Psichiatria portami via?

papa francesco carnevale viareggio

 

Pubblichiamo questo contributo di Alberto Di Janni, consapevoli che contiene termini “forti” che potrebbero scandalizzare alcuni. Si impongono pertanto due chiarimenti, che abbiamo già fatto a suo tempo ma che conviene ribadire: 1) ogni espressione ingiuriosa va riferita SEMPRE E SOLO alla persona fisica e “privata” di un “Pontefice” vero o presunto, MAI al Papato, cui va al contrario la massima devozione (che, anzi, può motivare la virulenza del linguaggio contro chi indegnamente lo occupa/usurpa); 2) ad avviso della Redazione, non si tratta di “follia” o di idiozia, ma di consapevole strategia, più o meno intelligente poco importa, ma senz’altro contraria al Cattolicesimo. L’alienazione mentale fungerebbe da attenuante o da scusante, ma temiamo che la responsabilità di Bergoglio – che compie, molto semplicemente, quanto premesso dai suoi predecessori – sia pienamente consapevole. [RS]

 

di Alberto Di Janni

 

Dal primo giorno della sua elezione mi sono chiesto se Bergoglio fosse semplicemente… “stupido” o invece sottilmente furbo e in malafede. L’interrogativo è tuttora valido, anzi il sedicente Vescovo di Roma si mostra sempre più “stupido” e al contempo sempre più furbescamente in malafede. E sempre più malvagio.

Ora, la risposta è abbastanza semplice: stupidità e malafede non si escludono a vicenda. Il gesuita argentino, più che “intelligenza”, mostra quel pizzico di astuzia, propria a tutti i furbetti.

Se vogliamo aprire un inciso, è da tempo immemorabile che l’Italia è governata non da statisti, ma da furbetti: furbetti che una certa stampa asservita si sforza di spacciarci per quello che non sono: statisti, appunto. Guarda caso più o meno la stessa stampa, legata ai poteri economici e alla massoneria, che si sforza di presentarci Francesco per quello che non è: un papa in sintonia con il Vangelo (se preferite: un papa, tout court).

Ma torniamo al dunque. Appare evidente, sempre più evidente, che Bergoglio, al di là delle sue idee eterodosse (che tali comunque restano) sia affetto da qualche grave turba psichica, che non abbia il pieno possesso delle proprie facoltà mentali. Ci rifletteva già Blondet, ponendo una domanda retorica, oltre un anno fa (http://www.maurizioblondet.it/francesco-e-compos-mentis/).

Non essendo uno psichiatra, e neppure uno psicologo, non azzardo diagnosi, anche se il comportamento del soggetto in questione induce a pensare alla schizofrenia, o quanto meno a uno sdoppiamento di personalità.

Quello di cui mi sento di essere ragionevolmente certo è che la cosa peggiorerà e sfocerà in una vera e propria condizione di demenza. Quello di cui sono quasi altrettanto certo è che la cricca di obbedienti tirapiedi di cui si è circondato, vuoi per servilismo, vuoi per complicità, vuoi per mancanza di coraggio, vuoi per subdoli calcoli, vuoi per interesse privato, vuoi per semplice cecità e stupidità, non solo non interverrà in alcun modo ma, ammesso che si accorga della gravità della situazione, continuerà imperterrita nella sua opera di accondiscendente demolizione di morale, Tradizione e Chiesa, circondando “Sua Santità” con un cordone sanitario di protezione, un equivalente mentale di uno strumento di continenza transgender, che funzioni da un lato come una una cintura di castità, con le chiavi di Pietro (genitivo oggettivo) saldamente in possesso di qualche puparo e che venga penetrata solo dal plauso di un qualche Scalfari di turno, e al contempo come un preservativo labiale da cui far filtrare solo gli spermatozoi più innocui, che sono quelli infecondi, o più utili ai loro scopi indicibili, che sono quelli geneticamente modificati tramite bombardamento di radiazioni rahneriane e kasperiane.

Prima o poi qualche storico – e speriamo di non dover attendere il secolo venturo – constaterà come la Chiesa (ebbene sì, mi ostino a chiamare Chiesa quella in cui si ritrovano volenti o nolenti un miliardo di fedeli o giù di lì: per uno storico futuro, questa è la Chiesa ufficiale di cui occuparsi) di inizio XXI secolo sia stata guidata da un cerebroleso, cui si è consegnata mani e piedi legati da cieca obbedienza e da furore autodissolutivo. Prima o poi, se è vero che portae inferi non praevalebunt, questa stessa Chiesa – o meglio la vera Chiesa tornata a sedersi sulla cattedra di Pietro – dovrà riconoscerlo. O, più banalmente, l’insania diverrà di un’evidenza incontrovertibile.

La mia speranza è di arrivare a vedere quel giorno e di osservare le facce degli odierni miopi incensatori. Della sorte dei lungimiranti complici dotati di piena avvertenza e deliberato consenso nulla mi cale.

 

 

16 Commenti a "Psichiatria portami via?"

  1. #Giuseppe   13 marzo 2017 at 3:28 pm

    E’ posseduto.

    Rispondi
  2. #Paola   13 marzo 2017 at 5:53 pm

    Si vero .e’ il falso profeta…e questo noi cristiani veri, non certo perfetti…ma coraggiosi,abbiamo il,dovere di testimoniarlo,di urlarlo se necessario. Poi Fiat ,Fiat,Fiat.sempre.

    Rispondi
    • #Alessio   13 marzo 2017 at 10:53 pm

      Cara signora,

      mi permetto di consigliarle, con il massimo rispetto, di limitare l’utilizzo della parola “Fiat”, che anche se correttissima si presta a facili ironie, specialmente in Italia.

      Rispondi
  3. #bbruno   13 marzo 2017 at 6:29 pm

    diagnosi perfetta…ma una attenuante bisogna concedergliela: è tanto stupido che ci vogliono solo degli stupidi più stupidi di lui per non accorgersene (parlo dei poveri beoti boccabuona, detti in buona fede – ma la buona fede qui non scusa nulla, come l’ ‘ignorantia legis’. e sono no purtroppo milionate….) cui va bene come papa chiunque vesta di bianco…(.ma non è il bianco poi il colore dei pazzi???)

    Rispondi
    • #Alessio   13 marzo 2017 at 10:56 pm

      Se ne facciamo una questione cromatica, io ‘sto qua lo vedo tutto marrone, dalla punta dei capelli alle unghie dei piedi.
      Chissà poi perchè marrone! Non so proprio spiegarmelo!

      Rispondi
    • #lister   14 marzo 2017 at 6:14 pm

      Eh, bbruno…stupido? Secondo me, al contrario, è un gran parac.lo. Stupidi sono coloro che lo seguono e lo adulano.

      Rispondi
      • #bbruno   14 marzo 2017 at 9:46 pm

        s’, certo lister,
        tanto stupido e tanto furbo appare
        da far cadere a li suoi piedi ogni compare
        ed anche ogni comare,
        che continuano a crederlo
        pur tuttavia vestito
        di dignità papale….

        Rispondi
  4. #Maria   13 marzo 2017 at 10:02 pm

    Non mi sono mai interessata più di tanto a Bergoglio,devo dire però che rispecchia,da papa, quello che in effetti lui è sempre stato come persona.Sembra sia stato molto amato nel suo Paese, vivendo in modo molto semplice,no di certo come certi nostri cardinali …..o vescovi…..Poi per il resto perché dovrebbe essere diverso? Stupido? Non direi ” Quelli ” che l’hanno voluto Papa ne avranno avuto motivo? Pertanto un mio giudizio positivo o negativo a riguardo non è che contribuisca più di tanto
    a chissà quali cambiamento nella chiesa.La Chiesa non è il Papa,ma Cristo con il suoi popolo in cammino.

    Rispondi
  5. #JORGE MARIO "FRANCISCO" BERGOGLIO   13 marzo 2017 at 10:49 pm

    Como? Dicen che io soy un estupido? Un demente? Un pobre loco?
    Pero como van a pensar che la Masoneria avrebe scelto a un estupido para fare el suo sporco trabajo de destrucion de la Iglesia???
    Io facio molto bene questo, vedrete voi cosa resterà del Catolicesimo dopo de me… io espero nada!
    E se qualche volta facio el imbecile, è solo porque volio rovinare quanto più posibile la imagine del Papato.
    Io sono el paliacio de la Masoneria, pero uno de quei paliaci cativi de la peliculas de orror!

    Rispondi
  6. #jb Mirabile-caruso   14 marzo 2017 at 1:05 am

    Alberto Di Janni: “Prima o poi qualche storico […] constaterà che la Chiesa […]
    ……………………….di inizio XXI secolo sia stata guidata da un cerebroleso, cui si
    ……………………….è consegnata mani e piedi legati da cieca obbedienza e da
    ……………………….furore autodissolutivo”……………………………………………………..

    Dissento profondamente dalla Sua analisi, dr. Di Janni, particolarmente nei seguenti due punti:

    Primo punto: chi Lei definisce ‘cerebroleso’ non è affatto tale, ma molto più semplicemente un ateo-comunista militante, uno di quelli che negli anni ’60 del secolo scorso furono infiltrati dal Comunismo Sovietico nei vari seminari Cattolici allo scopo di sovvertire la Chiesa dal Suo interno. La massoneria, poi, lo ha scelto e sostenuto nella sua ascesa al Trono di Pietro prima, non riuscendoci, nel Conclave del 2005, e poi, con successo, nel 2013 a seguito delle imposte dimissioni di Ratzinger.

    Secondo punto: la Chiesa NON è mai stata ‘guidata’ dal comunista gesuita – o da chicchessia – essendo Essa stata semplicemente ridotta al silenzio – attraverso l’intimidazione e/o il ricatto – dalla massoneria giudaica la quale, sin dal Conclave del 1958 fino ai nostri giorni, è stata la sola protagonista di tutti i più importanti accadimenti come l’elezione di papi e conciliabolo vaticano II. La Chiesa, in questo lungo corso di quasi sei decenni, è stata la manifestazione storica di tradimento e vigliaccheria: tradimento per mano di tutti quei FALSI consacrati che l’hanno pugnalata alle spalle, e vigliaccheria per mano di tutti quei consacrati che – sinceri Cattolici – di fronte alla prova suprema si sono rivelati una massa di don Abbondi.

    Nulla avviene mai a caso, in barba a tutti coloro che sostengono – ancor oggi – la ridicola Teoria Darwiniana dell’Evoluzione! Non avviene a caso la presente gravissima crisi della Chiesa, crisi che ha la precisa funzione di “scremare” gli idonei al Paradiso dai non-idonei destinati all’Inferno. La Chiesa NON ha bisogno di numeri per assolvere alla Sua divina missione di Luce e di Verità: che quanti – nel loro supremo esercizio del libero arbitrio – scelgono di voltare le spalle alla Luce e alla Verità indicata dalla Chiesa in favore delle mille ideologie di fattura Umana, abbiano ciò che hanno scelto!

    Rispondi
    • #Alberto   14 marzo 2017 at 10:22 am

      Riporto quanto già precisato nell’articolo:
      “ebbene sì, mi ostino a chiamare Chiesa quella in cui si ritrovano volenti o nolenti un miliardo di fedeli o giù di lì: per uno storico futuro, questa è la Chiesa ufficiale di cui occuparsi”

      Rispondi
  7. #Paola   14 marzo 2017 at 12:10 pm

    Carino Alessio ,non ci avevo pensato ahahah.adoro l ironia.allora Fiat voluntas Tua Signore!!! Sempre.

    Rispondi
  8. #Maria   14 marzo 2017 at 4:11 pm

    Ma pensa un po’; considerato stupido,furbo, ateo-comunista,posseduto, falso profeta, ecc….No! La vostra fantasia troppo limitata….

    Rispondi
    • #JORGE MARIO "FRANCISCO" BERGOGLIO   15 marzo 2017 at 12:47 am

      E tu como me consideri? No sono tu papone lindo?

      Rispondi
  9. #Paola   14 marzo 2017 at 9:03 pm

    Ci racconti la sua Maria

    Rispondi
  10. #Maria   15 marzo 2017 at 11:41 am

    Cara signora Paola
    Io ho raccontato la mia,probabilmente si avrà pensato che quanto detto non sarebbe stato alla sua portata per capire.

    Non ritornando piu sulla questione,spero che almeno questo le possa arrivare, altrimenti, rimanga con la sua curiosità.

    Mica si può capire o pretendere tutto a questo mondo.

    Rispondi

Rispondi