[SPADAKITCHEN] La torta di mele al Vov

La torta di mele è un tipico dolce autunnale. Questa versione al Vov me l’ha proposta mio marito (l’ha trovata sul sito www.ifood.it) quando cercava delle ricette per poter finire il Vov che avevo usato durante l’estate per fare del gelato (in realtà, il liquore non è finito facendo questa torta e abbiamo continuato a berne… ma questa è un’altra storia).

Ecco a voi la ricetta di questa torta profumatissima:

INGREDIENTI PER 6 PERSONE:

  • 4 mele piccole (oppure 3 mele grandi, io ho usato le Golden)
  • 40 g di uvetta
  • 120 g di olio di semi
  • 150 g di zucchero di canna
  • 80 g di latte
  • 150 g di Vov
  • 1 uovo
  • 300 g di farina 00
  • 8 g di lievito per dolci
  • 2 cucchiai di zucchero semolato bianco

PROCEDIMENTO:

Mettete l’uvetta in una ciotola e versateci sopra dell’acqua tiepida per farla ammorbidire. Lasciate riposare per almeno 15 minuti. Nel frattempo, sbucciate le mele e tagliatele a fettine sottili.

Unite in un pentolino l’olio e lo zucchero, fate intiepidire leggermente e mescolate bene. Versate il latte ed il Vov in un altro pentolino e scaldate, senza portare a bollore. Poi scolate l’uvetta.  Mettete il composto di olio e zucchero in una ciotola capiente, unite la farina, mescolate bene e aggiungete il lievito. Unite l’uvetta, aggiungete l’uovo, mescolate e versate il latte col Vov e sbattete bene con una frusta per amalgamare il tutto.

Foderate uno stampo da 20- 22 cm con carta da forno bagnata e strizzata, versate metà dell’impasto, disponete poi le mele a fettine, versate il resto dell’impasto e livellate. Spolverate con lo zucchero bianco formando uno strato uniforme e infornate in forno caldo a 180° per circa un’ora (vi consiglio di usare uno stuzzicadenti per verificare la cottura). Se durante la cottura la torta dovesse scurirsi troppo, copritela con un foglio di alluminio.

Si conserva in una tortiera, al fresco, per 3- 4 giorni (…ma di solito finisce prima).

Questa torta mi è piaciuta così tanto che l’ho fatta una seconda volta, quando tre settimane fa sono stata invitata su Instagram a partecipare ad un concorso culinario a base di mele e spezie e, per l’occasione, ho apportato delle modifiche: ho aggiunto un pizzico di cannella e delle noci tritate. Inoltre, su consiglio del marito, invece di formare uno strato centrale con le mele tagliate a fettine sottili, le ho tagliate a cubetti e mescolate all’impasto, per rendere il sapore della torta più omogeneo.

Io ho gradito entrambe le versioni. Se vi piace sentire con maggiore intensità il sapore del Vov, vi consiglio di omettere la cannella, che dà una nota speziata alla torta ma camuffa un po’ il sapore alcolico. Potete provare entrambe le versioni e poi farmi sapere quale preferite.

Se dopo aver fatto questa ricetta, vi dovesse avanzare del Vov, potreste mangiare la torta accompagnandola con un bicchierino di questo buonissimo liquore o, come ho fatto io, provare a versarne direttamente qualche goccia su una fetta. A questo punto, l’iscrizione al gruppo Alcolisti Anonimi è automatica.

Alla prossima ricetta,

wedding-fonts

 

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.