Perché Maria e Giuseppe si sposarono?

Il 23 gennaio ricorre la festa del castissimo Sposalizio della Vergine Madre di Dio Maria con san Giuseppe. Ma questo vero matrimonio era veramente necessario? Era necessario che il Signore nascesse da una vergine sposata? San Tommaso nella Somma Teologica (III, q. 29, a. 1) risponde a questa domanda.

Che Cristo nascesse da una vergine sposata era conveniente sia per lui, sia per la madre, sia anche per noi. Riguardo a Cristo ciò era conveniente per quattro ragioni.
Primo, perché gli infedeli non lo respingessero come un illegittimo. Per cui S. Ambrogio [In Lc 2, su 1, 26 s.] osserva: «Che cosa si potrebbe rimproverare ai Giudei, che cosa a Erode, se avessero avuto il pretesto di perseguitare un figlio illegittimo?».
Secondo, perché la sua genealogia fosse ordinata seguendo la discendenza maschile, nel modo consueto. Da cui le parole di S. Ambrogio [In Lc 3, su 3, 23]: «Colui che è venuto in questo mondo doveva essere registrato secondo gli usi del mondo. Ora, è la persona dell‘uomo che nel senato e nelle altre assemblee cittadine porta il nome della famiglia. E anche la consuetudine delle Scritture ce lo insegna, poiché esse cercano la discendenza maschile».
Terzo, per la sicurezza del bambino, affinché il diavolo non agisse contro di lui con più malizia. Per cui S. Ignazio afferma che la vergine fu sposata «perché la sua prole rimanesse celata al diavolo».
Quarto, perché Giuseppe provvedesse al sostentamento di Cristo. Per cui egli viene anche detto suo padre nutrizio.
Era poi conveniente anche per la Vergine.
Primo, perché in tal modo essa venne sottratta a ogni castigo legale: «perché non fosse lapidata dai Giudei come adultera», dice S. Girolamo [In Mt 1, su 1, 18].
Secondo, perché in tal modo veniva protetta da ogni infamia. Scrive infatti S. Ambrogio [In Lc 2, su 1, 26 s.]: «Si sposò per non essere segnata dall’infamia che accompagna la perdita della verginità».
Terzo, perché così le fu assicurata l‘assistenza di Giuseppe, come dice S. Girolamo [l. cit.]. Infine ciò era opportuno anche per noi.
rimo, perché la testimonianza di Giuseppe garantisce che Cristo è nato da una vergine. Da cui le parole di S. Ambrogio [In Lc 2, su 1, 26 s.]: «Come testimonio validissimo del pudore si presenta lo sposo, che poteva querelarsi del torto subito e vendicarsi dell‘offesa se fosse stato all‘oscuro del mistero».
Secondo, perché diventano più attendibili le parole stesse della Vergine relative alla propria verginità. Scrive infatti S. Ambrogio [ib.]: «La fede nelle parole di Maria ha più fondamento, e sparisce ogni motivo di menzogna. Si potrebbe infatti pensare che una donna non sposata e gravida volesse coprire la sua colpa con una menzogna; invece una donna maritata non aveva ragione di mentire, essendo la figliolanza, per una donna, premio del matrimonio e dono delle nozze». Queste due ragioni dunque valgono a conferma della nostra fede.
Terzo, perché non avessero scuse le nubili che incautamente si espongono all‘infamia. Da cui le parole di S. Ambrogio [ib.]: «Non era opportuno che alle vergini viventi in cattiva reputazione rimanesse come parvenza di scusa il fatto che anche la Madre del Signore fosse stata infamata».
Quarto, poiché ciò è un simbolo della Chiesa universale, che «pur essendo vergine è tuttavia sposata a Cristo, suo unico sposo», come dice S. Agostino [De sancta virginit. 12].
Si può infine aggiungere, come quinta ragione del fatto che la Madre del Signore fu sposa e vergine, l’intenzione di onorare nella sua persona tanto la verginità quanto il matrimonio: e ciò contro quegli eretici che condannano o l‘una o l‘altro.

2 Commenti a "Perché Maria e Giuseppe si sposarono?"

  1. #angela   23 Gennaio 2019 at 10:25 pm

    Latria, iperdulia, protodulia,dulia.Personalmente ritengo il mistero molto più grande, Gesù è stato Uomo al 100% e i genitori sono entrambi vergini al 100%. Eppure Gesù è Figlio dell’uomo, nel senso generato dalla sola Vergine nel matrimonio , senza rapporto fisico, ma…. a distanza nel sonno a somiglianza di Adamo (costola), per la parte paterna?. Giuseppe GLI dà il Nome riconoscendolo per Figlio: Giuseppe è vero Padre direi, per azione dello Spirito Santo. Non era forse all’epoca il caso di spiegare il Mistero, onde non ingenerare confusioni. Gesù è pure Figlio di DIO al 100% e come Dio è Generato solo dal Padre nello Spirito Santo.. Quindi come Dio ha per Padre Dio Padre e per Madre ancora Maria, che è privilegiata in quanto è la Portatrice del Verbo nel proprio Ventre. Però forse anche Giuseppe si potrebbe chiamare Padre. Il Matrimonio era necessario, la Chiesa parla di vero matrimonio. Vera Sacra Famiglia.

    Rispondi
    • #Redazione RS   24 Gennaio 2019 at 1:01 pm

      San Giuseppe, vergine sposo, è vero padre di Gesù quanto alla legge, di fronte alla legge, e nell’ambito della Famiglia – basata su un vero matrimonio (san Tommaso dedica l’articolo successivo a questo nella Somma per dimostrare che si tratti di un vero coniugio) – esercita i diritti paterni su Gesù e i maritali su Maria.

      Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.