‘Mazzini e Garibaldi nazionalisti oppressori’: l’Austria gira pagina nei libri di testo

 

Una buona notizia di tanto in tanto arriva, e a darla questa volta è la rivista Il Primato Nazionale, indignata  per quanto riferisce. Ebbene: nelle scuole austriache il cosiddetto “risorgimento italiano” viene definito per ciò che è:

«nel XIX secolo – si legge in uno dei volumi – ambiziosi uomini di Stato capirono che l’idea nazionale si adattava in modo eccellente al raggiungimento dei loro personali obiettivi politici. Volevano espandere i loro Stati a costo degli altri, e allo scopo utilizzarono come giustificazione l’idea nazionale. In molte parti del mondo ancora oggi si fa politica in modo simile». E ancora: «Il Piemonte, nella seconda metà del XIX secolo, si sviluppò in un moderno ed efficiente Stato-modello. Appoggiò l’idea di una divisione dell’Austria».

In sostanza, Cavour, Mazzini e Garibaldi non sarebbero stati dei patrioti che volevano riunificare la propria nazione, bensì politici ambiziosi e senza scrupoli che – facendo leva sul nazionalismo – intendevano dividere l’Impero asburgico, riferiscono quelli de Il Primato Nazionale.

Ancora: «I funzionari del Kaiser rinsaldavano il suo dominio con una amministrazione corretta e unitaria […]. L’imperatore vedeva sé stesso come il signore di tutti i suoi popoli. Voleva accrescere il prestigio dello Stato nella sua interezza. Per questo motivo, le pretese delle singole nazioni vennero represse».

Grazie Vienna!

 

2 Commenti a "‘Mazzini e Garibaldi nazionalisti oppressori’: l’Austria gira pagina nei libri di testo"

  1. #angela   25 Settembre 2018 at 7:18 pm

    Dover sorbirci Garibaldi-Mazzini-Cavour-il re come eroi , quando i carbonari e l’alta vendita erano sette segrete massoniche, e il Nubius scriveva della Chiesa da rendere conchiglia vuota
    http://www.alessandroguzzi.com/home/images/pdf/ambasciatore-del-diavolo-2016.pdf, apprendere a scuola delle menzogne colossali come queste spacciate per verità…. e l’evoluzione smentita dallo studio del dna….dice tutto su chi ci domina da dietro le quinte….
    massoneria

    Rispondi
  2. #bbruno   25 Settembre 2018 at 7:36 pm

    agenti della stessa massoneria, che non molti decenni dopo avrebbe disintegrato l’impero cattolico austro-ungarico con un guerra bestiale… come già aveva dissolto la monarchia cattolica di Francia con la carneficina giustizialista….solo per citare tre delle tappe di smantellamento, ‘sine ulla pietate’, della presenza cristiano cattolica nel mondo….Ora siamo al risultato massimo, finché Dio vorrà. “Non possono vincere sempre” (LOTR)

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.