[COMITATO BGS] All’indomani di Rimini. Reportage sulla riparazione

Dal Comitato “Beata Giovanna Scopelli”, che ha organizzato la Processione riparatrice allo scandalo pubblico del Summer Pride di Rimini, riceviamo e pubblichiamo il 6° Comunicato ufficiale. [RS]

 

Sesto comunicato stampa ufficiale del Comitato “Beata Giovanna Scopelli”

 

#processionerimini2017

 

Alla Cortese Attenzione delle Redazioni Interessate

Dopo l’evento tenutosi stamattina rendiamo noto quanto segue:
1. La Processione di riparazione è stato un grande trionfo da ogni punto di vista. Al momento della partenza sono stati distribuiti 250 libretti e non sono bastati. Molte persone si sono aggregate durante la Processione, e le stime, aldilà di quello che un certo palese schieramento mediatico vorrebbe far credere, viaggiano sulle 400 persone. Ci aspettavamo 100 persone e ci siamo trovati in 400. Ci fossimo ritrovati anche in 50 saremmo stati fieri ed orgogliosi oltremodo di essere lì. Gesù Cristo non trionfa con e sopra i numeri.

2. La stampa locale, evidentemente schierata, ha tentato di soffocare l’evento sin dal suo annuncio tralasciando tanti particolari e dando meno spazio possibile al Comitato. Anche la notizia di S.E. Mons. Negri, il quale assieme al Card. Raymond Leo Burke ha Benedetto e incoraggiato la Processione, è stata quasi totalmente soffocata nonostante l’importanza dell’atto in sé che ha squalificato una diocesi tiepida, cerchiobottista e incapace di gestire una patata bollente. A proposito della diocesi ribadiamo l’atteggiamento privo di umanità che ha visto dei fedeli cattolici essere trattati come degli appestati. Prendiamo atto e andiamo avanti, fieri di non far parte di coloro i quali preferiscono il mondo a Dio, la pavidità alla Fede.

3. Un dettaglio interessante si è verificato al termine della Processione, giunti davanti alla Chiesa di San Nicolò dove era previsto l’arrivo e la fine del momento di preghiera: terminato un funerale, il parroco avrebbe ordinato di chiudere tutte le porte della chiesa e il rispettivo cancello con molta velocità, ovviamente supportato dalla scusante dell’orario,. Alcuni fedeli, entrati un momento per pregare e visitare la chiesa, sono stati invitati ad uscire rapidamente da un “sagrestano” ( poteva anche essere il prete, ma non ci è dato saperlo ). Evitiamo per carità di popolo di rendere noti i commenti che abbiamo sentito con le nostre orecchie poco prima del nostro arrivo davanti alla chiesa. Questo dimostra tutto quanto detto sopra (vedi punto 2.), le chiese sono aperte a tutti: alle Bonino, alle altre “religioni”, a tanti omosessuali pubblicamente dichiarati e fieri della loro omosessualità, di proseguire nell’ideologia omosessualista, ma non ai cattolici che vogliono pregare e manifestare pubblicamente la propria fede.
Lasciamo – seppur con grande dispiacere – le chiese ai feudatari e ai burocrati, proprietari di beni costruiti da chi conservava la Fede nella sua integrità; noi, come questi ultimi, ci temiamo volentieri la Fede.

4. Ringraziamo tutti coloro i quali hanno reso possibile questo evento, venendo alla Processione anche da molto lontano e non senza grande sacrificio; sopportando caldo e traffico estivo, si sono fatti viva presenza dell’apostolato cattolico. Un ringraziamento ancora va alla Questura, per l’ottimo lavoro svolto e la grande cordialità dimostrata. Così come i giornalisti presenti all’inizio, i quali non hanno intralciato il corretto svolgimento della Processione continuando il proprio lavoro senza invadenza.

5. Tutto si è svolto nel silenzio più raccolto, nella preghiera fervente e nella contrizione dei cuori rivolti a Dio per chiedere a Lui perdono per i peccati dell’uomo, in particolare quello che viola la natura umana dal Padre Eterno creata.

6. Il Comitato “Beata Giovanna Scopelli” continuerà nel suo operato, garantendo il proprio impegno sulla Regione Emilia-Romagna dove ha ottenuto in poco più di un mese due risultati strepitosi, attirando l’attenzione dei media nazionali. Lasciamo ai commentatori anonimi del “sabato pomeriggio” le critiche e le accuse infondate: con le pantofole ai piedi e le dita che grattano la pancia è facile pontificare, più difficile realizzare qualcosa con determinazione e tentando di concentrare ed unire tutte le forze presenti nel mondo cattolico.
Questa mattina alla Processione c’erano persone di diverse estrazioni (ovviamente tutte cattoliche), felici e fiere di essere presenti lì per portare una forte testimonianza e una piccola consolazione al Sacro Cuore trafitto di Gesù.

7. La Vergine Santissima continui ad intercedere per noi insieme alla grande Patrona del nostro Comitato. Ci aiuti a permanere nella Fede e nella perseveranza fino alla fine. Ci doni infine abbondanti dosi di Grazia come quelle viste stamattina, dove tanti giovani ragazzi e ragazze e tante belle famiglie cattoliche hanno marciato per la Gloria di Gesù Cristo e il trionfo della Sua Immacolata Sposa. Il “sensum fidei” sarà così conservato dai piccoli e, come diceva Mario Palmaro – un cattolico morto da cattolico – “alla fine il buon seme fiorirà”.
¡Viva Cristo Rey!

Rimini, 29 luglio 2017
Comitato “Beata Giovanna Scopelli”

 

 


Il Tg3 regionale dell’Emilia Romagna, nell’edizione serale (19.00) dello stesso sabato 29 luglio, ha dedicato un certo spazio alla Processione di riparazione, intervistando anche Lorenzo Roselli, uno dei portavoce del Comitato: cliccando qui si accede alla registrazione http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/multimedia/ContentItem-e2164a06-6b45-4edf-9465-9b7c77ad6100.html (servizio dal minuto 12.49 in poi).


Sul Resto del Carlino di oggi:

Il Comitato BGS fin dalla prima pagina della sezione locale
Il Comitato BGS fin dalla prima pagina della sezione locale

 

resto carlino 30 luglio 2

resto carlino 30 luglio 3

 

Il Corriere di Romagna di oggi:

corriere romagna 30 luglio

 

Della Processione hanno parlato agenzie e testate nazionali e non, perlopiù denigrando o sminuendo, in patente malafede, la reale portata dell’evento. Più obiettivo invece Riminiduepuntozero con questo articolo.


Alcune immagini:

rimini1

rimini2

rimini3

rimini4