[AI PIEDI DEL TRONO VUOTO] Un nuovo vescovo sedevacantista: Monsignor James Carroll

di Luca Fumagalli e Piergiorgio Seveso

La congregazione sedevacantista di San Pio V (CSPV) a Oyster Bay Cove, New York, ha annunciato nei giorni scorsi i suoi piani per la consacrazione di un nuovo vescovo. Il 27 dicembre 2018, festa di San Giovanni Evangelista, S.E.R. Monsignor Joseph Santay consacrerà vescovo padre James Carroll, assistito da S.E.R. Monsignor Clarence Kelly come co-consacratore. Padre Carroll è stato ordinato sacerdote da Monsignor Santay nell’agosto del 2007. La Congregazione di San Pio V fu fondata nel 1996 da Monsignor Kelly. Lo stesso Kelly è membro della Società di San Pio V (SSPV), fondata nel 1983 da lui stesso e da altri otto sacerdoti (i famosi “Nove”) espulsi dalla Società lefebvriana di San Pio X (un podcast gratuito con tre dei nove chierici originali che spiegano gli eventi può essere trovato qui). Monsignor Kelly fu consacrato vescovo da Monsignor Alfred Francis Méndez-Gonzalez, C.S.C., vescovo emerito di Arecibo, Porto Rico, il 19 ottobre 1993. La consacrazione fu, come forse ricordano i più, misteriosa e rocambolesca, dal momento che avvenne in modo semisegreto, ad opera di un anziano vescovo una cum, degente in una casa di riposo. La consacrazione fu in modo non unanime accettata come valida e reale dal mondo sedevacantista. A questo inizio tormentato e discusso l’Eccellenza Kelly ha poi aggiunto uno stile di “governo” discusso e discutibile, mettendo via via in discussione la validità delle ordinazioni Thuc e addentrandosi in polemiche dottrinali di piccolo e medio cabotaggio con i suoi ex confratelli. Una sindrome da “o con me o nulla” ovvero “Alone in the sun” molto diffusa nel mondo sedevacantista di ieri e di oggi. In questo filone di eccessi ed esorbitanze ricordiamo le LL.EE.RR.  George Musey e Louis Vezelis , primissimi vescovi sedevacantisti della linea Thuc-Carmona, che avevano dato ampi saggi di questi atteggiamenti “patriarcali” ed esclusivisti nei confronti del resto del mondo sedevantista.  Monsignor Joseph Santay fu consacrato vescovo da Monsignor Kelly il 28 febbraio 2007. La Congregazione di San Pio V è una realtà tipicamente americana e non è diffusa fuori dagli States, tantomeno nella sonnacchiosa e provinciale penisola italiana. Quindi possiamo guardare con un certo distacco questo futuro evento, rallegrandoci però che la Chiesa cattolica (privata del suo supremo Gerarca e di veri vescovi sulle sedi) trovi nel prossimo dicembre un nuovo vescovo. Con l’augurio che possa essere però un vescovo per tutta la Chiesa e non solo per la sua Congregazione, ad nutum Kelly.

Nella festa dell’Esaltazione della Santa Croce

Fonte primaria: http://www.congregationofstpiusv.com/

Fonte secondaria: https://novusordowatch.org/2018/09/new-sedevacantist-bishop-james-carroll/

 

Elenco delle puntate precedenti

I sottoscala dell’esistenza

Catacombe e osterie

Aberrazione e abitudine

Thuc: un vietnamita per amico

101 personalità sedevacantiste

Monsignor Joseph Selway un nuovo vescovo per la Sede vacante

In morte dell’abbè Jean Siegel

Non possumus arriva in Francia

Non possumus in Francia: una nuova puntata

In mortem di S.E.R. Mons. Francis Slupski CSSR

Policentrismo sedevacantista: una mappa

Sede vacante e guerra civile

Roma senza Papa: un romanzo di Guido Morselli

Rocche, fortilizi e casematte

Puntate onorarie:

Orgogliosi di essere la vergogna della Tradizione

Radio Spada: cinque anni di battaglie

 

 

 

 

9 Commenti a "[AI PIEDI DEL TRONO VUOTO] Un nuovo vescovo sedevacantista: Monsignor James Carroll"

  1. #bbruno   14 settembre 2018 at 9:22 pm

    che il Signore ci dia la grazia di capirci qualcosa… Anche Lui, quando era qui in terra, non aveva ben chiaro se al suo ritorno avrebbe trovato ancora fede sulla terra….

    Rispondi
  2. #DPS   15 settembre 2018 at 1:04 pm

    Dalle righe conclusive evinco che i sigg. Luca Fumagalli e Piergiorgio Seveso sono sedevacantisti. Dico bene o dico giusto?

    Rispondi
    • #guelfonero   15 settembre 2018 at 1:26 pm

      Non a caso l’intera rubrica è sedevacantista. Se legge le puntate precedenti, lo vedrà chiaramente.

      Rispondi
    • #bbruno   15 settembre 2018 at 6:43 pm

      OPS: che orrore! Ah, già, horror vacui…

      Rispondi
    • #AlDa   15 settembre 2018 at 8:52 pm

      Certo che son sedevacantisti! Grazie a Dio, è proprio il caso di dirlo, qualcuno col cervello funzionante, idoneo a compiere un autentico atto di Fede, è rimasto!

      Rispondi
  3. #mah   15 settembre 2018 at 8:26 pm

    Sono più vescovi che fedeli….

    Rispondi
    • #AlDa   15 settembre 2018 at 11:56 pm

      e va bene così, almeno si riduce notevolmente il rischio di avere “fedeli” come lei!

      Rispondi
      • #mah   17 settembre 2018 at 10:20 am

        Non si preoccupi sig.ra Aida, ognuno pensi ai “fedeli” suoi…visto che la madre dei farisei è sempre incinta…

        Rispondi
        • #AlDa   17 settembre 2018 at 4:03 pm

          Allora La prego di far avere le mie più vive e sentite felicitazioni a sua madre per l’attuale gravidanza!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.