[AI PIEDI DEL TRONO VUOTO] In mortem di S.E.R. Monsignor Francis Slupski CSSR

“Accetto volentieri la croce che mi è stata offerta (ma) continuerò a lottare per l’onore di nostro Signore Gesù Cristo e della sua santa e immacolata  Chiesa e non la scambio mai per una nuova religione che proclama la felicità, la gioia, la rivoluzione e la libertà terreni,  tutte opere che confutano la Messa, il sacerdozio, il catechismo e tutto il soprannaturale: questa è l’antitesi del cristianesimo “
Abbè Coache
Si è spento il 14 maggio 2018, completando il suo pellegrinaggio terreno per raccogliere l’ambito premio, S.E.R Monsignor Francis Slupski, vescovo sedevacantista. Di origine polacca, era nato nel 1935. Ha guidato lungamente l’apostolato cattolico integrale negli Stati Uniti. Era di origine polacca, ordinato sacerdote nel 1961 in Polonia nell’ordine dei Redentoristi. La sua formazione fu debole e gli fu permesso di essere ordinato in circostanze speciali, soprattutto a causa della sua situazione familiare e personale, della necessità di sostegno finanziario e della situazione di persecuzione in quel momento in Polonia. Raggiunse la pienezza del sacerdozio, venendo consacrato Vescovo il 12 ottobre 1999 a Monroe, nel Connecticut, dalle venerate mani di S.E.R. Monsignor Robert McKenna O.P..  Sua Eccellenza Słupski era  parroco della cappella di Regina Caeli a Rockford, nell’Illinois, ma ha avuto molte altre cappelle negli Stati Uniti. Negli ultimi anni era caduto in grave e progressiva infermità ed è morto all’età di 83 anni.  La Messa da requiem è stata celebrata da un vescovo gemmato dalla sua mitra, S.E.R.Monsignor
Tra i vescovi che hanno assunto l’onere dell’episcopato “diminuito” durante i lunghi anni di vacanza della Sede apostolica, in seguito al concilio vaticano secondo, Sua Eccellenza Slupski è stato certamente un vescovo minore nel firmamento di questi coraggiosi presuli, non esente da mende e da controversie nella scelta di altri candidati all’episcopato. Ampiamente rimpianto da una parte del mondo sedevacantista americano, rappresenta tangibilmente la tortuosa e accidentata strada che deve percorrere l’episcopato cattolico residuale per mantenere non solo la Fede ma anche il decoro personale e la dignità.
† Requiescat in pace †
Luca Fumagalli e Piergiorgio Seveso
 

Un commento a "[AI PIEDI DEL TRONO VUOTO] In mortem di S.E.R. Monsignor Francis Slupski CSSR"

  1. #Diego   20 Maggio 2018 at 8:46 am

    R.I.P.

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.