Social-and-Local-Palace-of-Westminster-Case-Study

Lo ha scritto il giornale britannico The Guardian in un articolo uscito nell’edizione dello scorso 4 febbraio: due logge, una riservata ai giornalisti e l’altra ai parlamentari, starebbero da tempo manovrando nell’ombra a Londra, nei corridoi del palazzo di Westminster, sede del Parlamento inglese, ove siedono i membri della Camera dei Comuni e di quella dei Lords.

«Le due logge sono così segrete che gli stessi giornalisti membri non ne conoscono gli aderenti», spiega il quotidiano. La prima, la New Welcome Lodge, è quella che recluta deputati e personale parlamentare; la seconda, la Gallery Lodge, si occupa invece della stampa. Ma ve n’è anche una terza, ancor più segreta, la Alfred Robbins Lodge, che pare riunisca altri giornalisti, abituati a riunirsi regolarmente a Londra.

Secondo David Staples, direttore generale della Gran Loggia Unita d’Inghilterra, non vi sarebbe alcuna contraddizione in tutto questo. Eppure queste strane consuetudini inquietano ormai persino il pur navigato Guardian: per quale motivo i membri di queste tre logge cercherebbero con tutti i mezzi di non essere identificati come massoni? In un Paese, oltre tutto, l’Inghilterra, spesso segnato da gravi scandali scoppiati attorno ad attività occulte, che hanno riguardato proprio politici massoni…

Fonte: Corrispondenza Romana