Oggi Emma Bonino in Università Cattolica, compaiono i manifesti di contestazione: ‘Gli studenti cattolici non dimenticano’

*** ESCLUSIVA RADIO SPADA ***

Questo pomeriggio alle 15:30, Emma Bonino parlerà per la prima volta in Università Cattolica del Sacro Cuore su invito di un gruppo studentesco. Il fondo evidentemente non era ancora stato toccato, dirà qualcuno.

Nessuno (che si tratti di istituzioni accademiche o associazioni studentesche) nell’ateneo dei cattolici italiani ha sollevato il minimo cenno di protesta, anzi l’incontro è stato organizzato con tutti i crismi in un’aula centrale dell’Università e con largo anticipo. Sembra proprio che in Cattolica tutti ritengano normale che la campionessa del laicismo, dell’aborto libero e dell’anti-cattolicesimo liberale in Italia, parli in un’università sorta proprio per contrastare questi fenomeni. O almeno così sembrava.

Questa mattina infatti, l’Università Cattolica e tutta l’area circostante Largo Gemelli passando per via Lanzone e la fermata metro di Sant’Ambrogio, sono stati tappezzati da decine di manifesti. Il contenuto immediato quando sostanziale: due foto, una raffigurante Emma Bonino che pratica un aborto clandestino nei primi anni ‘70 e l’altra che vede la stessa sfilare in un corteo per l’aborto senza limiti a metà anni ‘60.

A seguire il testo: “Benvenuta Emma. Gli studenti cattolici non dimenticano”, corredato da una macchia di sangue. A firmare il manifesto il “Comitato Padre Agostino Gemelli” a testimoniare lo spirito d’appartenenza di questi studenti per il nobile progetto accademico cattolico-integrale costruito da Padre Agostino oltre 90 anni orsono per combattere il Liberalismo imperante.

In Cattolica c’è ancora chi combatte per quel glorioso sogno.

***

Altre immagini:

3 Commenti a "Oggi Emma Bonino in Università Cattolica, compaiono i manifesti di contestazione: ‘Gli studenti cattolici non dimenticano’"

  1. #Barbieri mauro   23 Nov 2018 at 1:54 pm

    Ch ha organizzato questo evento di cattolico non a neanche i lacci delle scarpe

    Rispondi
  2. #Massimo Micaletti   23 Nov 2018 at 8:43 pm

    Che quegli studenti si impegnino, divengano docenti cattolici e rettori cattolici. Quella è la strada per riprendersi l’università.

    Rispondi
  3. #bbruno   24 Nov 2018 at 10:53 am

    ai nuovi cattolici piace la scena della Emma all’opera per spazzare via dal ventre di quella disgraziata l’ indesiderato ingombro! Un modello di compassione, davvero: ero bambino e mi avete accolto (a colpi di pompa )! Una Grande Italiana, Sbergoglio dixit. E i nuovi cattolici la onorano come una icona!

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.