Dialoghetto edificante di Simone P.B. Gambini

“Le avversità non rendono l’uomo debole ma mostrano la forza che ha”.

THOMAS KEMPIS

Una sera prima di andare a dormire, un bambino chiese a suo padre:

“Padre, cosa vuol dire Coraggio?”

Il padre, colto alla sprovvista dalla domanda del figlio, dopo aver riflettuto qualche minuto, rispose:

“Bimbo mio… Coraggio…. Coraggio…. Coraggio, non significa, come alcuni pensano, lasciarti tutto indietro e andare, partire per ricominciare, quello in molti son capaci di farlo. Coraggio, significa rimboccarsi le maniche, scegliere la via stretta, restare nella tua patria, nel tuo Paese e lottare per renderlo migliore.

Figliolo mio, nella vita ci sono giorni pieni di vento e rabbia, ci sono giorni di pioggia e di dolore, ci sono giorni pieni di lacrime, giorni in cui vorresti farla finita con tutto e tutti!

Ma…ma poi ci sono giorni pieni d’amore, giorni pieni di pace, in cui ti senti un leone e che ci danno il Coraggio, il Coraggio di andare avanti per tutti gli altri giorni fino alla fine della nostra vita.

Guardiamo la Natura …impariamo da lei che è nostra Sorella, osserviamo le piante, i fiori, gli animali.

Di intemperie e di avversità ne affrontano molte, ma non fuggono!

Sanno che faranno fatica, che ogni giorno sarà forse più duro del precedente, ma lottano ….lottano e restano al loro posto. Si! Restano al loro posto perché anche quando migrano o vanno in letargo per le avversità o i cambi delle stagioni, poi tornano al loro nido o alla loro tana.

Un albero certamente vorrebbe spostarsi in climi più miti o favorevoli, ma non potendo farlo utilizza i suoi rami e le sue foglie, si irrobustisce e cresce forte e rigoglioso anche in zone molto critiche.

Coraggio  ….Coraggio è saper rinunciare ai nostri vizi che possono esser dannosi per noi stessi e per altri.

Coraggio è essere sinceri e non ricorrere a trucchi o “mezze verità” per il nostro tornaconto.

Coraggio è guardare allo specchio la nostra coscienza al termine della giornata e vedere che le nostre scelte non ci fanno arrossire e provare vergogna.

Coraggio è quando, Bambino mio, tu riesci a raccontarmi ogni cosa che hai detto e fatto durante la giornata, e io, tuo Padre, riesco a fare lo stesso senza scandalizzarti.

Coraggio è quando riesci a vivere le tue emozioni di Bambino in tutte le età e i momenti della tua Vita.

Coraggio, dal latino coraticum o anche cor habeo, è quando dimostri di avere cuore. È la virtù umana, che fa sì che tu non ti sbigottisca di fronte ai pericoli, affronti con serenità i rischi, non ti abbatti per dolori fisici o morali e affronti a viso aperto ogni difficoltà.

Il Coraggio, figlio è la tua forza, la Forza che ti viene dall’Alto e che forma rettamente la tua coscienza e ti permette di affrontare a testa alta il futuro perché hai i piedi ben saldi a terra.

Coraggio ….Bambino che un domani sarai Uomo…e che la forza del Coraggio sia sempre con te e dentro di te”.