Una suora blasfema amica di Bergoglio

Actualidad_160996554_18281513_1706x960
di Cesare Baronio
Nel novero dei personaggi impresentabili della setta conciliare merita in esser inserito il nome di Lucia Caram, suora domenicana di clausura (?) di origine argentina che lo scorso febbraio, nel corso di un programma spagnolo, ha bestemmiato la sacra Verginità di Maria Santissima affermando: 

Maria e Giuseppe avevano una relazione normale di coppia che ovviamente comportava anche fare sesso come tutte le coppie normali.

La stampa riporta che i fedeli cattolici, offesi da questo pubblico oltraggio alla Madonna, hanno chiesto alla Gerarchia la sua punizione. A seguito dello scandalo suscitato dalle sue parole, lareligiosa non ha ritrattato quanto detto, limitandosi a chieder scusa a chi si fosse sentito offeso:

Volevo dire che non sarei scandalizzata se la Vergine Maria avesse avuto una relazione di coppia con suo marito, il matrimonio e il sesso sono una benedizione.

Per molto tempo la Chiesa ha avuto un pessimo rapporto con i temi legati alla sessualità. Era negato e visto come qualcosa di sporco da nascondere, invece io penso che sia una benedizione. […] Insomma è veramente difficile credere che Maria e Giuseppe non avessero relazioni sessuali e che lei fosse davvero vergine. San Giuseppe è stato sempre raffigurato come un vecchio con la barba. E allora io mi domando: Maria stava con un uomo che poteva essere suo nonno? Ma no, no, lei era innamorata di Giuseppe e la loro relazione era come quella di qualsiasi coppia.

 
La Santa Sede – chiamiamola così – da allora non ha preso alcun provvedimento, e la Caram continua a tenere programmi di cucina in televisione e a pubblicare libri. E le sue entrate, a quel che risulta paiono ben poco coerenti con gli scopi caritativi ufficialmente dichiarati. Tra l’altro la Caram è attivamente impegnata in politica, nonostante il divieto sancito dal Diritto Canonico.
I giornali riferiscono che avrebbe ricevuto minacce di morte da parte di integralisti cattolici, i quali notoriamente sono violenti e assassini. Probabilmente la minaccia più dura potrebbe trovarla lei stessa nel Vangelo (Lc XVII, 1-2):

Guai a colui per cui avvengono. E’ meglio per lui che gli sia messa al collo una pietra da mulino e venga gettato nel mare, piuttosto che scandalizzare uno di questi piccoli.

Non stupisce che questa rinnegata eretica, fautrice del dialogo ecumenico e di tutte le istanze della neo-chiesa, ivi compresa la difesa dei sodomiti e dei transessuali, condivida col Sedicente le proprie origini argentine. 

Triste eredità che accomuna una bestemmiatrice della Vergine al distruttore della Chiesa di Cristo.

Questa accolita di anime belle, di fulgidi esempi di carità e cristiana pietà, si onora di aggiungere al serto glorioso ond’è coronato il pontificato di Bergoglio anche quest’ultima gemma di virtù.

10 Commenti a "Una suora blasfema amica di Bergoglio"

  1. #eranuova   19 dicembre 2017 at 11:35 pm

    un conto è giudicare severamente la suora, un conto è definire Francesco ‘distruttore della Chiesa’: così non va proprio…

    Rispondi
    • #jb Mirabile-caruso   20 dicembre 2017 at 9:29 am

      Forse che, per caso, il signor/a eranuova preferirebbe al termine ‘distruttore’ quello di ‘sabotatore’?

      Perché nel caso che né l’uno né l’altro termine andasse bene per il signor/a eranuova, allora saremmo costretti a domandarci cosa mai costringerebbe la mente a negare la cristallina evidenza bergogliana!

      Rispondi
  2. #eranuova   20 dicembre 2017 at 2:15 pm

    non c’è alcuna evidenza: vi sono, ahimè, alcuni atteggiamenti non ‘risoluti’, alcune parole non ‘chiarificatrici’, ma niente a che vedere con il pesante giudizio che ne date voi, che procurate, come tutti gli ‘estremisti’, un danno alle anime, già confuse in un mondo confuso…

    Rispondi
  3. #bbruno   20 dicembre 2017 at 4:24 pm

    “…SE IL MATRIMONIO E IL SESSO SONO UNA BENEDIZIONE”, questa soracchia e questo papocchio (per indicare i due casi in questione….) devono essre il prodotto di una maledizione, quindi non esattamente il frutto di un matrimonio o di un sesso come il Creatore li ha voluti e benedetti….

    [ma non sono soli; già il Mueller cardianale disse che la verginità di Maria Santissima è da considerarsi una favola… e pensare che lo disse da custode della dottrina cattolica – la NUOVA, messo in quel posto da quell’altro illustre novatore che è ora in ‘custodia monasteriale’, noto come papozzo emerito! ]

    Rispondi
    • #P. Mario   24 dicembre 2017 at 9:21 am

      Può gentilmente fornire la fonte da cui si può evincere che il Card. Mueller ha effettivamente affermato che la verginità di Maria è una favola? Grazie.

      Rispondi
      • #bbruno   25 dicembre 2017 at 8:31 pm

        può leggere su: .http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV1918_Lassale_Muller_contro_modernismo.html

        – dove non solo, come vede, il Nostro parla da par suo della verginità di Maria Santissima, ma di altre ‘cosette’ della fede cattolica che non sono proprio bazzecole da bistrattare a piacimento… Evviva i conservatori alla Ratzinger: che Dio ce ne guardi! (allora è ‘meglio’ il Bergoglio, che, per il fatto di essere così sbracato, dovrebbe -dico, dovrebbe – rendere più facile riconoscerne l’impostura….)

        Rispondi
      • #bbruno   25 dicembre 2017 at 9:24 pm

        e può leggere anche, sempre de fide catholica, su:

        https://novusordowatch.org/2017/08/heresies-cardinal-muller-transubstantiation/

        – dove fulminante è l’osservazione di Papa Pio VI su queste astrofanti dell’ intellighentia, che ora diciamo modernista, che sanno alla maniera tipica loro turlupinare gli sprovveduti coi loro ragionamenti contorti che paiono rispettare quello che vanno puntualmente demolendo:

        essi si esprimono con una pletora di parole, capaci di mischiare cose vere con altre che erano oscure; alle volte mischiandone una con un’altra in modo tale da sembrare che affermino cose che sono state appena negate, mentre nello stesso tempo mantengono una base dalla quale partire per negare quelle affermazioni che avevano professato di credere.

        Grande: lo Spirito Santo che guida i suoi pastori per questa ciurmaglia di beccamorti ha subito fatta la berlina!

        Rispondi
      • #bbruno   28 dicembre 2017 at 6:32 pm

        credo di avere risposto alla sua richiesta…Sarebbe così gentile da dirmi il duo pensiero al riguardo?

        Rispondi
  4. #bbruno   21 dicembre 2017 at 2:09 pm

    amica di papa francesco, dice boiate in ordine alla fede cattolica, e il papa cattolico tace, misericordiosamente, certo. Che però non tace, il catholicos, e grida anzi, contro chi si oppone alla sua azione demolitrice, pardon, riformatrice…E li chiama cancro della chiesa, …. Misericordiosamente?!? ( ma fino a quando ci toccherà sopportarti, tu sì vero tumore del popolo cristiano? )

    Rispondi
  5. #bbruno   26 dicembre 2017 at 5:19 pm

    lo stesso che, amico della suora blasfema e di tutti blasfemi dell’orbe terracqueo, se ne è uscito a Natale ( a gara coi presepi blasfemi?) col dire , bestemmiando , che Gesù regala sua cittadinanza a tutti i migranti, credendo di fare una battuta intelligente….Quando invece ha offerto il destro a una risposta semplicissima: bene, se hanno in regalo quella di Gesù, che cosa se ne fanno di quella italiana?
    Quando il rinvio dello ius soli brucia nel c***!

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.