Prete rompe i ranghi e rivela la sottocultura gay in un importante seminario del Regno Unito

Nota: riportiamo di seguito la traduzione di un pezzo uscito oggi su LifeSiteNews che aggiunge ulteriore materiale per la riflessione sul tremendo scandalo degli abusi sessuali commessi da sacerdoti omosessuali. Osserviamo una circostanza: Padre Mardsen affida le sue accuse ad una “lettera aperta”[1], sicché si hanno nomi e cognomi dell’accusatore, degli accusati, dei destinatari del documento. E’ uno strumento inedito, che lascia pensare che chi tenta di opporsi al dilagare dell’omosessualismo nei seminari – coll’inevitabile corredo di abusi sui più deboli ed offese al sacerdozio – voglia ora che tutto sia chiaro e documentato, che non si possa dire, un domani, che qualcuno non sapeva o che si trattava di “voci”. (a cura di Massimo Micaletti)

NEW OSCOTT, Inghilterra, 18 ottobre 2018 — Un sacerdote dell’Oscott College in Inghilterra ha parlato sulla sottocultura gay che vige nel locale seminario, formulando accuse gravi contro il Rettore e affermando che i vescovi di Inghilterra e Galles sono permissivi sull’omosessualità.

In una lettera aperta ai vescovi di Inghilterra, Scozia e Galles, Padre David Marsden, S.C.J., ex Tutor di formazione al seminario di S. Maria all’Oscott College, ha detto che è stato rimosso dal suo incarico per aver cercato di difendere la dottrina della Chiesa cattolica sull’omosessualità e fa appello ai Vescovi per far pulizia nei seminari dell’Inghilterra nell’interesse di quegli uomini fedeli che cercano di seguire una vocazione al sacerdozio. “Sto scrivendo a voi tutti con la richiesta di agire e prendere le misure necessarie per riformare i tre seminari rimanenti in Inghilterra“, ha detto Marsden. “I seminaristi ortodossi ed eterosessuali meritano un seminario libero da una subcultura gay e libero da accademici e personale di formazione che sono essi stessi omosessuali

Il Seminario di Santa Maria, a New Oscott, Birmingham, comunemente noto come Oscott College è il Seminario della Chiesa Cattolica dell’Arcidiocesi di Birmingham, in Inghilterra, ed uno dei tre seminari della Chiesa in Inghilterra e Galles.

Marsden lancia la sua accusa contro la dilagante crisi di abusi sessuali che ha scosso la Chiesa nei mesi scorsi, ed ha detto che c’è ancora un’assenza di responsabilità da parte dei Vescovi.

Questo approccio sta chiaramente ignorando l’insegnamento della Chiesa su questo problema che è vitale, eppure per qualche strana ragione, i Vescovi non sono ancora chiamati in responsabilità per la negligenza su questo importante precetto” ha detto “Mentre l’insegnamento è chiaro (per quanto ancora? N.d.T.) la prassi in troppe diocesi è profondamente compromessa. Posso fare un forte appello affinché sia fatto qualcosa contro questo abuso dilagante?

Marsden  ha detto che egli prega che lo Spirito Santo purifichi ora la gerarchia ecclesiastica con la continua esposizione degli atti malvagi compiuti dal clero omosessuale in tutto il mondo. E crede che sia suo dovere informare i Vescovi e gli altri cattolici che “Il gruppo omosessuale nella gerarchia che ha permesso a Mc Carrick di operare senza alcun ostacolo è ancora vivo e forte nella Chiesa cattolica d’Inghilterra e del Galles”.

Marsden ha condensato le sue osservazioni, dopo un anno al seminario, in cinque punti nella sua lettera aperta ai Vescovi, riprortata in un’inchiesta di Church Militant.

Innanzitutto, osserva che i seminaristi vengono mandati al St. Luke Center a Machester per una valutazione psicologico come parte della prassi di selezione.

Il direttore della struttura, ha detto Marsden, “ha egli stesso delle vedute molto singolari sull’omosessualità e sembra lieto di ammettere uomini omosessuali nel programma di formazione”.

Il St. Luke Center è la branca inglese del ST. Luke Institute, un’importante struttura di trattamento psicologico basata nel Maryland e specializzata nel clero cattolico. Particolarmente verso le persone affette da tendenze agli abusi sessuali. E’ stato fondato da un uomo dichiaratamente gay (Michael peterson, N.d.T.) divenuto prete ed in seguito morto di AIDS. L’Istituto è molto contestato perché, tra l’altro, è accusato di usare teorie a favore dell’omosessualità e della pedofilia e tecniche di cura che impiegano pornografia.

Il secondo punto della lettera di Mardsen approfondisce le accuse contro il Rettore del Seminario, il canonico David Oakley, del quale dice che lo ha licenziato perché (Mardsen) avrebbe consigliato vivamente che un seminarista apertamente gay interrompesse il programma di formazione

Il Canonico David Oakley è disposto ad ammettere uomini omosessuali nel suo Seminario e non li allontanerà finché la loro condotta non divenga insostenibile”, ha dichiarato. “E’ un uomo compromesso e vigliacco che non è disposto a prendere posizione e contrastare la condotta dei Vescovi sul problema dell’omosessualità”.

Madrsen ha continuato, dicendo che alcuni tra i Vescovi inglesi e gallesi sono “felici di ammettere seminaristi che sono apertamente gay al programma di formazione e di procedere verso le ordinazioni”, menzionando il Vescovo di Menevia

Il Vaticano ha definitivamente proclamato più di una volta il divieto di ordinare uomini omosessuali.

Nel quarto punto della sua lettera, Mardsen ha riportato che un direttore spirituale del Seminario di Oscott ha ammesso l’attrazione sessuale verso giovani uomini, coinvolgendo ulteriormente Okley che ha tollerato questa situazione.

E’ altamente inopportuno che un simile individuo mantenga un tale ruolo”, ha detto Mardsen di quel direttore spirituale.

il Rettore è consapevole di questo fatto ma sembra incapace di affrontare questo individuo” ha dichiarato Mardsen. “Ha anche constatato che gli amici che accompagnano questa persona ogni anno in vacanza sono anche loro omosessuali”.

Apparentemente, la linea che si tiene ad Oscott sembra di essere che se un seminarista non mette in pratica chiaramente le sue tendenze omosessuali sul momento o se non si comporta in maniera inappropriata – ha detto Mardsen – allora è libero di frequentare il programma di formazione e di vanaare verso i sacri ordini”.

il rettore non espellerà un seminarista che ammette di essere gay per paura che il suo Vescovo non condividerà questa decisione”, ha aggiunto. “Il problema, perciò, continua, nel silenzio”.

Mardsen ha proseguito “Un altro dei direttori spirituali nel Seminario pensa che i preti omosessuali sono una grande idea perché essi possono svolgere il loro ministero per la comunità gay”.

Nell’ultimo capo della lettera id Marsdsen, ha dichiarato precisamente che sia l’Arcivescovo di Birmingham (Bernard Langley) che quello di Westminster (Vincent Nichols) sono stati messi a conoscenza di queste questioni ma “sembrano preferire ignorarle”.

Perché continuiamo ad avere religiosi così inerti e pusillanimi in posti così alti di comando nella Chiesa?” ha chiesto. “Perché hanno paura di parlare chiaramente su argomenti come l’omosessualità nel clero e la venefica ideologia gender che si insinua nelle nostre scuole?

Alla luce della memoria dell’Arcivescovo Viganò, ha detto Mardsen, è ancor più chiaro che “la setta omosessuale che opera nella Chiesa Cattolica esiste ai livelli più alti e mette sotto accusa lo stesso Papa Francesco”.

La distanza rispetto all’insegnamento cattolico sulla sessualità persiste, ha detto Mardsen, e sta uccidendo il sacerdozio.

Alla luce dello scandalo McCarrick e del dossier Viganò”, dice “è diventato molto chiaro che Cardinali, Vescovi ed autorevoli religiosi in tutto il mondo stanno ancora apertamente contrastando l’insegnamento della Chiesa che proibisce l’ammissione in seminario di uomini con tendenze omosessuali”

E’ questa la causa profonda del più grave scandalo dei nostri tempi” ha detto Mardsen “ed in concreto sta distruggendo il sacerdozio dall’interno”.

Fonte https://www.lifesitenews.com/news/priest-breaks-ranks-and-blows-the-whistle-on-gay-subculture-in-leading-uk-s?utm_content=buffer87c66&utm_medium=LSN%2Bbuffer&utm_source=facebook&utm_campaign=LSN

 

[1] Testo integrale su https://www.churchmilitant.com/news/article/an-open-letter-to-the-bishops-of-england-wales-and-scotland

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.