La FSSPX in riparazione delle cerimonie a-cattoliche

logo_fsspx

Con piacere apprendiamo dal sito del distretto d’Italia della FSSPX che sono state organizzate in tutti i priorati d’Italia attività in riparazione degli scandalosi “vespri anglicani” che verranno celebrati in San Pietro il 13 marzo prossimo venturo. Già avevamo menzionato l’iniziativa di Via della Conciliazione e a Reggio Emilia, nonché il punto sulla questione di don Mauro Tranquillo. Di seguito il programma. [RS]

Lunedì 13 marzo,
in riparazione per lo scandalo,

dei vespri cantati in modo solenne dagli eretici e scismatici anglicani nella Basilica San Pietro

 il Distretto italiano della Fraternità San Pio X organizza
S. Messe, Litanie, Rosari, Compiete riparatorie
a Roma, a Torino, a Rimini, a Silea

“É proibito ai fedeli in qualsiasi modo assistere attivamente o prendere parte a funzioni acattoliche.”

CJC Can. 1258.1

A Roma – cappella di via Urbana

16.00 – S. Messa di riparazione “Pro unitate Ecclesiae” (anticamente “Ad tollendum schisma”).

17.30 – S. Rosario in via della Conciliazione con la Milizia dell’Immacolata.

 

A Torino – in cappella

18.00 – S. Rosario.

18.30 – S. Messa di riparazione “Pro unitate Ecclesiae” (anticamente “Ad tollendum schisma”).

 

A Rimini – in Priorato

18.30 – S. Messa di riparazione “Pro unitate Ecclesiae” (anticamente “Ad tollendum schisma”).

a seguire – Esposizione del Santissimo Sacramento

canto solenne delle litanie dei Santi, Adorazione silenziosa.

20.45 – Ufficio di Compieta.

21.05 – Benedizione eucaristica di chiusura.

 

A Silea – in Priorato

18.00 – S. Messa di riparazione “Pro unitate Ecclesiae” (anticamente “Ad tollendum schisma”).

a seguire – Esposizione del Santissimo Sacramento

e recita del S. Rosario, Adorazione silenziosa.

20.45 – Ufficio di Compieta.

21.05 – Benedizione eucaristica di chiusura.

3 Commenti a "La FSSPX in riparazione delle cerimonie a-cattoliche"

  1. #bbruno   10 Marzo 2017 at 1:40 pm

    non preghiere (solo preghiere) ma sconfedssione aperta: ANATEMA SINT!

    Rispondi
  2. #TEOFILATTO   13 Marzo 2017 at 3:54 pm

    Qualcuno poi dovrà fare una Messa di riparazione per le Messe della FSSPX celebrate in comunione con Bergoglio: no?

    Rispondi
  3. #BK   14 Marzo 2017 at 4:54 pm

    Gli è che lo sparuto manipolo di cattolici fedeli alla Tradizione, in balia di tempeste, disorientato, gradirebbe una linearità nei comportamenti. Oggi si prega in riparazione dell’ennesima virata eretica, e questo va certamente bene; domani, apposto il timbro, non sarà più niente… a posto. Non saranno possibili le critiche, non le censure. Il pontefice argentino? Sì un po’ bislacco, ma tutto sommato innocuo: può andar bene, facciamocelo piacere….
    Ergo, non potranno fiatare, come già temono di fiatare altre comunità, sopportate.
    Qual è il bisogno di tornare ad un ovile fatiscente, dov’è il “centro”? E noi da chi andremo? In tanta solitudine non possono più bastare parole umane e rassicuranti, peggio se smentite da trattative che destabilizzano i fedeli ( specie se ne si dice ad accordo concluso, o quasi) e di cui non si esplicitano i termini.
    In questo tempo oscuro, forse si dovrebbe entrare nella Cittadella modernista sfondando la Porta con l’ariete (tentarci almeno), non bussando per farsi aprire.

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.