Papa Francesco al Bergamo Pride. Mi raccomando: niente preghiere di riparazione.

di Marco Tosatti

A Bergamo ieri si è svolto il Gay Pride. Una preghiera di riparazione organizzata nella Chiesa dei cappuccini è stata ostacolata e alla fine stoppata dalla Curia diocesana. Avrebbe dovuto tenersi oggi. Al suo posto, questa sera, ma sul sagrato della Chiesa, avrà luogo un rosario di riparazione.

A fornire un minimo spunto alla riparazione ci hanno pensato alcuni del Gay Pride, come potete vedere dalle foto che alleghiamo.

Con buona pace del vescovo, e dell’assessore Angeloni, che quando è uscito il volantino per la preghiera di riparazione, ha detto, come riportato da La Nuova Bussola Quotidiana: “E’ stato infatti lo stesso Angeloni a dichiarare ai giornali durante la sua intemerata contro i riparatori: «L’uscita del volantino – aveva detto – rovina un clima di dialogo e rispetto reciproco instaurato tra la diocesi e le organizzazioni promotrici del Gay Pride, le quali si sono mostrate sensibili e attente nel valutare la data dell’evento, in modo da non creare sovrapposizioni con la peregrinatio del Papa Buono».

Quanto rispetto e dialogo (?) lo possiamo vedere dalle immagini. Non esiste più il reato di oltraggio a Capo di Stato estero, ma ci dispiaciamo che non esista, punito severamente, quello di oltraggio al buon gusto. Ma in quel caso i vari “pride” forse non sarebbero permessi. Notate il tocco delle labbra ritoccate con il rossetto…

Ancora una volta, a buona memoria dei cosiddetti Pastori e dei politici ad essi contigui, ricordiamo le parole di San Giovanni Paolo II: ““Un accenno – ha esordito Wojtyla affacciandosi alla finestra del suo studio privato per la tradizionale recita domenicale – ritengo di dover fare alle ben note manifestazioni che a Roma si sono svolte nei giorni scorsi. A nome della Chiesa di Roma non posso non esprimere amarezza per l’affronto recato al grande Giubileo dell’anno 2000 e per l’offesa recata ai valori cristiani di una città che è tanto cara al cuore di tutti i cattolici del mondo”.

E anche Bergamo, con il ricordo di Roncalli, a parecchi cattolici dovrebbe esserla. Proprio a quelli , in particolare, non rigidi, dialoganti e via dissolvendo.

 

Fonte

 

 

 

5 Commenti a "Papa Francesco al Bergamo Pride. Mi raccomando: niente preghiere di riparazione."

  1. #bbruno   21 maggio 2018 at 3:45 pm

    La giusta immagine! E prenda su quello che si meita, il papa sbagliato: uno sbagliato com sbagliatis, per natura o per elezione….

    Rispondi
  2. #bbruno   21 maggio 2018 at 5:00 pm

    ” Il fatto che tu sia gay non importa. Dio ti ha fatto in questo modo e ti ama in questo modo e a me non interessa. Il Papa ti ama come sei. Devi essere felice di chi [?!?] tu sia” .

    Questo, viene riferito, avrebbe detto il papa venuto da (molto) lontano, a una vittima degli abusi in ambito episcopal cileno, oggi omosessuale…. Vero o non vero autentico o meno, questo sarebbe in linea diretta col suo famoso accertatissimo “Chi sono io per giudicare?”

    Allora ‘sti preti del cavolo prima li confezionano, i gay, nella loro gay-sartoria, e poi li mandano in pace nel nome di Dio …

    A questo siamo arrivati….

    Rispondi
  3. #francesco   21 maggio 2018 at 11:02 pm

    Vorrei fare un’osservazione sulla foto: la valigia che Francesco utilizza è di colore nero e non bianco

    Rispondi
  4. #lister   22 maggio 2018 at 9:54 am

    Secondo me, sotto la maschera e sotto quelle còtole bianche c’è proprio lui…
    Nella valigetta bianca, c’è quella nera, mascherata.

    Rispondi
  5. #bbruno   22 maggio 2018 at 10:50 pm

    le parole di chi? di ‘san’ Giovanni Paolo II? Quello che difendeva i ‘valori’ cristiani mentre ci metteva dietro ai suoi fratelli maggiori ebrei? Quello che baciava il corano che vuole morta la fede cristiana e chi la professa? Ma sempre a farci prendere per li fondelli?

    Per finire alla berlina come questo qui, che chiamiamo papa nostro ? E quando domani anche uno come lui sarà fatto santo da uno come lui, che faremo? Tramortiremo davanti alla nuova santità? San Francesco Jorge Mario Bergollio… come suona bene!

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.