Santo Sepolcro chiuso. Per colpa di Israele

Mathieu CHAINE - Opera propria Official website, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=15498744
Mathieu CHAINE – Opera propria Official website, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=15498744

 

Su segnalazione, riportiamo la recentissima (di ieri, 26 febbraio) dichiarazione di O’ Brien, Gran Maestro dell’ordine equestre del S. Sepolcro. [RS]

 

 

Cari Cavalieri e Dame, Confratelli e Consorelle dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro.

Gli eventi degli ultimi giorni a Gerusalemme sono preoccupanti e meritano una attenzione speciale da parte dell’Ordine.

Con una insolita e disperata iniziativa per mantenere viva la presenza cristiana nella Terra Santa, i capi delle chiese cristiane hanno deciso di chiudere le porte della Basilica del Santo Sepolcro per protestare contro la “sistematica campagna contro le chiese e la comunità cristiana in Terra Santa” della Municipalità di Gerusalemme.

Violando trattati internazionali e secoli di prassi, tutte le proprietà cristiane, ad eccezione dei soli edifici di culto, vengono tassate per decine di miliardi di dollari. Questa misura comprende centinaia di strutture, incluse scuole, ospedali, case per gli indigenti, presidi sanitari e centri di pellegrinaggio cristiani, come il Notre Dame Center a Gerusalemme. Molti beni di chiese sono stati bloccati, molte multe sono state minacciate, e centinaia di migliaia di dollari sottratti alle chiese cristiane in un tentativo di ridurre sensibilmente la libertà di pratica della religione cristiana.
Si tratta di atti discriminatori senza precedenti contro i cristiani.

Sollecito tutti i membri delle nostre Luogotenenze ad offrire preghiere alla luce di questa ennesima prova di discriminazione contro i cristiani. E in un momento in cui i Governi dei Paesi occidentali tendono a mostrare un riguardo speciale nei confronti di Gerusalemme, i membri potrebbero portare queste azioni discriminatorie anticristiane all’attenzione dei propri governanti.


Edwin Cardinale O’Brien
Gran Maestro
dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme

 

 

Fonte: oessh.va

 

 

2 Commenti a "Santo Sepolcro chiuso. Per colpa di Israele"

  1. #bbruno   27 Febbraio 2018 at 7:48 pm

    questa chiesa apostata che vorrebbe chiudere per sempre il Cristo, il figlio del Dio vivente, Dio vero e solo Dio, nel sepolcro, nel dimenticatoio della storia, per non disturbare la bella consociazione delle religioni tutte care tutte belle tutte buone ciascuna col suo dio…non si merita il Santo Sepolcro, e lo chiuda pure, quel sepolcro che per primo ha conosciuto lo splendore della resurrezione dell’uomo Dio in esso deposto, e che, risorto, è l’ unico e il solo Salvatore del mondo… e che la nuova chiesa cattolica, l’apostata, ha rifiutato, per compiacere ai diktat della Religione massonica, l’Universale Menzogna. ” Ma se voi non credete che io sono, voi tutti morirete nei vostro peccati” (Gv8) ( e attaccatevi pure al tram della misericordia bergogliastra)

    Rispondi
  2. #Primo   27 Febbraio 2018 at 9:43 pm

    Per la prima volta cattolici ortodossi e armeni uniti per difendere la tomba vuota del Cristo risorto e dopi tre giorni hanno fatto modificare opinione ai perfidi

    Rispondi

Rispondi a bbruno Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.