Caro Salvini, bene l’affidamento ai Santi ma ora bisogna agire sulla Francia per Vincent Lambert

Onorevole Ministro,

Caro Matteo,

Ti scriviamo come Redazione, collaboratori e militanti del principale
network cattolico italiano (nel linguaggio giornalistico: cattolico “tradizionalista” italiano).

Non siamo iscritti ad alcun partito e contro la palude dello
pseudocattolicesimo bergogliano abbiamo difeso l’invocazione dei santi e del Cuore Immacolato che hai fatto in piazza a Milano.

Belle parole. Ma, come dici tu, alle parole devono seguire i fatti e i fatti
ci dicono che mentre ti scriviamo queste righe in Francia stanno ammazzando un uomo innocente, che ha pianto di fronte a una telecamera perché non vuole essere ucciso. I suoi genitori stanno facendo di tutto per salvarlo ma ormai è stato condannato a morte per sete e fame. La sua colpa? Essere paralizzato in un letto e non poter parlare correntemente. Il suo nome, ormai noto, è Vincent
Lambert.

Sono ore decisive perché il processo che lo condurrà alla dolorosa morte è già in atto. Chiediamo pertanto che il Governo di cui sei Vicepresidente faccia ogni pressione sulla Francia per scongiurare questo crimine. L’anno scorso anche il Governo Gentiloni si attivò per il noto caso di Charlie Gard, in Gran Bretagna.

Sappiamo che sono questioni complesse ma sappiamo anche che la pressione politica non è irrilevante.

Nel silenzio assordante della gerarchia (ex) cattolica è il momento di
agire. E non c’è tempo da perdere.

In Christo Rege et Maria Regina

La Redazione, i collaboratori e i militanti di Radio Spada

 

2 Commenti a "Caro Salvini, bene l’affidamento ai Santi ma ora bisogna agire sulla Francia per Vincent Lambert"

  1. #Antonio Diano   21 Maggio 2019 at 6:14 pm

    Condivido in pieno.
    Bisogna salvare Vincent.
    Quanto a Salvini, benissimo l’invocazione a Maria e ai santi, magari tutti gli uomini di governo parlassero così.
    Quindi un apprezzamento e un grazie sincero, uniti alla speranza che Iddio Onnipotente abbia pietà di noi.
    Ma ricordo al ministro Salvini, dopo averlo lodato, che deve farsi perdonare (da Dio ma anche dagli uomini) l’orrore della dichiarazione che fece qualche settimana fa sull’aborto, da lui definito un “diritto” che “non si tocca”.
    Fatti illuminare da Maria e dai santi patroni d’Europa (quella cristiana, che oggi non esiste politicamente ma solo nei cuori dei veri cattolici), e rimedia allo scandalo tremendo che hai provocato allora.
    Comportati conseguentemente e con coerenza alla splendida invocazione che hai fatto.
    Pensaci bene, la società ha bisogno di Cristo, integralmente, totalmente, fino in fondo, senza compromessi.
    Pensaci bene.
    Combatti in nome di Dio e di Maria, che fai benissimo, ma non dimenticare che l’aborto è un peccato gravissimo, e che gli innocenti che muoiono nei ventri della madri assassine e per mano dei medici traditori (come il povero Vincent, di cui ci auguriamo la sospensione della condanna a morte, per ora richiesta dall’ONU che evidentemente teme lo scandalo; ma, per ora, va bene così) gridano vendetta.
    Bene Maria, bene i santi, ma sii coerente. e potremo davvero cambiare qualcosa.

    Rispondi
  2. #Antonio Diano   9 Luglio 2019 at 3:27 pm

    La vicenda Lambert, obbrobrioso urlo di guerra contro Dio della morte e del demonio, non può certo essere imputato a Salvini, com’è ovvio. Però mi chiedo: EGLI POTREBBE GRIDARE AI QUATTRO VENTI: “SALVATE LAMBERT”. UN VERO CATTOLICO LO FAREBBE NELLA SUA POSIZIONE. CHI POTEBBE IMPEDIRGLIELO? PERCHE’ NON LO FA? NON GLI CONVIENE POLITICAMENTE? ALLORA CHE VADA a “quel” paese e ci resti……. E ricordiamoci tutti: la legge dell’uomo (laico e allontanatosi da Dio) può essere assassina (ed è anzi il punto d’arrivo inevitabile, sul piano ideologico, di una pseudo-legge che prescinde da Dio, anzi lo nega apertamente), ma la Legge di Dio è sempre assoluta ed è sempre totalmente obbligante. Sempre. Sempre. Sempre.

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.