[VIDEO] Cristiano Lugli risponde a don Minutella

Dopo le concitate parole di don Minutella su quelli che ha definito “ipertradizionalisti”, chiusi nelle “torri d’avorio”, e la sfida lanciata a Cristiano Lugli, ecco il video di risposta andato in onda in diretta sulla pagina Facebook di Radio Spada, sabato 1° aprile alle ore 18:

20 Commenti a "[VIDEO] Cristiano Lugli risponde a don Minutella"

  1. #lister   2 aprile 2017 at 11:18 am

    Standing ovation per Cristiano Lugli che, quando non si incarta tra virus e vaccini ( 😀 ), dimostra di essere un ottimo oratore.
    Grazie a lui ed a Radio Spada.

    Rispondi
    • #ilpontelevatoiodimassimoviglione   4 aprile 2017 at 8:00 am

      Beh, Lugli NON si incarta tra virus e vaccini. Dice la realtà dei fatti. E quindi la verità. Sono altri piuttosto, che si incartano in nome del dio pecunia 🙂

      Rispondi
      • #lister   4 aprile 2017 at 3:22 pm

        Ma quale “realtà dei fatti”!
        Dice numeri e mostra tabelle stilate dai detrattori cui si possono benissimo contrapporre altrettanti numeri ed altrettante tabelle stilate dai favorevoli all’utilizzo dei vaccini.

        Rispondi
  2. #bbruno   2 aprile 2017 at 5:08 pm

    Analisi perfetta, argomentata, ricca di esemplificazioni. Ma resta e si rafforza, anche dopo questa lucida esposizione, l’ errore di fondo, che questa chiesa – la chiesa del concilio – sia , nonostante tutto, il prosieguo della Chiesa di Cristo, deviata e da convertire! Che idea: una Chiesa da convertire! Questa chiesa, come ricordato chiaramente anche qui, è allo stato finale della sua decomposizione, orrenda e rivoltante…. Alla larga per non esserne contaminati! Altro che incontri dialoghi patteggiamenti… Questa è l’espressione più chiara dell’ Antichiesa in azione, agente, somma astuzia infernale, nel luogo santo stesso dove Cristo ha posto la fiaccola della verità (Leone XIII).

    Infine una nota ( e non me ne voglia il bravissimo Lugli) : peché chiudere l’intervento con quelle parole di Carlos Meyer che sono in contrapposizione con quanto detto così puntualmente sul concilio come radice di questa chiesa pervertita?

    “Basterebbe che le Autorità della chiesa si riconcilino con la tradizione infallibile di Roma, che condannino le deviazioni del Concilio e le follie del così detttto spirito del concilio….” .

    Perché dire che basterebbe “condannare le DEVIAZIONI del concilio, la follia dello SPIRITO del concilio, per avere una riconciliazioene…”, dopo tutto quello che qui si è detto sulla condanna del concilio IN SÉ, sul concilio ,come fondazione di una nuova chiesa, la nuova e più insidiosa sinagoga di satana, con la quale deve essere ben lungi ogni idea di riconciliazione???? E’ questa chiesa, questo raggruppamento insano di folli conciliaristi, che ha come unica via per la salvezza, se salvarsi si vuole, la necessità di convertirsi alla Chiesa Santa di Cristo, l’eterna immutabile.

    ” Nnon lasciamoci intrappolare dalle macerie di questo abominio di chiesa”: ne va della nostra incolumità!

    Rispondi
    • #Maria   3 aprile 2017 at 8:37 am

      Senta signor Bbruno, quando parla di una chiesa orrenda e rivoltante io,di questa, ne faccio parte a pieno titolo,perché di migliori non ne vedo altre, e probabilmente non avrò piu’ modo di vederne…

      Pertanto, sarebbe cosa buona da parte sua se,evitasse di offendere così pesantemente una chiesa alla quale tutti noi che si diciamo o ci crediamo essere cristiani,ne facciamo parte: lei compreso!

      Le sembra intelligente in suo modo di porsi?.Lo trova logico?
      Ma pensa di conquistarsi un posto di riguardo in paradiso? Se si, allora e’ un ingenuo,nella migliori delle ipotesi.

      Guardi che non è per niente negativo il confrontarsi anzi, penso non dispiaccia per niente al nostro Signore, non certo in tali termini.

      Vedete voi….

      Rispondi
  3. #bbruno   2 aprile 2017 at 5:11 pm

    e prima di tutto, perché chiamarle “le Autorità della Chiesa”?

    Rispondi
    • #Pierino   2 aprile 2017 at 8:12 pm

      Se “ogni autorità viene dall’alto”, quale “alto” pone in autorità questi personaggi?

      Rispondi
    • #bbruno   2 aprile 2017 at 9:44 pm

      ah, ho capito, quelle parole, di Meyer, sono da intendersi come denuncia delle deviazioni operate dal concilio dalla verità cattolica, e che fondano la NUOVA chiesa conciliare, niente in comune, appunto, perché DEVIATA, dalla retta via dell’ortodossia, cioè dalla Parola di Dio, e non come condanna solo delle false interpretazioni di un concilio, in sé valido (sarebbe appunto una contraddizione con quanto detto qui nel video)…

      Ma rimane pur sempre quella domanda: perché chiamarle ‘Autorità della Chiesa’ , come se esse presiedessero ancora, nonostante lo sconvolgimento dottrinale dalle stesse operato, alla Chiesa…

      Rispondi
  4. #Maria   2 aprile 2017 at 11:08 pm

    Signor Lugli,ho visionato il suo video.Non la pensavo così giovane; Lei è una bravissima persona sensibile ed intelligente.Contemporaneamente ho avuto modo di conoscerne altre come lei brave,sensibili, intelligenti, di credo diverso….
    È imbarazzante farne il confronto.

    Comunque è vero! È un bravo oratore.

    Rispondi
  5. #Annarita   3 aprile 2017 at 10:57 am

    Veramente bravo! E’ sempre una gioia vedere ed ascoltare giovani che hanno capito la battaglia e la fanno seriamente per amor di Dio e della Chiesa. Concordo in pieno sul fatto che questi fenomeni mediatici servono a poco, se non ad ingannare e dividere ulteriormente quelle anime che magari si stanno risvegliando. I peggior nemici infatti non sono quelli esageratamente rivoluzionari come Bergoglio e simili, ma sono proprio quelli che si spacciano per tradizionalisti, ma poi accettano il CVII, la nuova messa e rubano forze alla vera resistenza, facendo un secondo battaglione che però a ben guardarci non combatte per Gesù e per la sua Chiesa, ma corre in mezzo alla nebbia e colpisce a caso, facendo alla fine il gioco dell’esercito avversario. Molto meglio (per modo di dire) i modernisti convinti, almeno si sa chi si ha difronte e ci si difende di conseguenza, Il bello è che ogni tanto esce qualcuno credendo di aver scoperto la resistenza e di esserne il creatore (es. gli estimatori ed attuatori del Summorum pontificum di Benedetto XVI, che credono di aver salvato loro la S.Messa), e spesso mi chiedo: ma dove erano costoro quando la FSSPX apriva piccole cappelle in giro per il mondo in ex bar, capannoni e altro, mentre le chiese venivano occupate e distrutte dai nuovi Attila?

    Rispondi
  6. #Giulio   3 aprile 2017 at 2:14 pm

    Sai perché sono i semplici a seguire Don Minutella?
    Perché Dio ha dato e darà sempre i suoi “segreti” solo ed esclusivamente a loro.
    Don MInutella non solo è un Vero Sacerdote, un Vero Cristiano, ma è anche un Santo Sacerdote.

    Rispondi
    • #Redazione RS   3 aprile 2017 at 3:22 pm

      occhio che da sedicenti semplici, a sempliciotti boccaloni, il passo può essere breve se ci si lascia imbambolare dall’ideologia vaticansecondista. don Minutella è un finto “antisistema”, al sistema perfettamente funzionale.

      Rispondi
    • #bbruno   3 aprile 2017 at 5:12 pm

      cosa c’ entrano i semplici di cuore con l’intelligenza delle cose di Dio? Non dice San Giovanni che “il Figlio di Dio è venuto e ci ha dato l’intelligenza per conoscere il vero Dio”? (1Gv). Difatti questi ‘sempliciotti’ non capiscono nulla del vero Dio, e per loro tutti gli dei pari sono (cioè, tutte le concezioni di Dio pari sono), tutte le ‘messe’ sono uguali, tutte le morali si equivalgono, vogliamoci bene e ciascuno la pensi come gli preme!

      E ci sono i Marpioni, anche Sommi, che promuovono, loro non da sempliciotti ma da criminali, l’uguaglianza di tutte le religioni, di tutti i culti, ( e la dignità  insieme del non credere in nulla, alla Scalfari, il confidente loro).

      San Tommaso d’ Aquino, allora, un arrogante dell’intelligenza, un escluso dal Regno dei Cieli! Quando la sua semplicità di cuore era pari alla sua intelligenza delle cose di Dio. Su, Giulio, non diciamo assurdità: ma a questo punto siamo arrivati di IGNORANZA CRASSA nel popolo cristiano (cattolico), cui basta la visione di un biancovestito, e quello che gli esce dalla sua bocca sgangherata, per farli andare in sollucchero! Papà FrancIesco aleppe, qua, papà FrancIesco aleppe, là….

      Rispondi
  7. #Dan   3 aprile 2017 at 5:49 pm

    Parole sante Annarita, condivido. Purtroppo molti confondono la vera Tradizione Cattolica con il modernismo mitigato o conservatore, cioè quella corrente dell’eresia modernista che mescola abilmente e ingannevolmente alcuni elementi della Tradizione con gli errori/orrori dottrinali del modernismo. In questo modo i modernisti conservatori si fanno passare per cattolici fedeli alla Tradizione, mentre in realtà sono eretici (consapevoli o inconsapevoli) che portano gradualmente all’apostasia.

    Rispondi
  8. #Alessandro   3 aprile 2017 at 5:50 pm

    Don Minutella ha solo difeso la vera Chiesa di Gesù. Per questo è stato cacciato.

    Gesù ha detto: dai frutti si riconosce l’albero buono.
    Frutti di Bergoglio..
    – comunione ai divorziati (Gesù ribadì a chi glielo chiese che non è lecito divorziare)
    – nessun intervento di condanna del peccato (“chi sono io per giudicare”.. al Papa non viene chiesto di giudicare ma di mettere in guardia dal peccato..per salvare le anime dalla dannazione). Eppure tra utero in affitto, gender, matrimonio ed adozioni lgbt, eutanasia, aborti&pillole abortive, attacchi all’obiezione di coscenza..ce ne sarebbero di cose da dire..
    – i media tradizionalmente antipapisti sono tutti ad osannare Bergoglio
    -i nominati da Bergoglio osannano i personaggi che hanno ottenuto la legalizzazione di aborto (6 milioni di bambini uccisi finora solo in Italia) , divorzio , eutanasia (Eluana,..),..
    -nessuna risposta ai famosi dubia (eppure Gesù disse ” che il tuo parlare sia SI o NO”..chiarezza insomma)
    -adesione al protestantesimo..per la prima volta testi protestanti letti nella Basilica. Un vero sacrilegio. Gesù disse “io sono la Verità”
    -il nuovo generale dei Gesuiti (nominato da Bergoglio): “non sappiamo cosa abbia detto Gesù..non c’era il registratore” [..] “io mi allineo con Bergoglio”
    -“non esiste un Dio dei cattolici”
    -Bergoglio costringe il gran maestro dei Cavalieri di Malta alle dimissioni: aveva agito in rispetto al Catechismo della Chiesa Cattolica..punendo un sottoposto che aveva tradito la Chiesa e l’Ordine.
    -Bergoglio non si genuflette MAI davanti al SS Sacramento, però si genuflette davanti a pastori protestanti, evangelici, mormoni,..ecc
    -Il 13 marzo 2013 Bergoglio si presenta al balcone di Piazza San Pietro con il gesto massone (mano destra sul petto), benedicendo la folla usa un altro simbolo massonico (medio ed anulare si toccano, indice e mignolo no)
    ecc
    ecc
    ecc
    Se a questo aggiungiamo le tante profezie (es Caterina Emmerick) che parlano di due Papi e due Chiese (quella di Gesù perseguitata come sempre, quella falsa osannata dai potenti)

    Rispondi
    • #Redazione RS   3 aprile 2017 at 6:13 pm

      frutti di don Minutella? la denuncia del “modernismo” che secondo lui si curerebbe con l’evento principe del modernismo: il Concilio.
      proprio un ragionamento lineare, non c’è che dire.
      per fortuna non si tratta della vera chiesa, ma della sua controfigura conciliare.

      Rispondi
    • #bbruno   3 aprile 2017 at 7:38 pm

      e altrettanto dai frutti cattivi si riconosce l’albero cattivo…

      Rispondi
  9. #francesco   3 aprile 2017 at 9:14 pm

    Egr Redazione RS, quando vi occuperete di cose piu’ serie?

    Rispondi
    • #Redazione RS   3 aprile 2017 at 9:15 pm

      quando i nostri lettori si renderanno conto che queste sono faccende serie 🙂

      Rispondi
      • #Pierino   3 aprile 2017 at 10:02 pm

        Siamo in Quaresima altrimenti un panino con la Nutella non me lo toglieva nessuno. Che stanchezza con sto Minutella… mai fidarsi di marchi contraffatti.

        Rispondi

Rispondi