Bergoglio e Scalfari: un nuovo fraterno colloquio

eugenio-scalfari-papa-270323-e1426715859665
“Il creatore, cioè il Dio nell’alto dei cieli, ha creato l’Universo intero e soprattutto l’energia che è lo strumento con il quale il nostro Signore ha creato la Terra, le montagne, il mare, le stelle, le galassie e le nature viventi e perfino le particelle e gli atomi e le diverse specie che la natura divina ha messo in vita. Ciascuna specie dura migliaia o forse miliardi di anni, ma poi scompare. L’energia ha fatto esplodere l’Universo che di tanto in tanto si modifica. Nuove specie sostituiscono quelle che sono scomparse ed è il Dio creatore che regola questa alternanza”. Lo afferma Papa Francesco in un colloquio con il fondatore di Repubblica, Eugenio Scalfari. Bergoglio sottolinea l’importanza dell’amore verso il prossimo. “La chiesa si estende ad una santità civile e cristiana nel senso più ampio. Il senso religioso lo si può avere in casa anche senza praticarlo. Oppure si pratica una religione ma soltanto nei suoi rituali e non con il cuore e con l’anima”, osserva il pontefice, secondo cui oggi la religiosità è più forte tra “le masse di popoli del Sudamerica, delle pianure dell’America del Nord, l’Oceania e la fascia dell’Africa da est a ovest. L’Africa è un continente agitato e tormentato, va molto aiutato”. “Quanto all’Europa, “deve rafforzarsi, politicamente e moralmente. Ci sono anche qui molti poveri e molti immigrati”, prosegue il papa. “L’Europa è un continente che per secoli ha combattuto guerre, rivoluzioni, rivalità e odio, perfino nella chiesa. Ma è stata anche una terra dove la religiosità raggiunse il suo massimo e proprio per questo io ho assunto il nome di Francesco: quello è uno dei grandi esempi della chiesa che va compreso e imitato”. Nel colloquio Francesco spiega che le anime che non si pentono “non vengono punite. non possono essere perdonate” e quindi “scompaiono. Non esiste un inferno, esiste la scomparsa delle anime peccatrici”.
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/papa-strumento-dio-creazione-energia-92cdfcc6-ad28-42af-9ad8-ce7df57fa61b.html

14 Commenti a "Bergoglio e Scalfari: un nuovo fraterno colloquio"

  1. #ClaudiusIII   29 marzo 2018 at 2:23 pm

    Spero non giunga il gnocchi di turno a dirci che le stesse cose le afferma Ratzinger. Adesso ci vuole la scomunica. Punto. La legge vale per tutti. E scommetto che non è nemmeno papa, ma solo un agente segreto. Comunque qualcuno lo deve scomunicare. Non siamo al bar dello sport. E se al bar dello sport qualcuno sostiene che la Juventus sia stata stata eliminata dalla coppa dei campioni o giochi in serie D lo buttano fuori. Bergoglio ha detto una cosa equivalente. Fuori.

    Rispondi
    • #alda   30 marzo 2018 at 1:22 pm

      Ratzinger ha fatto anche di peggio, certo con eleganza e leggiadria, ma lo ha fatto! Si metta il cuore in pace, con o senza i giudizi di Gnocchi, Ratzinger resta comunque oggettivamente PESSIMO! Le “scomuniche” delle vedove affrante ed indignate in ogni caso sarebbero dovute partire a raffica già contro Roncalli, Montini, Luciani, e Wojtyla e ovviamente Ratzinger! Ma dai sedicenti cattolici di oggi, mi aspetto solo un “il nostro Papa è Benedetto”, niente di nuovo sotto il sole: scomparsa la Fede, la segue il cervello!

      Rispondi
  2. #bbruno   29 marzo 2018 at 5:06 pm

    Questi due scempiati si parlano si annusano si leccano si piaccione … come due cani rognosi….ma trannquilli, l’hanno fatto in privato ( precisazione Sala Stampa vaticana): è salva la decenza! Ma che vadano all’inferno , tutti e due insieme, non ne possiamo più! E vada il Trombero e stia in Africa o in Asia, che tanto gli piace, a lavare i piedi , e il c— ai muslim e ai budda che tanto gli son ‘frateli’i, ma ci lasci in pace, noi: NON NE POSSIAMO PIÙ… e si porti dietro il suo dirimpettaio , il suo creatore EMERITO. PAGLIACCI e AGENTI criminali, al soldo di SOROS & C.! …

    Rispondi
  3. #bbruno   29 marzo 2018 at 7:09 pm

    Beh, intanto che hai detto che le anime peccatrici non vanno all’inferno, ma scompaiono, facci il piacere , scompari tu fin da adesso, e sai che liberazione!

    Rispondi
  4. #Albino   30 marzo 2018 at 11:02 am

    Era ora che ci si rendesse conto che l’inferno non esiste, ma solo l’oblio per le anime non salvate. Sono secoli che gli atei, i massoni, gli anticristi di ogni risma lo sostengono. Finalmente l’ha chiaramente detto anche Bergoglio. Intanto, a questa ennesima eresia, l’orbe cattolico, come sempre, tace…
    Albino

    Rispondi
    • #lister   30 marzo 2018 at 6:42 pm

      L’orbe Cattolico non lo ha svergognato quando il Pampurio ha detto che non crede nel Dio cattolico, figurati adesso. Chi tace acconsente, no?

      Rispondi
  5. #bbruno   30 marzo 2018 at 7:48 pm

    ma io dico, questo Bergoglio è uno sfasciato senza rimedio (l’ha dimostrato da lunga data, forse dai suoi primi vagiti, che dovevano essere spaventevoli), ma possibile che, non dico in vaticano, che tutti della sua risma sono, omogeneizzati e shikkerati nella stessa Loggia o Lobby, ma nell’area di quella che ancora si dice ‘chiesa cattolica’, possibile che nessuno si decida a mandarlo davvero all’inferno, anzi, no all’inferno, che l’inferno non esiste, ma almeno nella non-esistenza eterna, e poi se la vedrà lui se nella sparizione finirà o sarà finito a crogiolarsi nelle fiamme eterne????? tutti rincitrulliti e tutti rovesciati di fede, che ancora accorrono a salutarlo papa francesco pappa franciesco (dei suoi e loro stivali)???? Possibile che l’unica insorgenza – anzi l’unico tentativo di insorgenza, subito abortito , per l’eroismo dei congiuratii- nasca dai ‘dubia’ sulla morale tra le lenzuola degli sposi???. E c’è chi , professoralmente e teologicamente continua a sofisticare che tutte queste scemenze (che scemenze sono, ché l’immortalità dell’annima da sempre è stato punto fermo in tutte le culture umane) non compromettono irrimediabilmente la figura del papa, del sedente sul trono, perché non ancora pronunciate ex cathedra????Ma la fede nell’inferno, che è addirittura di fede rivelata, la puoi negare e deridere, e insieme svillaneggiare chi vi ha creduto fedelmente davvero nei secoli e ha vissuto, mortificandosi, fidando nella grazia di Dio per non cadervi dentro, senza provocare un moto di ribellione gigantesco che lo travolga e lo spazzi via, questo Sommo Idiota, che si vanta ( pensa un po’ il genio rinscimunito) , di essere un RIVOLUZIONARIO, in analogia, nel campo ‘religioso’, del suoi campioni Fidèl Chè Maduro Stalìn Lenìn PolPot Maò??? POSSIBILE??? PRETI E VESCOVI E CARDINALI, non potete per sempre farci giocondi! Impiccatevi finalmente tutti, ma davvero, su un palo, per dimostrare che credete davvero nella vostra fede, quella per la quale offendere un MIGRANTE e non accoglierlo, equivale a crocifiggere di nuovo Cristo! È questa la vostra NUOVA religione, la religione del Migrante, sacro e inviolabile: aspettiamo finalmente da voi non le sceneggiate del povero prete veneto, ma la realtà vera della vostra impiccagione, pro amore salutis migrantorum!!

    BUONA PASQUA a chi crede in Cristo Signore, MORTO E RISORTO,
    a chi crede che ogni maometto ogni budda ogni lutero sono tutti personificazioni diaboliche,
    e professa integralmernte e fondamentalisticamente il Credo cattolico!
    Agli altri l’augurio di SPARIRE presto!
    Scusate, questo è il mio sentimento nel Venerdì Santo del 2018!

    Rispondi
  6. #bbruno   31 marzo 2018 at 11:44 am

    Dopo tutto, bisogna riconoscre a questo Trombatore al vertice del Vaticano che un progresso l’ha fatto: fino a ieri diceva che dio prende tutti con sé, a prescindere, anche i non credenti in lui, anche gli Scalfari, usi all’ INCONTRO solo col loro IO… , perchè dio è di natura sua affetto da misssericordia oltre ogni limite, anche quelli della decenza…. oggi invece riconosce che per essere ammessi alla sua presenza dio richiede il ‘pentimento’: quanto alle anime peccatrici senza pentimento, beh, queste non temano, esse SPARISCONO semplicemente, oplà, come ciuffi di nuvola al sole…. Che cosa sia poi il peccato che le fa peccatrici, ce lo dirà più avanti, perchè non sappiamo bene ( o lo sappiamo già) che cosa lui intenda per peccato: non lavare i piedi ai puzzoni suoi migranti, ché lo sporca inquina e la Natura patisce e s’ offende?

    Rispondi
  7. #bbruno   31 marzo 2018 at 4:22 pm

    Dopo tutto, bisogna riconoscre a questo Trombato al vertice del Vaticano cher un progresso l’ha fatto: fino a ieri diceva che dio prende tutti con sé, a prescindere, anche i non credenti in lui, anche gli Scalfari, usi all’ INCONTRO solo col loro IO… , perchè dio è di natura sua affetto da misssericordia oltre ogni limite, anche quelli della decenza…. oggi invece riconosce che per essere ammessi alla sua presenza dio richiede il ‘pentimento’: quanto alle anime peccatrici senza pentimento, beh, queste non temano, esse SPARISCONO semplicemente, oplà, come ciuffi di nuvola al sole…. Che cosa sia poi il peccato che le fa peccatrici, ce lo dirà più avanti, perchè non sappiamo bene ( o lo sappiamo già) che cosa lui intenda per peccato: non lavare i piedi ai puzzoni suoi migranti, ché lo sporca inquina e la Natura patisce e s’ offende?

    (Scusate se insisto, ma questo magistero è davvero incalcolabile… Mi piacerebbe sentire il parere degli esperti come don Curzio….)

    Rispondi
  8. #bbruno   31 marzo 2018 at 10:48 pm

    E non avevo letto prima questa chicca del colloquio tra i due iilluminati, quello che siede sul trono Vaticano e quello che siede sul monumento Repubblicano ( per carità, colloquio “privato”, come se poi se le cose cambiassero di un millesimo). Eccola nella traduzuione da un sito francese:

    “Santità – dice lo Scalfari all’amico suo Im-papato( e che siano amici la dice tutta sul livello loro, “dimmi con chi vai…”.) – nel nostro precedente incontro lei m’ ha detto che la nostra specie un giorno sparirà, e che dio, sempre per emanazione della sua forza creatrice, creerà delle nuove specie”.

    Prima di tutto, meravigliosa questa insistenza, che ben si allinea con la saccenza moderna, per la quale da universo nasce universo e via all’infinito…Ma almeno, mi dico io, vista la ripetizione, speriamo che dio questa volta, facendo tesoro della triste esperienza avuta col bergoglio papa e il dirimpettaio Emerito e li altri soci in affari loschi…, stia attento a non ripetere gli stessi errori commessi con queste infelici produzioni papal-rognose, per la felicità e la salute mentale degli omini della prossima specie. Ché altrimenti dio non potrebbe sfuggire all’ accusa di recidività in difetti di creazione. Perseverare diabolicum.

    Rispondi
  9. #bbruno   1 aprile 2018 at 9:32 pm

    … perché quello di averci dato come papa il Bergoglio delle Pampas è stato davvero un colpo basso da parte di dio ( come dicono i giovani, ovviamente….)

    Rispondi
  10. #Aristarco De' Strigidi   2 aprile 2018 at 5:02 pm

    É accaduto stamane, sono sbalordito.
    Nella sua rubrica su “Repubblica” sono apparsi (per poche ore) aspri commenti di critica, sia pure per motivi differenti, da parte di Odifreddi nei confronti del duo Scalfari + Bergoglio.
    La reazione non si é fatta attendere : per la serie “evviva la democrazia”, é scomparsa tutta la rubrica presente e passata.

    Rispondi
  11. #bbruno   2 aprile 2018 at 10:00 pm

    Quell’ Odifreddi che per calcolo matematico dice che dio non esiste, dice che l’intervista di Scalfari a Bergoglio è una bufala. Per un suo nuovo calcolo matematico? Ma se Radio Vaticana- dico Radio Vaticana, non Radio Repubblicana – te l’ha confermato, quell’incontro, precisando che si trattava solo di un incontro di carattere privato ( la qual cosa non cambia un bel nulla), ma che cavolo smentisce l’illustre matematico, per il quale anche dio è una bufala? Ha paura che per averla detta troppo grossa il suo Bergoglio miscredente – pari suo – alla fine perda ogni crdibilità anche presso la parte del gregge più rincitrullita, e, scoperto, tutti capiscano finalmente quanto detto papa sia nudo e fasullo, e smettendo di ascoltarlo, finalmente si liberino dei danni che il Fasullone col suo fare sornione e ridanciano, scambiato per umano, si diverte a produrre? E poi, se le cose che dice il Bergoglio riferite da Scalfari, non sono vere, non può dirlo il Bergoglio stesso, senza che debba intevenire l’ Odifreddi? L’ Odifreddi defensor papae mi sembra troppo!

    Rispondi
  12. #bbruno   3 aprile 2018 at 6:04 pm

    e poi l’eminente matematico ragionatore infallibile a sangue Freddo non potrebbe suggerire al suo Bergoglio, siccome la cosa si ripete, che ci pensi lui a stroncare una buona volta questa catena di fake news ( come lui le chiama), quel Bergoglio che capace di prendere su il telefono e parlare in diretta a Unomattina in TV, può anche telefonare alla redazione di Repubblica, e dire come stanno le cose, con OBBLIGO di pubblicazione? E dire anche che d’ora in poi, viste le continue turlupinature o prese per i fondelli, seppure ‘santi’ fondelli (anzi, perché ‘santi.’..), smettetà completamente di dilettarsi con quell’unica fonte di informazione che è la lettura di Repubblica ( come detto a ‘Voz del Pueblo’…o fake anche quella?)…. O ci sta prendendo per scemi ? (certo che ce ne vuole di dose di scemenza in proprio, per arrivare a quesi giochetti e pensare di farla sempre franca…)

    Rispondi

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.