Papa Benedetto XIII Orsini, originario di Gravina in Puglia, aveva una salute alquanto cagionevole che pativa in particolar modo l’umidità. I bene informati dicono che questa pastasciutta con tonno e broccoli fosse per lui balsamica: provatela anche voi (è perfetta anche per i giorni di magro) e fateci sapere!

 

INGREDIENTI per 4 persone:

1 broccolo di medie dimensioni
1 barattolo di tonno sott’olio
pasta corta (non all’uovo) a vostra scelta, ma secondo me si prestano anche spaghetti o linguine
aglio, olio, peperoncino q.b.

 

PROCEDIMENTO:

L’aspetto a mio avviso più interessante è che la pasta di semola e il broccolo fatto a pezzetti si lessano insieme, nella medesima acqua salata, che quindi andrà calibrata in modo da essere sufficiente per entrambi.

Verso la fine della cottura, si soffriggono aglio e peperoncino in poco olio all’interno di una padella di diametro bastevole a saltare poi la pasta, e si versa il tonno – scolato di buona parte dell’olio d’oliva – facendolo soffriggere e insaporire un po’.

Scaduto il tempo di cottura della pasta (se breve, è meglio iniziare a lessare il broccolo prima di buttare la pasta), si scolano pasta+broccoli e si saltano nella padella fino a che il tutto non si presenta in modo omogeneo ed appetitoso!

Nota bene: l’eventuale spappolarsi in cottura delle infiorescenze del broccolo conferisce cremosità alla pasta e non è quindi (almeno a mio avviso) un difetto del piatto.

I sapori forti di questa ricetta si prestano anche a valorizzare le paste integrali, che almeno secondo me hanno pochissimo sapore.

 

[Ricetta trovata su riomare.it e rielaborata]