Rimini, 29 luglio: riparazione al gay pride. Comunicato stampa

img

Carissimi amici,

Dal punto di vista pratico ci eravamo lasciati lo scorso 3 giugno a Reggio-Emilia, con una Processione che ha certamente lasciato un segno indelebile nella città emiliana. Diremo di più: non solo a Reggio risuona ancora il tintinnio di quel turibolo ondeggiante fra le vie delle città, per mondare e riparare, per pregare ed elevare la giusta lode riparatoria a Dio, ma anche in diverse altre città che, sulla sequela di quanto accaduto lì, si sono rimboccate le maniche per organizzare eventi analoghi. Fra queste spiccano certamente Pavia, Varese, Milano e varie altre città del sud Italia. Il Comitato “Beata Giovanna Scopelli”, come sappiamo, nasce a Reggio-Emilia sopra le spoglie dell’omonima Beata, vergine e carmelitana reggiana. La struttura del Comitato, specialmente dopo la Processione di pubblica riparazione al gay pride, non poteva garantire una copertura di portata nazionale, ed è per questo che altri comitati – se vogliamo di portata minore ma animati da grande fede e perseveranza – sono andati via via costituendosi singolarmente, pur non mancando mai l’appoggio del riferimento reggiano.
Tuttavia questo non ha mai implicato la “fine” del nostro Comitato il quale, lasciando la decisione agli oltre 2000 membri facenti parte di esso, ha mantenuto la sua costituzione garantendo l’impegno laddove possibile.

Ecco perché siamo lieti di annunciare a tutti voi, a poco più di un mese trascorso dall’appuntamento in terra reggiana, una nuova Processione di pubblica riparazione allo scandaloso “Summer Pride” di Rimini, previsto per sabato 29 luglio.

Il Comitato “Beata Giovanna Scopelli” invita perciò tutti, come avvenne nel caso di Reggio-Emilia, a prendere parte all’importante Processione che ancora una volta assume un carattere nazionale, invocando l’aiuto e il fervore che in questi mesi ha animato i tanti cattolici di tutta Italia. Ricordiamo inoltre che il gay pride di Rimini avrà un accento ancora più scandaloso per via del contesto balneare, incitando ancor più allo scandalo collettivo e alle brutture tese alla corruttela delle anime.

A questa prima comunicazione generale faranno seguito altri tre o quattro comunicati stampa ufficiali, dove saranno illustrati gli ulteriori dettagli logistici e organizzativi. Presto sarà resa pubblica anche la locandina ufficiale della Processione, con un messaggio ancora una volta forte. Per ora invitiamo tutti, particolarmente i membri del Comitato “Beata Giovanna Scopelli” e degli altri comitati amici, ad impegnarsi per la massima diffusione di questo appuntamento, iniziando già ora ad organizzarsi per essere presenti il giorno 29 del mese di luglio, alle ore 10:30.
Tutti siamo chiamati a consolare pubblicamente quel Sacro Cuore trafitto e quella Vergine Santa che piange lagrime amare. Lo dobbiamo come Figli di Dio, lo dobbiamo come membra del Mistico Corpo, lo dobbiamo come cattolici fedeli alla Santa Chiesa.

Iniziammo il nostro cammino con una frase del saggio Gandalf, proseguiamo la nostra umile opera con le parole del prode Aragorn a noi già note:

“Figli di Gondor! Di Rohan! Fratelli miei! Vedo nei vostri occhi la stessa paura che potrebbe afferrare il mio cuore! Ci sarà un giorno, in cui il coraggio degli uomini cederà, in cui abbandoneremo gli amici e spezzeremo ogni legame di fratellanza, ma non è questo il giorno! Ci sarà l’ora dei lupi e degli scudi frantumati quando l’era degli uomini arriverà al crollo, ma non è questo il giorno! Quest’oggi combattiamo! Per tutto ciò che ritenete caro su questa bella terra, v’invito a resistere! Uomini dell’Ovest!”
[Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re]

In IHS,
Comitato “”Beata Giovanna Scopelli”