Silvio Viale richiamato dall’Ordine anche grazie a RS: ora abbiamo bisogno di voi!

viale1

 

di Cristiano Lugli

 

Cari amici e lettori, come ricorderete, meno di un anno fa Radio Spada apriva una campagna fatta di segnalazioni e telefonate all’Ordine dei Medici di Torino per chiedere la radiazione di Silvio Viale (https://www.radiospada.org/2017/07/chiediamo-la-radiazione-del-dott-silvio-viale/), il ginecologo radicale che dichiara allegramente di “frullare i bambini” e ride delle madri che giungono ad abortire dopo aver fatto le prime – e che lui ritiene inutili – resistenze alle proposte del medico abortista.

La campagna di Radio Spada funzionò, anche e soprattutto “denunciando” il conflitto d’interesse – di natura politica – che Viale ha dimostrato spingendo una fortissima campagna a favore della RU-486, facendosi fotografare gaudente con il farmaco abortivo in mano.

Gli interessi coinvolti, come si può capire, non sono solo di natura politica – le campagne dei radicali che Viale ha attuato insidiandosi e radicalizzando il centro sinistra – ma anche farmaceutica, visto l’interesse della Exelgyn, l’azienda francese che produce il farmaco la quale, fra l’altro, ha espresso all’Aifa tutti i rischi legati all’uso della pillola abortiva senza che però, come comprensibile, Viale ne abbia mai fatto menzione.

Le segnalazione dei lettori di Radio Spada e di tutte le persone di buona volontà che si accorsero dell’abuso in camice bianco che Viale compie continuamente, hanno evidentemente sortito il loro effetto:  il 5 maggio prossimo, infatti, Viale ha appuntamento con l’Ordine dei Medici di Torino per un richiamo conseguente alle molte segnalazioni per la sua campagna abortista fatta per interessi ideologici e di partito, non certo per professionalità medica.
A riferirlo sono gli stessi radicali, che promettono di scendere in piazza a difesa dei “diritti” che Viale avrebbe portato in Italia attraverso le sue battaglie: http://www.torinoggi.it/2018/04/28/mobile/leggi-notizia/argomenti/politica-11/articolo/la-solidarieta-dei-radicali-italiani-a-silvio-viale.html
Da notare come i radicali che esprimono solidarietà al compagno Viale, si permettano di denigrare l’Ordine dei Medici solo per aver giustamente richiamato un medico che svolge un ruolo nel pubblico, non potendosi dunque permettere di fare campagne di interesse personale volte a portare credito ad una battaglia ideologica: “Battaglie che su aborto farmacologico e abolizione dell’obbligo della ricetta sulla pillola del giorno dopo hanno cambiato questo Paese in meglio. Meriti questi che non si possono certo attribuire all’Ordine dei medici che oggi, come in altre occasione, dà voce alle istanze più conservatrici”.
 
Anche queste gravi affermazioni – per le quali il ginecologo ringrazia gli amici radicali, condividendole – vanno assolutamente rese note all’Ordine.
Mancano solo 2 giorni all’incontro che l’Ordine dei Medici di Torino avrà con Viale. È nostro dovere esprimere nuovamente il nostro disappunto nei confronti di questo medico, affinché si possa aprire un procedimento disciplinare. Troppo spesso ha usato frasi forti contro le donne e le famiglia, o ha mostrato assoluta insensibilità sui casi di Charlie Gard e Alfie Evans – anche qui per comodo interesse eutanatico ordinato dal partito, e non certo dal giuramento di Ippocrate che egli stesso mostra di detestare.
Invitiamo dunque tutti, senza sosta e coinvolgendo quante più persone possibili attraverso call-bombing o mail-bombing, a chiamare l’Ordine o a scrivere email in questi due giorni a disposizione:
 

Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Torino – C.so Francia, 8 – 10143 Torino
Numero: 011 5815111
Mail: segreteria.amministrativa@omceo.to.it

 

 

Dobbiamo soprattutto far presente che, viste le radiazioni di alcuni medici considerati contro i vaccini – eventualmente anche fondate o comunque degne di attenzione – ci pare giusto che i provvedimenti siano presi pure nei confronti di chi gioca su conflitti di interessi politici, di aiuto a battaglie politiche e, in ultima istanza, nei confronti chi gioca sui sentimenti delle persone ridicolizzando l’aborto e utilizzando termini assolutamente fuori da ogni norma etica e deontologica.
Abbiamo avuto un ruolo importante fino a qui e il risultato si è effettivamente rivelato: continuiamo la buona battaglia con i metodi che abbiamo a disposizione.

 

 

 

4 Commenti a "Silvio Viale richiamato dall’Ordine anche grazie a RS: ora abbiamo bisogno di voi!"

  1. #anacord   3 maggio 2018 at 7:40 pm

    questi esseri non dovrebbero esercitare. Sono andata a curiosare un pò sul profilo fb: non è un dottore è un orco ! Gente senza Dio !

    Rispondi
    • #Diego   4 maggio 2018 at 3:36 pm

      Concordo completamente con lei!

      Rispondi
  2. #PAOLO   3 maggio 2018 at 8:08 pm

    A proposito di medici senza Dio, mi viene un dubbio, da qualche giorno: i genitori dell’eroico Alfie Evans hanno potuto almeno avere il corpicino, o anche il cadavere è dominio della “libera, grande, liberale e illuminata democrazia inglese”?

    Rispondi
  3. #Annarita   9 maggio 2018 at 10:51 am

    Questo medico voleva fare il macellaio, ma si vede che mamma e papà non glierlo hanno permesso ed ora segue la sua vocazione in ospedale, con uno stipendio migliore di quello di macellaio, sepur il lavoro è lo stesso. Speriamo che non si ritrovi un giorno frullato eternamente all’Inferno! Speriamo si converta prima, ma ora venga radiato dall’ordine dei medici ed integrato in quello dei macellai.

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.