Sri Lanka, Pasqua di sangue

Pasqua di sangue in Sri Lanka. Almeno sei esplosioni hanno coinvolto tre chiese e tre hotel frequentati anche da turisti stranieri. Le esplosioni si sarebbero registrate a Colombo, nella città orientale di Batticaloa e a Negombo. Secondo le prime ricostruzioni due esplosioni sarebbero opera di attenatori suicidi.

Nel mirino poi, come detto, è finita la citta di Negombo che è a maggioranza cattolica. Il bilancio di questo attacco simultaneo è già di 129 morti e 280 feriti. ma di fatto sono numeri che sono destinati a crescere. Uno dei luoghi in cui si è verificata l’esplosione è la chiesa di sant’Antonio a Colombo. Poi sono finiti nel mirino lo Shangri-la Hotel e il Kingsbury Hotel, sempre a Colombo. Proprio in queste strutture si trovano diversi turisti, soprattutto americani ed europei. Tra le vittime, secondo quanto riportato dalla polizia locale ci sarebbero già almeno 9 stranieri.

Fonte

7 Commenti a "Sri Lanka, Pasqua di sangue"

  1. #lister   21 Aprile 2019 at 10:32 am

    Beh? Chejefrega all’usurpatore residente al Santa Marta…
    Cristiani? Chi sono i cristiani, per lui? Miscredenti della sua religione!
    Tutti adoratori del GADU: a lui bisogna prostrarsi!
    Cristiani… tsè!..

    Rispondi
  2. #Aristarco De' Strigidi   21 Aprile 2019 at 5:21 pm

    Adesso ci siamo inventato anche il “terrorismo religioso” !
    Chissà se adesso il solito imbecille in bianco la pianta di belare le sue “invocazioni” ad accogliere (e mantenere) i clandestini/migranti, tutti in quasi totalità mussulmani.
    Per la legge delle probabilità qualche terrorista ci sarà …

    Rispondi
    • #bbruno   21 Aprile 2019 at 9:43 pm

      Già, ora salta fuori “il terrorismo di stampo…. religioso”. Ma il pappo nostro Franc(i)esco non ci aveva appena assicurati che le religioni sono messe lì apposta dal (suo) dio sapiente, per rendere più bella, nella diversità delle voci, la fratellanza umana? Stampando la sua dichiarazione con un bacio in bocca al suo amico dell’altra sponda ???. E ha la faccia di dire anche, sul caso, che ha provato DOLORE…per quella gente colpita così crudelmente….( da che cosa, sta bene attento a non dire; forse da uno scossone tellurico, da uno tsunami forza 10, da una eruzione lavica , dalla caduta di un meteorite???) .
      BAJAZ! ( e c’è gente , ancora più pagliaccia, che a va ancora a farsi benedire da questo Bajaz! )

      Rispondi
      • #bbruno   23 Aprile 2019 at 4:57 pm

        anzi, l’ha detto: il “terrorismo”!
        Pensa un po’ , che sforzo! Sì, il terrorismo…quello dei marziani???
        Puoi dire il suo nome? No che non si deve, che dopo i ‘frateli’ (tuoi) si arrabbiano. E poi saremmo tentati, noi cattivino, ad alzare muri… Ma va a ramengo, e non prenderci per i fondelli… Ma fino a che avrai gente (IDIOTA) che ti applaude da sotto la finestra, puoi continuare a fare il tuo mestire impunemente: quello del PAGLIACCIO! (E fossero questo tuoi fedeli un bel giorno a ‘saltare’, per la gioia dei frateli vostri…e tua.)

        Rispondi
  3. #bbruno   22 Aprile 2019 at 8:42 am

    appunto, Aristarco… ma non ci aveva detto il Nostro ineffabile che la diversità delle religioni sono come le voci di un coro per cantare in ARMONIA la FRATELLANZA umana? E che questo coro è dio stesso che l’ha messo insieme e lo dirige, da maestro sapiente ? Qui più che di ‘sapienza’ in atto (“La sapiente volontà di Dio”….) si tratta di assoluta deficienza d’orecchio…Ma noi, ci dice il nostro, dobbiamo ‘cantare insieme’, costi quel che costi, che ” Deus lo volt”!

    Rispondi
  4. #lister   22 Aprile 2019 at 9:48 am

    Poi, lo senti affacciato alla finestra che dice:
    “Prego per i feriti…” I feriti??? E dei morti non te ne frega nulla?
    Ha, già, per quelli ci pensa la misericordia…
    ‘sto massone…!

    Rispondi
  5. Pingback: Sri Lanka, Pasqua di sangue – Blog di Scrillo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.