’ che si legge negli occhi! Questo illuminato è un mistico, legge i cuori meglio di Padre Pio

    Rispondi
    • #lister   16 Febbraio 2017 at 10:07 am

      ?????????
      Scherza, vero?

      Rispondi
  14. #giona   16 Febbraio 2017 at 10:07 am

    http://www.exodus.it/notizie/le-parole-di-papa-francesco-04-12-2015.html?gclid=COb3-dqhlNICFVXcGQodQjYLcQ
    I 2 amiconi delle taverne illuminate

    Rispondi
  15. #Albino Mettifogo   16 Febbraio 2017 at 10:39 am

    Magnifica questa uscita di don Mazzi.

    A questo punto possiamo dire che anche Adolf Hitler aveva uno sguardo così buono quando accarezzava la sua Blondie…

    E’ sconcertante che si chiuda gli occhi su peccati mortali gravissimi solo perché il mondo di oggi non li percepisce più come tali, ma alla Verità prima o poi verrà resa Giustizia.

    Albino

    Rispondi
    • #Alessio   16 Febbraio 2017 at 11:18 am

      O anche Stalin quando si faceva fotografare con i bambini…

      Rispondi
      • #Albino Mettifogo   16 Febbraio 2017 at 2:06 pm

        E come non dimenticare le facce sorridenti di Mao Tze Tung e di Ho Chi Min?

        Albino

        Rispondi
        • #Alessio   17 Febbraio 2017 at 8:51 pm

          Infatti. Diciamolo!

  16. #JORGE MARIO "FRANCISCO" BERGOGLIO   16 Febbraio 2017 at 11:39 am

    Salve a tuti,

    me voglio predere el disturbo de escribere en questo sito de catolici tristi, che fanno i muri, con face da sotaceti e no aperti ala misericordia perchè volio chiedere escusa a Don Mazi (e no legete Nazi).
    Solo io volio dire che lui debe comprendere la mia posizione anche, io esto tratando para che anche i transesuali e tuti li altri puedano sere considerati come normali pero no puedo cosi de un momento a otro come lui me esta chiedendo. Estano ancora i catolici rompipale come queli di este sito e altri en el mundo, più de quanto se puede imaginare. Guardate solo quei quatro che se sono sveliati de colpo dopo ani e me hanno tanto molestado con eses “Dubias”, o guardate quei manifesti che me hano puesto en Roma deciendome che no soy misericordioso… io lo soy, pero con chi debo serlo, ancora no hano entendido per chi io trabajo.
    Don Mazi puede estar tranquilo, mi idea no è solo de che tuti puedan sere iguali, ma en questo caso de eliminar questi Sacramenti reaccionari inventando che è la manera para andar de acuerdo con li altri cristiani. No ve recordate la estatua de Lutero en san Pedro en el giorno de Fàtima?
    Ten paciencia, Don Mazi, io estoy cambiando tuto come tu dici e melio de como tu dici, pero più en freta de così no puedo fare.

    E voi de Radio Spada siete menos cristiani che Trump, deben vergognarse tuti.

    Rispondi
    • #lister   16 Febbraio 2017 at 3:43 pm

      Ecco la lettera di intenti di don Francisco…
      Tranquillo “don” Ca..i, con un centravanti di sfondamento così, vincerete la Coppa del Mondo FIFA (Fetenti Intrallazzatori della Fede Associati).
      Povero Trump: nun c’è trippa pe’ ggatti.

      Rispondi
    • #Alberto   16 Febbraio 2017 at 4:05 pm

      Volemos JORGE MARIO “FRANCISCO” BERGOGLIO como Papa!!!!

      Rispondi
      • #JORGE MARIO "FRANCISCO" BERGOGLIO   16 Febbraio 2017 at 9:53 pm

        Oye che parle tu de Papa, io ho deto en primero momento che io soy el Vescovo de Roma!!! Che continue, caray!
        Ancora che siguono questi catolici parlando de Papa, anche si io ho fato e facio de tuto para che esta figura desaparesca!

        Rispondi
  17. #giona   16 Febbraio 2017 at 2:22 pm

    cattolici a lu peperoncino mister iorge o devo dir miss iorge nun se sa mai a lu nostri giorni è così vario lu mondo ..e ome don milani che lessi che li amava tanti sti bimbini ch e glielo ficcava in c.o .. e lo lessi su riscossa cristiana e nun volli condcividere l’articolo ch e allu tempo me scandalizavo un pueco e nun ce vole vo credere mica tanto… che leggere che paolo carlini era un gay o una checca me dica lei come sedicce o forse la checca era lo suo amante montini o che roncalli pure amasse tanto li bimbini da fare com e dun milani e sti cani e porci e… me perdo ne lu discorso e nun so più che dicevo eh ? ah ecco nun ci credevo e dicieuvo che erano tutti tanto cativi a pensare certe cose e andreaotti ch e disse che s e faceva pecato ma si diceva vero oh ..me perdo di nuovo eh allura disuma che ..ah leggichiai anco che a assisi han sacruificato l egalline sul’ altare gli animisti africani …eh ben prima de lu circu equestre che ha fatto lei miss-mister berguglio su vaticano… e poi me lessi che pure lo budda..sa quello grasso …lo miser a lu posto de NOSTRO SIGNORE, sì nevvero lei lu sa che furono amici suoi nevvero .. e lei continua la politica che cominciosse con 58 poi fecer lu 68 e nello 78 tutti cotti..pensi mister miss lady giorgia ..nun la voglio offender mica ..lascio a chila de diceder lu s esso che semo moderni nusaltri vero? pensavamo d’esser catolici e neravamo divenuti protestanti ecchè lei che se ne ibtende almenu lutero l’ha messo da vicino epr rimirarselo benino che tanto dice l’alu prelato che lei more suicida come giuda e lutero pure… bah sa che la testa nun funziona tanto me lo dice n’amico c aro sempre sor alessaandrp ma me dimentico sempre e parlo parlo a vanvera co sordi mah cun lei nu centendiamo,.-.. eh boh che volevo di? nun so… TSO

    Rispondi
    • #lister   16 Febbraio 2017 at 8:48 pm

      Eh sì, eh sì, le ci vorrebbe un immediato TSO.

      Rispondi
  18. #Gian Marco   17 Febbraio 2017 at 8:32 am

    Rispondo qui a lister, chiedendo scusa se questa precisazione non è strettamente attinente all’articolo.

    Grazie per l’interessante spunto relativo al fatto che dall’omosessualità si possa guarire. Epperò dovremmo considerare anche l’eventualità che alcuni omosessuali siano tali per ragioni genetiche: qui una “guarigione” non sembrerebbe raggiungibile, non ora almeno, ma anche per costoro la Comunione credo possa essere possibile alle condizioni di cui sopra (non ostentazione, castità).
    Forse sbaglio, in tal caso me lo si dica: preferirei evitare di dire cose che vanno contro il Magistero – preconciliare, va da sé.
    Buongiorno a lei e a tutti i frequentatori del sito, e sia lodato Gesù

    Rispondi
    • #Albino Mettifogo   17 Febbraio 2017 at 11:12 am

      Se un omosessuale vive in castità non vedo alcun motivo per cui non possa comunicarsi.

      Albino

      Rispondi
      • #mah   17 Febbraio 2017 at 7:00 pm

        Il problema è che nella Chiesa Bergogliana (non cattolica) uno può peccare e fare i fatti suoi e prendere i sacramenti, tanto Dio è buono e ama tutti e se qualcuno gli dice che è sbagliato il suo comportamento dev’essere scacciato e massacrato.

        Rispondi
    • #Alessio   17 Febbraio 2017 at 11:31 am

      Essere pederasti non è, di per sè, un peccato come non lo è essere gobbi, nani, strabici o con le orecchie a sventola.
      Se il pederasta si astiene dal praticare la sua depravazione, non vedo perchè non debba avere diritto alla Comunione. Anzi, gli andrebbe riconosciuto un particolare merito per il suo sforzo.

      Sempre sia lodato!

      Rispondi
    • #Luigi   16 Novembre 2018 at 3:17 pm

      Gli omosessualità che vivono in castità possono tranquillamente ricevere il corpo di Cristo

      Rispondi
  19. #lister   17 Febbraio 2017 at 5:32 pm

    “Tutte le ricerche di geni le cui varianti potessero essere associate allo sviluppo dell’omosessualità hanno dato sistematicamente esito negativo” (da LE SCIENZE, Ed. Italiana di Scientific American)

    Quindi, l’omosessualità non ha cause genetiche ma è solamente un disturbo mentale e, come tale, può essere curata.
    Il pederasta, se persiste nella sua depravazione (che non la pratichi, mi pare impossibile, visto che è disturbato), lo fa perché gli piace.

    Rispondi
  20. #Agostino   16 Settembre 2018 at 4:05 am

    Gianmarco, purtroppo per le lobby LGBT non è mai stato dimostrato che essere omosessuali è una condizione genetica. Piuttosto capisco, che seguendo un percorso di guarigione sia spirituale, che psicologica è vivendo la situazione in castità (è d’obbligo), secondo un giusto discernimento di prelati che seguono la vicenda del singolo, un omosessuale, che abbia preso coscienza della sua malattia può essere ammesso al sacramento della comunione. Ti posso comunque assicurare che dare il sacramento ad una persona non pronta o in peccato mortale (per questo le condizioni in precedenza) è solo un male per la stessa persona che la riceve. Per questo bisogna stare attentissimi.

    Rispondi
  21. #bbruno   16 Settembre 2018 at 11:08 am

    ma sì, dàgli la comunione …La ‘tua’ comunione dàlla pure a chi vuoi,. ecchissenefrega…Dimmi con chi vai…

    Rispondi
  22. #Paola Datodi   19 Settembre 2018 at 9:18 pm

    una cosa diversa è, immagino, per i funerali; il caso Lucio Dalla, ricordiamo ma io ricordo cose anche di molti anni fa, in questo caso riguardo ai divorziati risposati, e notorii trattandosi di “vip”; era più di 40 anni fa,ero una ragazza curiosa,ammetto, ma con il Verano vicino all’Università era facile…mi è rimasta impressa una volta, non faccio nomi,ma mi fece un brutto effetto che molta gente cercasse in realtà i vari “vip” presenti chiamandoli per nome, volevano l’autografo?

    Rispondi
  23. #Fabio Arancio   16 Novembre 2018 at 2:09 pm

    Eresia, eresia, eresia. Dobbiamo pregare per gli eretici, affinché Maria apra loro il cuore e ritrovino la verità. Quale disgrazia.

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.