[VIDEO] Senza vergogna: +Europa distribuisce cannabis e chiede il voto per legalizzarla

Cannabis distribuita a Milano: questa l’iniziativa dei radicali di +Europa di Emma Bonino, alleati del Pd alle politiche del 4 marzo e sostenitori della legalizzazione della marijuana. “Un voto per noi è un voto per legalizzarla, un battaglia sacrosanta per il bene dei giovani e della giustizia” dicono dal presidio milanese.

 

QUI IL VIDEO

 

Fonte: La Stampa

 

5 Commenti a "[VIDEO] Senza vergogna: +Europa distribuisce cannabis e chiede il voto per legalizzarla"

  1. #bbruno   26 febbraio 2018 at 5:19 pm

    se ne vedono gi effetti su Bergoglio-detto-papa ma in realtà compagno della Bonino: + Europa + Onu + Migranri + Soros+Sfacelo sociale morale e religioso….

    Rispondi
  2. #lister   26 febbraio 2018 at 5:40 pm

    Lo aveva già fatto Droghella una ventina di anni fa e, incriminato, ne uscì assolto.
    Questa è l’Italia.

    Rispondi
  3. #Stefano   26 febbraio 2018 at 6:51 pm

    Non mi scandalizza uno spinello ogni tanto, anche se da non fumatore sono contrario a qualunque forma di dipendenza dell’Uomo, ma trovo abominevole tale mercimonio organizzato da quell’essere spregevole che è la Bonino, abortista, bestemmiatrice e, ancor peggio… europeista.

    Rispondi
    • #Francesco Retolatto   27 febbraio 2018 at 12:39 am

      A me da ex consumatore di marijuana scandalizza che non le scandalizzi.
      Uno spinello o qualsiasi altra droga

      Rispondi
      • #Stefano   28 febbraio 2018 at 12:37 pm

        Lei si dovrebbe scandalizzare per cose un po’ più gravi, quali l’adesione (forzata) dell’Italia all’unione europea con tutte le ricadute negative che ciò comporta, come la cessione completa di sovranità e l’applicazione di provvedimenti normativi davvero scandalosi tra i quali la cosiddetta “buona scuola”. Se legge bene ho dichiarato di essere contrario a qualsiasi forma di dipendenza, ma lo spinellarsi ogni tanto è senz’altro un fallimento individuale, ma soprattutto collettivo, in quanto chi lo fa ricerca in quella fuga dalla realtà ciò che la Comunità e lo Stato non sanno o non vogliono dare. Le posizioni così rigoriste non hanno mai portato a nulla di buono, persino in questo campo, poiché mi sono reso conto che chi condanna senza appello troppo spesso fa ben poco per comprendere i fenomeni e per tentare di governarli al meglio. P&B

        Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.