Francesco: cristiani e musulmani, diversi ma uguali, tutti figli di Abramo

179471-696x435

 

“La speranza contro ogni speranza” è stato il tema al centro della catechesi guidata dal papa ieri mattina [29 marzo] in piazza San Pietro. Prima dell’udienza generale, nell’auletta Paolo VI, Francesco aveva incontrato il Comitato Permanente per il dialogo tra il Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso e le sovraintendenze irachene: sciita, sunnita e quella per cristiani, yazidi, sabei/mandei.

Nel suo saluto, il Pontefice, richiamando il saluto del cardinale Jean-Louis Tauran, presidente del dicastero vaticano competente, ha sottolineato come si sia tutti fratelli e che dove c’è fratellanza c’è pace. «Noi – ha aggiunto il Papa – siamo figli di Dio, tutti. E abbiamo un padre comune sulla terra: Abramo, e da quella prima “uscita” di Abramo, poi veniamo, fino ad oggi, tutti insieme. Noi siamo fratelli e, come fratelli, tutti diversi e tutti uguali, come le dita di una mano: cinque sono le dita, tutte dita, ma tutte diverse».

Io – ha proseguito Bergoglio «ringrazio Dio, il Signore, che ci ha aiutato ad essere riuniti qui. Il vostro dialogo tra voi, la vostra visita è una vera ricchezza di fratellanza, e per questo è una strada verso la pace, di tutti. La pace del cuore, la pace delle famiglie, la pace dei Paesi, la pace del mondo». E a suggello dell’incontro al Papa sono stati donati una copia del Corano e un mantello tradizionale.

 

Servono commenti? No. [RS]

 

 

Fonte: Avvenire, L’Osservatore Romano

 

 

 

 

36 Commenti a "Francesco: cristiani e musulmani, diversi ma uguali, tutti figli di Abramo"

  1. #Diego   30 marzo 2017 at 1:37 pm

    L’eresiarca Bergoglio non riconosce il valore del Battesimo!

    • #Catholicus   30 marzo 2017 at 10:18 pm

      Bravo Diego, non possiamo definirlo in altro modo, quest’uomo al servizio del nemico di Cristo e dell’umanità intera. Bisogna pregare che il Signore lo fermi prima che porti a dannazione milioni di aime.

      • #Diego   31 marzo 2017 at 5:16 pm

        Grazie, caro Catholicus!
        Concordo completamente con ciò che hai scritto.

        • #NIceforo   21 aprile 2017 at 11:13 am

          Sembra, a me, che il VdR ignori che per i musulmani (è scritto nel corano e, visto che gliene hanno donato una copia, la legga) Allah non ha figli, non è padre. Noi quindi non possiamo essere fratelli. Lui, non ignora, semina confusione, come sempre!!! Altro che mantenere salda la Fede delle anime affidategli. Come pietra non pare solida ma liquida, fluida. Voglio riferirvi il senso di una frase, pronunciata dal VdR in un incontro multiculturale (cercate il video su YouTube). Dio è uno solo, a chi ha parlato in un modo a chi in un altro. RELATIVISMO RELIGIOSO alla massima potenza. RELATIVISMO —> INDIFFERENTISMO —–> ATEISMO PRATICO. Grazie!

  2. #Gian   30 marzo 2017 at 2:56 pm

    L’Iman de noantri. Tanto, Vangelo e Corano paro paro, secondo il prossimo catechismo riformato, vero bergoglione? Signore pietà.

  3. #Alessandro   30 marzo 2017 at 2:58 pm

    Quante bugie!!! Basterebbe la lettura del Corano, sura IV, vv. 171-2: “O Gente della Scrittura, non eccedete nella vostra religione e non dite su Dio altro che la verità. Il Messia Gesù, figlio di Maria non è altro che un messaggero di Dio, una Sua parola che Egli pose in Maria, uno Spirito da Lui [proveniente]. Credete dunque in Dio e nei Suoi messaggeri. Non dite “Tre”, smettete! Sarà meglio per voi. Invero Dio è un dio unico. Avrebbe un figlio? Gloria a Lui!”

  4. #bbruno   30 marzo 2017 at 3:08 pm

    Solo che, caro il mio Sommo Imbroglione ( e Ignorantone) , noi siamo figli di Abramo in Isacco, e di qui siamo figlio di Dio in Gesù Cristo; loro, questi tuoi identici a te stesso, non-cristiani, sono figli di Abramo in ISMAELE, il primo circonciso e quindi il primo destinatario dell’ Alleanza! Alleanza disconosciuta da Dio, perché stabilita successivamente con Isacco (Gen 17), il “figlio della libera”.

    Noi leggiamo Galati 3,17, ed è la nosta parola, e ce ne sbattiamo delle tue parole insulse e di te, che nemmeno sai leggere il Corano dove si dice: “Noi abbiamo fatto alleanza con Abramo e ISMAELE” Cor..2,125. E per questo tu i tuoi amici e pari musulamani, siete figli di Ismaele, “figli della schiava”, e non figli di Dio in Gesù Cristo tramite Isacco, e quindi ancora schiavi del peccato, irredenti – sempre Galati – e destinati alla morte, non importa la vostra negazione del peccato e della redenzione… TOGLITI dai piedi e vai a vivere alla MECCA, papà Satàn Bergoglio….

  5. #JORGE MARIO "FRANCISCO" BERGOGLIO   30 marzo 2017 at 4:20 pm

    Io ve ringrazio, cari frateli islamici, por aiudarme a destruire el Cristianismo, voi de una forma e io de otra.
    Voi sapete muy bièn che potete siempre contare conmigo, como io puedo siempre contare con voi.

  6. #bbruno   30 marzo 2017 at 10:10 pm

    Il Corano non fonda nessuna ‘nuova’ religione, in aggiunta o in contrasto con quella giudaica e cristiana: pretende invece di svelare , e quindi imporre, la sua ‘via’, fondata sulla giusta ed unica tradizione ricevuta da Abramo, quella famosa ‘qibla’ sulla quale l’ umanità intera deve sintonizzarsi nella sua adorazione del Dio ( da non interpretare banalmente, come si fa, come una indicazione di tipo geografico). “Questa è l’affermazione centrale, capitale, profondamente innovatrice, contenuta nella seconda sura del Corano.Essa elimina, a beneficio di Ismaele e della sua razza, l’elezione esclusiva, il privilegio singolare di Isacco, per passarlo ad Ismaele, considerando la separazione e la concorrenza delle religioni giudaica e cristiana come uno ‘scisma posteriore’ dall’ alleanza primigenia di un Dio che ‘non cambia’ la sua alleanza, che rimane il primo, l’anteriore a tutti tempi” (cor.2,80). (Cfr.Bonnet-Eymard).

    Di qui il senso della loro Guerra Santa, ‘santa’ perché intesa a ristabilire la giusta adorazione del Dio . Guerra quindi, a non finire, “finché nel mondo non sarà stabilita l’unica vera religione”!

    E qui cadono tutti i discorsi fasulli o malignamente posti, di dialogo o incontro o addirittura ‘UGUAGLIANZA’ nella diversità! Nessuno incontro nessun dialogo, nessuna uguaglianza nessuna fraternità, con chi ha inquinato la parola di Abramo! Parola di Corano.

    E perché noi, in nome dell’ amicizia con l’Islam, dovremmo agire contro le stesse indicazioni del Corano, il ‘libro santo’ (Woitila) dell’ islam? Un po’ di rispetto, su! Ascoltiamo il giusto richiamo e convogliamo tutti nel giusto solco dell’Alleanza, adorando finalmente il Dio (Allah) secondo la retta tradizione o ‘qiblat’!

  7. #bbruno   31 marzo 2017 at 11:23 am

    “tutti diversi e tutti uguali”… certo, come le scimmie e l’uomo: tutti appartenenti alla stessa famiglia animale…

  8. #Supercirneco   31 marzo 2017 at 2:17 pm

    Mi scusassero
    Quindi significa che per andare d accordo con muslim e talmudici devo professare di credere in un unico Dio
    Ma rinnegare Gesù Cristo Figlio di Dio
    vero uomo vero Dio ?

    Égalité fraternité inculatè!

    • #bbruno   31 marzo 2017 at 9:00 pm

      non so se ti riferisci al mio commento, ma mi sembrava inequivocabile che il mio invito fosse in tono sarcastico…per mettere maggiormente in luce l’insipienza o l’inganno del Berghimbroglio & Contorno ….

    • #bbruno   31 marzo 2017 at 9:53 pm

      però leggo ora che c’è qualcuno che non usa il tono satirico, ma seriamente e letteralmente dice, in un’ intervistall’ Ansa, che l’Occidente – cioè noi – dobbiamo CEDERE all’islam in nome dei valori cristiani!!! Questo qualcuno è il Preposito generale dei gesuiti, l’amico e sosia (Sosa) di detto papa Bergoglio: le due campane che suonano in perfetto accordo…

      Siamo qui perfettamnete nella logica del Corano, quella basata sull’ affermazione che la via giusta ed unica al Dio è quella da esso libro indicata….Altro che ritorno a Cristo, altro che balle di nuova evangelizzazione…. O è questa la nuova evangelizzazione, il nuovo LIETO annuncio???

      Tutti intruppati nell’ Islam e pace a tutti noi! E i cristiani (cattolici) si lasciano consegnare intontiti e felici come sono nelle braccia del Grande e Misericordioso…

      • #Francesco   17 aprile 2017 at 10:32 pm

        bbruno
        “dobbiamo CEDERE all’islam in nome dei valori cristiani!!! Questo qualcuno è il Preposito generale dei gesuiti,”
        Se ti ritrovi il link dove è riportata tale affermazione mi faresti una cortesia.
        Grazie
        Francesco

        • #bbruno   18 aprile 2017 at 3:59 pm

          Francesco, non so più che fare , la mia risposta non passa…

        • #bbruno   18 aprile 2017 at 4:26 pm

          cercherò di essere generico, forse dare i link precisi non si può.

          Le parola di Sosa sono contenute in una intervista rilasciata dallo stesso
          all ANSA…. Cerc allora: Sosa. Ansa- cedere all’islam in nome dei valori cristiani .

          –cedendo all’isalm, quindi, facciamo trionfare i valori cristiani… cedendo all’ l’islam, noi pratichiamo i valori cristiani… e allora l’islam, attraverso il nostro cedimento ad esso, promuove, mette in luce fa valere dà concreteazza ai valori cristiani!!!!!!!

          Ma questi debbono pure avere una corrispondenza in una verità cristiana, perché non siano carta straccia…. Ma ubi est veritas? Ma dove è la parola di Cristo che la fonda? “Mica c’erano i registratori a inciderla allora” (citazione da Sosa Abascal, sempre lo stesso ).

          E allora? Ah già, non c’erano i registratori, allora, ma ora abbiamo Sosa Abascal, il generale dei gesuiti, il papa nero, e il suo Sosia, il pappa bianco del vaticano (l’ “identico” a lui) Bergoglio: e questi sanno – DISCERNENDO- quello che Gesù ha detto , e quindi quanto su quella parola è diventato valore cristiano…..

          E pensare che prima di questi SUPER ILLUMINATI conciliari, gli altri prima di loro, in nome dei valori cristiani l’islam lo combattevano e lo respingevano come immondezza davanti a Dio… e come pure violenza…

          Certo, mancanza di discernimento…. (ma che andassero finalmente a c.—re: che stiamo a discutere con questi??? Fumati sono e fumati quelli che li ascoltano)

        • #Maria   18 aprile 2017 at 7:34 pm

          Francesco
          che significa CEDERE all’Islam,non compredo.
          Vuol dire fare la loro volontà? Oppure ignorarli? Io non penso a questo. Io invece dico di rendersi conto che provengono da culture diverse sviluppate si in tempi lunghi.Non si può fare un paragone con noi per la grande diversità di valori da parte nostra acquisiti con la fede che da 2000anni abbiamo posto in Cristo Gesù vero Dio e vero uomo.

          Non dobbiamo dimenticare pero’ che, per il fatto di essere cristiani, ci è stato insegnato che siamo tutti figli di Dio: abbiamo tutti lo stesso Padre, ed in un certo qual modo dobbiamo considerarci fratelli,rispettandoci l’un l’altro se non proprio amandoci……
          Forse noi, proprio perché cristiani, ci è maggiormente consentito comprenderne la diversità.

          La frase di Gesù che disse: Amatevi come io ho amato voi,non credo che si riferisse a solo noi quattro gatti: cristiani più a parole che a fatti.

          Io auspico ci sia maggior apertura per un vivere migliore.Se fortemente crediamo a questo forse la ” Grazia di Dio potrebbe darci una mano….”

  9. #bbruno   31 marzo 2017 at 2:46 pm

    Si richiamano, certo, ad Abramo come a loro padre e anello primo dell’ alleanza tra Dio e l’umanità ma affermano che questa alleanza viene trasmessa per il tramite primo di Ismaele : “ In quel tempo abbiamo consacrtata la ‘casa’ perché gli uomini vi ritornassero fedelmente e celebrassero il ‘luogo di Abramo’ con delle preghiere; e noi abbiamo fatta alleanza con Abramo e con ISMAELE…” 2.125. “ Noi crediamo al dio e a ciò che lui ci ha rivelato, e che fu rivelato ad Abramo, a ISMAELE, ad Isacco, a Giacobbe e alle tribù…” 2,136

    Il sogno dei credenti musulmani è quello di ristabilire le fondamenta del tempio di Salomone, e ciò sarà fatto da Abramo e dal figlio suo ISMAELE: “Allora Abramo rifonderà le fondamenta del tempio, unitamente ad ISMAELE” 2, 127.

    Le altre due derivazioni religiose da Abramo, quella giudaica e quella cristiana, sono abusive: vanno eliminate, in quanto degenerazioni che offendono il Dio. Sono escrescenze – scisma, le chiama il corano – da tagliare, perché trionfi il vero culto al Dio:
    «Combattete coloro che non credono in Allah e quelli, fra la gente della Scrittura, che non scelgono la religione della verità». 9.29
    «Combattete per la causa di Allah uccideteli ovunque li incontriate, scacciateli. Combatteteli finchè il culto sia reso solo ad Allah»2,190.

    E noi se vogliamo andare d’accordo con loro, vivere in pace con loro, dobbiamo dire AMEN! La Guerra loro contro di noi, non è una degenerazione di fanatici, ma è l’essenza del loro dovere religioso di musulmani: quello di ristabilire il culto vero del dio, e in tal modo rendere onore al dio! Dunque Guerra Santa! Si considerano i cavalieri di Allah, il braccio armato di Allah, per il trionfo di Allah, ad ogni costo: votati loro stessi alla morte per la causa della loro guerra, la guerra di Allah: violenti anche contro se stessi pur di portare violenza e terrore e sottomissione.. Grande religione di PACE davvero!,

  10. #JORGE MARIO "FRANCISCO" BERGOGLIO   31 marzo 2017 at 8:55 pm

    Ma cosa volete che me ne frega, para mì va tuto bene, basta che està en contra dei catolici.
    Poi che sean islamici, finochi, masoni, abortisti, o quelo che volete me cambia poco.

  11. #Adriano   1 aprile 2017 at 11:33 am

    Ho letto che la comunità islamica ha offerto a Bergoglio il Corano che ha accettato con gioia, ma a sua volta il Papa ha regalato agli islamici il vangelo?

    • #Alessio   1 aprile 2017 at 7:54 pm

      Il Bergoglione accetterebbe con gioia anche una rivista di pederasti, come sembra ammettere un paio di commenti sopra, purchè sia qualcosa di contrario al Cattolicesimo.
      Quanto alla domanda se il Papa abbia regalato un Corano, non mi risulta che Pio XII un Corano l’abbia neppure mai visto. Figuriamoci regalarlo!

      • #bbruno   1 aprile 2017 at 9:28 pm

        io credo invece , Alessio, che Pio XII lo abbia visto e letto, il ‘nobbile’ Corano! perché mai come in questo caso è vero il detto: se lo conocsci lo eviti – cioè lo fuggi come l’ORRORE massimo!
        Perché tanti cristiani si lasciano incantare? perché non lo conoscono e si affidano al ‘magistero’ del Sommo Imbroglio, che solo perché apparentemente impartito dal sacro Soglio, appare indiscutibile come oracolo divino!

        • #Alessio   2 aprile 2017 at 2:42 am

          Forse l’avrà letto, ma poi l’avrà usato come combustibile per il camino, che poi è uno degli usi più indicati.
          Quanto al farsi ingannare, per credere alle balle del “caro dolce immigrato islamico” non aver letto il corano non basta : bisogna anche essere irrimediabilmente cretini.
          A cosa serve leggere un libro quando i suoi seguaci si qualificano già perfettamente con le opere concrete e con le intenzioni manifestate?
          Inoltre, il fatto che il Sommo Imbroglione propaghi velenosissime idee che se applicate segnerebbero la morte dell’Europa è un altro elemento che dovrebbe fare pensare… come può ‘sto qua essere un Papa se ciò che sostiene avrebbe come risultato la fine di ciò che resta dell’Europa Cristiana?

    • #bbruno   2 aprile 2017 at 5:26 pm

      e non lo farà mai. sa bene il nostro Pastore-Macellaio che un’ offesa tale i suoi fratelli non la sopporterebbero: il vangelo è merce scaduta peri musulmani, il Corano è la parola Nuova ed ultima del Dio, esattamente come per il nostro creduto Pastore, che in abito bianco, e scarponi da gringo, ci sta portando tutti al macello, perché trionfino gl’interpreti ultimi del dio!

  12. #bbruno   1 aprile 2017 at 9:10 pm

    Ma sì, prendiamola persa , noi e i nostri valori cristiani. Dove sono i nostri valori cristiani’. Anzi, ci vergogniamo persino di nominarli ‘cristiani ‘ e li diciamo laicamente valori secondo il nostro vivere occidentale! Che è un vivere che non ha nulla di cristiano…a cominciare dalla vita pubblica dove abbiamo messo il valore ‘democratico’ delle maggioranza a criterio delle nostre leggi, del ‘giusto’ e dell’ ‘ingiusto’, tutto secondo un codice che non ha nula più che si rapporti a Dio, ai diritti di Dio, il Creatore e Legislatore, ma tutto all’uomo, ai diritti dell’uomo, che in nome di questi stabilisce come legge le perversioni della sua natura. Inutile fare l’esemplificazione, tanto questi valori occidentali e i loro effetti sono sotto gli occhi di tutti, e ce ne vantiamo, come segni di una civiltà fondata sulla LIBERTA’! Libertà senza vincoli senza condizinamenti senza ragionamenti senza buon senso…Che LIBERTÀ! Per finire scandalizzati indignati incazzati perchè a Bologna nella laicissima democraticissima ‘antifassistissima’ Bologna una mamma – islamica, non cristiana, soprattutto NON-OCCIDENTALE -si è peremessa, inaudita violenza, di rapare la sua giovane figlia quattordicenne per punizione al suo rifiuto di portare il velo!!! Quella stessa Bologna , quegli stessi Bolognesi, espressione esaltata del vivere occidentaele, del vivere democrtatico, che non si stanca mai in nome della democrazia dell’ antirazzismo e dell’ ‘antifassismo’ di elogiare rispettare ammirare assecondare accontentare ascoltare quella stessa gente, che poi guai se si permettono, in base alle loro leggi alla loro cultura – oh, quulle culture e civiltà tutte uguali, tutte ugualmente degne ( ricordate Prodi?) – di applicare nella propria comunità quelle regole che quella comunità di gente fonda! E noi cosa gli opponiamo ? Bella no, le pance delle ragazze e le cosce scoperte fino all’inguine e le tette al vento, i ragazzi liberi di drogarsi e massacrarsi in discoteca o appena fuori, e i tradimenti e i passaggi continui da un letto all’altro, e i femminici come conseguenza, e gli accoppiamenti intra-sessi, e le varianti gender e i ventri in affitto e i suicidi assistititi e finanziati, come no?- dallo Stato! Fantastica mondo occidentale, fantastica civiltà da difendere e da fare prevalere, e alla quale -in nome della democrazia e del rispetto – sottomettere gli altri, i diversi… E noi a gridare: non ci faremo intimidire, non ci faremo togliere le nostre LIBERTÀ!

    E allora vengano vengano e facciamola finita: nemmeno il coraggio di resitere abbiamo; l’unica cosa che riusciamo a fare è mandare due carabinierei a ‘sgridare’ quella mamma che così non si fa, e intanto guai a mettere i bastoni tra le ruote all’avanzare dell’arroganza e della protervia musulmana! E guai a pensare di reagire al progressivo e travolgente e continuo (e finanziato) traslocamente dell’ Africasia sul nostro territorio! Nel nome, certo, della solidarietà dell’accoglienza del dialogo dell’incontro delle ‘CULTURE’… Sì certo, da integrare assimilare incorporare… già, senza nemmeno sapere, anzi sapendo benissimo, su qule dei due estremi andrà a compiersi l’integrazione l’assimilazione l’incorporazione!

    Arrendiamoci e basta, e vengano loro, come dice il nuovo Generale dei gesuiti, l’Abascal Sosa del Pappo FrancIesco, a difendere i valori cristiani, anche se sarebbe meglio dire, a vendicare i valori cristiani traditi e ridicolizzati, a farci pagare finalmente in nome di quella vendetta, una grande totale abissale PENA del CONTRAPPASSO: all’indecenza dello svelamento totale dei corpi l’ imposizione del velo integrale: le femmine ridotte a scafandri della ‘muerte’; le femministe gracidanti e petulanti sottomesse al giogo del maschio eletto di Allah, e quando non stanno più al gioco imposto, via un messaggino e sono liquidate, senza nemmeno avere gli alimenti…

    Ricordate Ciacco il ghiottone e la sua punizione? amante sfrenato delle prelibatezze culinarie in terra, ora all’inferno costretto a stare sdraiato nel fango sozzo sotto una pioggia greve e maleodorante…. AUGURI al nostro CONTRAPPASSO già qui in terra. Perché Dio si sa non paga solo il sabato!

  13. #19   2 aprile 2017 at 1:26 am

    “Basterebbe la lettura del Corano…”

    E infatti non vedo niente di piu’ anticristiano della sura che citi. Perche’ se Gesu’ non fosse vero uomo e vero Dio il suo sacrificio non avrebbe senso (e infatti si nega pure quello). Piu’ conosco l’islam* piu’ colgo un aspetto antagonista invece che propositivo. Che cosa aggiunge rispetto a quanto detto da Cristo? Quante altre religioni perdono tempo a dire che la narrativa di un’altra religione va interpretata diversamente? Al limite, si taglia corto e via, il mio dio e’ vero i vostri no.
    Fortunatamente ben pochi islamici colgono il senso anticristiano e cercando di piacere a Dio padre riescono a non essere avversari di Cristo. Tanti i chiamati, pochi gli eletti, tanti auguri.

    *)scusa la minuscola, ma la sottomissione e’ la rinuncia alla liberta’ che Allah come lo chiami tu ti ha dato e quindi non la rispetto. Se vuoi che io agisca in verita’ mi CONVINCI, non mi SOTTOMETTI o la mia sottomissione non vale niente. Tale Gesu’ non ha mai costretto nessuno, come mai?

  14. #bbruno   3 aprile 2017 at 9:29 pm

    ma sì, diamogliela vinta…e viviamo in pace. Non dice il Corano che la guerra civile è la peggior disgrazia? in fondo ci sono tanti islam (tanti corani no….): oh come è bello quello sufi – lo stanno dicendo ancora adesso dei preti su Striscia la Notizia….E allora sufisizziamoci, e voilà l’abbraccio garantito! .

    Ma se poi ci sono anche quelli quelli che scelgono l’islam tagliagole, come la mettiamo con la pace???

  15. #bbruno   5 aprile 2017 at 11:56 am

    Leggo sul commento a margine della mostra a Rimini “300 anni di Massoneria”:

    “24 giugno 1717 a Londra: nasce la massoneria moderna. Uomini di cultura e di ricerca, ma anche della religione, della politica e della economia, si trovarono così in ‘logge’, ispirate a principi etici e spirituali, che consentivano ai loro aderenti di stare insieme in piena libertà di espressione e di pensiero. Logge costituite da uomini che dialogavano tra loro e crescevano in spirito alimentandosi della conoscenza reciproca. Pur nella diversità.”

    Appunto, qui è decretato tutto lo spirito della nuova religiosità conciliare , quella che Bergoglio – che non ha ritegno alcuno- ha esemplificato con la sua idiota analogia delle cinque dita della mano che sarebbero ‘uguali’ pur nella ‘diversità’ delle loro forme, per cui i musulmani e i cristiani (e…e… e…) seppure diversi debbono sentirsi uguali e stare insieme, altrimenti la “’mano” come farebbe a a funzionare???? (come se le dita della mano rispondessero a centrali di comando diverse, seppure attaccate sullo stesso palmo. Che genio ‘sto il Bergoglio, vera attrazione del Circo Conciliare!!!

  16. #Maria   18 aprile 2017 at 9:50 am

    Signori
    vi siete mai chiesti se voi foste stati destinati…..ad essere – mussulmani invece che cristiani? – Non è per caso che il ” padreterno” abbia avuto un occhio di riguardo nei vostri confronti, prima ancora che abbiate acquisito conoscenza di chi, è perché,siete arrivati ad essere quello che oggi siete nel vostro insieme di persone?

    Penso sia cosa buona saper fare, di tanto in tanto il percorso all’inverso, per capire,perlomeno,da dove si è partiti….

    Non perdiamoci in tante conoscenze devianti; Gesù il Cristo per chi ha ricevuto la Grazia di conoscerlo non dovrebbe essere così difficile da capire: a parole….ma, la messa in pratica e’ tutt’altra cosa.

  17. #bbruno   19 aprile 2017 at 8:57 am

    CEDIAMO all’ islam e faqcciamola finita! Certo, in nome dei valori cristiani…..

    Ora l’ Odiatore Sommo del nome cristiano, Francesco, va in Egitto, e “con Bartolomeo s’accompagnerà coi cristiani copti e islamici” (Avvenire).

    Appunto; coi cristiani COPTI e ISLAMICI: gli islamici, una tra le varie categorie di cristiani ( sicut erat in principio)!

    Abbracciamoci e sottomettiamoci, i cristiani islamici ad Allah, noi ai cristiani islamici!

  18. #bbruno   19 aprile 2017 at 6:48 pm

    ho detto troppo chiamandolo Odiatore Sommo dei cristiani questo Bergoglio? Tra i cristiani cristiani e i cristiani islamici, come li chiama Avvenire (un lapsus?) – il giornale lustrascarpe di bergoglio – questo Bergoglio chi pensate che preferisca? E se tutte le sue attenzioni sono per i cristiani islamici, che non sia mai che vengano detti terroristi tagliagola violenti e distruttori, allora vuol dire che i reprobi sono i cristiani- cristiani, in primis i cristiani cattolici, che lui dice di pascolare dal sommo soglio…e che si debbono coprire di VERGOGNA, loro sì…

  19. #bbruno   20 aprile 2017 at 5:03 pm

    leggo su un giornale:

    “Nel Medioriente è già pulizia etnica. I cristiani sono a rischio di estinzione
    Crocifissi, decapitati, violentati: solo in Irak da un milione e mezzo sono scesi a 300mila. Ma ormai sono in fuga dappertutto”.

    Là sono a rischio di estinzione: qui si sono estinti già del tutto. Ma abbiamo pur sempre un papa a Roma, e che papa!!!

    • #lister   20 aprile 2017 at 7:03 pm

      Un pappa (oops!) che chiama “fratelli” quelli che stanno sterminando i Cristiani…

      • #bbruno   20 aprile 2017 at 8:58 pm

        ma niente paura, #lister, stanno cedendo all’ islam in nome dei valori cristiani…E quindi evviva i valori cristiani! Per questo esulta il Gran Patrono di detti valori, e chiama ‘frateli’ quelli che operano per farli trionfare!

  20. #Maria   20 aprile 2017 at 11:42 pm

    D’altra parte le profezie parlano chiaro dell’accanimento di Satana contro i cristiani e, non è detto che ci sia sempre al nostro comprendere un modo facile per fermarlo….

    Quindi, a mio avviso, non so quanto sia determinante per dei risultati, pensando a varie strategie.

    Forse non ce ne rendiamo conto,che qua, il problema non sono tanto i cattivi Islamici, che tutti poi non lo sono; qua ci stanno – forze di morte che non conoscevamo prima – che vanno ben al di la, di quello che vediamo o sappiamo.

    Da persone cristiane bisognerebbe meglio interpretare ciò che sta succedendo in questi ultimi tempi.Piuttosto che abbandonar si all’odio, pregare affinché il Signore ci possa illuminare su che decisioni prendere.

  21. #bbruno   21 aprile 2017 at 9:23 pm

    e oggi il pappo-imàn che ha da dire sul nuovo caso di sangue a Parigi? Se quelli, faccia di caprini e cammelli incrociati, sono suoi ‘frateli’, abbiamo capito che mostro siede in vaticano a protezione dei cristiani!