Trump parla nuovamente a favore delle persone con sindrome di Down

Nota di Radio Spada: riguardo Donald Trump nel passato come oggi non abbiamo mai lesinato critiche. nè nascosto in qualche caso i nostri entusiasmi. Segnaliamo quindi quest’intervento positivo col medesimo realismo con cui guardiamo all’intera sua politica (Piergiorgio Seveso)

 

Il 1° ottobre 2018 il Presidente Trump, come già nel 2017,  ha diffuso un discorso coraggioso in apertura del mese sulla consapevolezza sulla sindrome di Down. In USA circa il 30% dei concepiti con trisomia 21 viene abortito, ma nel Regno Unito si arriva al 90% ed in Islanda al 100%. Le parole di Trump confermano la volontà fattiva di imprimere una svolta pro vita sempre più decisa, a superamento del paradigma obamiano e clintoniano di sostegno pieno ed incondizionato all’abortismo ed a tutte le sue tremende emanazioni, in primis Planned Parenthood.

 

Durante il mese di sensibilizzazione sulla Sindrome di Down, Melania ed io ci uniamo per celebrare la vita degli oltre 250.000 americani con sindrome di Down e di quelli di tutto il mondo con questa condizione. Insieme, ricominciamo ad approfondire la nostra comprensione della sindrome di Down e ad imparare di più su come possiamo garantire che le meravigliose persone con sindrome di Down siano in grado di partecipare pienamente alla società. Sosterremo sempre i sogni di coloro che hanno la sindrome di Down, e rispettiamo e onoriamo la santità della loro vita, in ogni fase.

 

Oggi, a seguito dei progressi nella ricerca e nel trattamento, le persone con Trisomia 21 o “Sindrome di Down” conducono una vita più sana e più lunga. Attraverso terapie innovative, professionali e fisiche, stiamo trovando nuovi modi per sfruttare le capacità fisiche e intellettuali di bambini e neonati con sindrome di Down. Stiamo imparando di più su questa condizione e sulla maggiore necessità di un’educazione e accettazione diffusa. Questi sforzi aiutano a garantire che molti dei nostri cittadini più giovani con questa condizione siano in grado di vivere vite soddisfacenti, indipendenti e produttive.

 

Tutte le persone sono dotate dal loro Creatore con dignità e diritti alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità. Nonostante alcuni miti e stigmi persistenti, anche all’interno della comunità medica, la nostra nazione abbraccia fortemente l’innegabile verità che una diagnosi di sindrome di Down è un’opportunità per abbracciare i doni di Dio. Io sto dalla parte della vita – in tutte le sue bellissime manifestazioni – e io, e la mia amministrazione, continueremo a condannare il pregiudizio e la discriminazione che gli americani con sindrome di Down sopportano troppo spesso.

 

Durante questo mese, promettiamo di continuare a creare opportunità e sostenere gli straordinari uomini, donne e bambini con sindrome di Down. Ogni giorno ci ispirano a vivere con grande amore, gioia e apprezzamento per il nostro mondo e per coloro che lo rendono un posto davvero unico e speciale in cui vivere. La vita è preziosa, ed è nostro dovere morale proteggerla e difenderla.

 

Testo originale: https://www.whitehouse.gov/briefings-statements/presidential-message-syndrome-awareness-month/

Traduzione a cura di Massimo Micaletti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.