A Palermo la Sinagoga… la vuole il Vescovo

uceilogo

Una sinagoga ebraica a Palermo dopo più di 500 anni

L’inaugurazione della Giornata Europea della Cultura Ebraica avrà luogo domenica prossima 10 settembre a Palermo, nella prestigiosa cornice di Palazzo Steri (Piazza Marina), per secoli sede dell’Inquisizione siciliana, oggi Palazzo del Rettorato dell’Università di Palermo, città che presto tornerà ad avere una Sinagoga, dopo oltre 500 anni. Lo rende noto l’Unione delle comunità ebraiche in Italia (Ucei). La sinagoga sorgerà nei locali dell’ex Oratorio Santa Maria del Sabato, di recente concesso in comodato d’uso agli ebrei palermitani dalla locale Diocesi.

L’evento, giunto alla diciottesima edizione, è coordinato e promosso nel nostro Paese dall’Ucei, parte di un network internazionale al quale aderiscono quest’anno trentacinque Paesi europei. Un tema comune, ‘La Diaspora. Identità e dialogo’, unisce idealmente tutti gli eventi, con iniziative aperte e gratuite per la cittadinanza in ottantuno località grandi e piccole, diffuse da nord a sud in quattordici regioni italiane. E la Sicilia è stata quest’anno prescelta quale centro delle iniziative. Si svolgeranno eventi in sei diverse località siciliane: Palermo, Catania, Agira (En), Camarina (Rg), Siracusa e Troina (En).

La sinagoga sorgerà nell’area un tempo occupata delle antiche zone ebraiche della “Guzzetta” e della “Meschita”. A volerla, l’arcivescovo di Palermo, monsignor Corrado Lorefice, che ha deciso di concedere in comodato d’uso gratuito i locali dell’oratorio di Santa Maria del Sabato, agli ebrei. La chiesa, da tempo inutilizzata è stata costruita nel 1617 ed è stata la sede di diverse congregazioni religiose che vi si sono successe nel corso degli anni. Si trova in piazza Meschita, tra via Maqueda e via Roma. Oltre cinquecento anni dopo l’espulsione degli ebrei dall’Isola, avvenuta per mano degli spagnoli Isabella di Castiglia e Fernando d’Aragona, Palermo torna ad aprire le porte alla comunità religiosa.

 

Fonte: http://www.palermotoday.it