Monizioni e correzione formale: Mons. Schneider ha ammonito per iscritto Bergoglio

La notizia è confermata dallo stesso Mons. A. Schneider, vescovo ausiliare di Astana. A riportarla in inglese è Lifesitenews e in italiano Chiesaepostconcilio.

Mons. Schneider ha ammonito Bergoglio per iscritto due volte, chiedendogli di correggere il testo della Dichiarazione di Abu Dhabi (“Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune”) in cui – deviando dalla Fede Cattolica – la diversità delle religioni è presentata come voluta dal Cielo.

Testo in italiano:

[…] Egli ribadisce che la correzione datagli dal papa durante un’udienza il 1° marzo è solo di “carattere privato”, e spiega che lo stesso giorno egli ha consegnato al papa una lettera chiedendogli di “revocare” l’affermazione sulla “diversità delle religioni”. Il 5 marzo Papa Francesco ha risposto via lettera al Vescovo Schneider affermando che nel documento di Abu Dhabi l’espressione “è voluta da Dio” si riferisce alla “volontà permissiva di Dio”.
“Pertanto, il 25 marzo ho scritto un’altra lettera personale”, racconta Schneider. In quella lettera egli ha chiesto al papa di ripetere “pubblicamente a tutta la Chiesa” quanto gli aveva detto e scritto in privato, “perché la confusione sulla verità del fatto che la fede in Gesù Cristo come unico Redentore dell’umanità è l’unica religione direttamente e sicuramente voluta da Dio cresce quotidianamente nella Chiesa”.

Testo in inglese:

He insists that the correction given to him by the pope during an audience on March 1 has only a “private character,” and he explains that he gave the pope on the same day a letter asking him to “rescind” the formulation on the “diversity of religions.” Pope Francis, on March 5, answered Bishop Schneider in a letter, saying that in the Abu Dhabi document, the expression “is willed by God” means the “permissive will of God.” “I then wrote, on 25 March, yet another personal letter,” explains Schneider. In this letter, he asked the pope if he may repeat publicly for the whole Church” what the pope had said and written to Schneider in private. Schneider asked him to do so “because of the confusion in the Church that is growing daily concerning the truth that the Faith in Jesus Christ as the only Redeemer of mankind is the only religion directly and positively willed by God.”

7 Commenti a "Monizioni e correzione formale: Mons. Schneider ha ammonito per iscritto Bergoglio"

  1. #angela   9 Maggio 2019 at 7:24 pm

    Bene , ora o corregge la dichiarazione o deve essere considerato nullo …personalmente penso sia già nullo x tanti motivi….dichiarato da un residenziale: quanto l’imbc diceva necessario è avvenuto….

    Rispondi
  2. #bbruno   9 Maggio 2019 at 8:47 pm

    Macché monizioni e correzioni: questo qui è un ingombro, e Dio solo può liberarcene … Credere di poterlo ammonire o correggere è già un’offesa al sentire cattolico… E rivolgersi a lui è già un fare il suo gioco…

    Rispondi
  3. #colausdearce   9 Maggio 2019 at 11:45 pm

    Presumo che il Vescovo Athanasius Schneider farà il vescovo a circa 12000 km, se lo leverà di torno.

    Rispondi
  4. #AlDa   10 Maggio 2019 at 5:33 am

    Che stomachevole farsa!

    Rispondi
  5. #bbruno   10 Maggio 2019 at 4:00 pm

    una volontà ‘permissiva’ di Dio, allo scopo di affratellare gli uomini..- E io che ho sempre pensato che per affratellare gli uomini, in Cristo, Dio avesse mandato -POSITIVAMENTE – il Figlio suo a morire in Croce, per affermare l’unica e vera religione di Dio. Ma forse il nostro infeffabile voleva intender un affratellamento all’…osteria, che lui frequenta, e si sa, quando si è bevuti, si canta insieme ( non so se poi molto armoniosamente, come lui dice). FRATELLANZA E ARMONIA… Appunto: sporco massone togliti di torno! ( e questo Schneider insiste??? )

    Rispondi
  6. #bbruno   11 Maggio 2019 at 9:47 am

    insisto, per chiarire meglio:

    Se dio VUOLE la fratellanza umana – che è un bene in sé – attraverso ‘anche’ la ‘diversità’ delle religioni, la sua volontà, quanto alla diversità delle religioni, non è permissiva, ma positiva: Dio la vorrebbe come un mezzo per raggiungere un ‘bene’. Assurdo: si ‘permette’ il male, il bene lo si vuole. E la diversità delle religioni è un male, non un bene. Dio infatti vuole che “ tutti gli uomini arrivino alla salvezza e alla conoscenza della verità. ..” e la verità è Cristo. Infatti: “ Questa è l’opera di Dio: che crediate in colui che egli ha mandato».
    Questo fantastico ‘papa Francesco’ ( papa per la fantasia delle menti malate), che sovverte sfacciatamente la parola di Dio e lo fa dietro la maschera di una autoritòà usurpata, è un SOMMO CIALTRONE. Chiaro?

    Rispondi
  7. #angela   11 Maggio 2019 at 9:04 pm

    Ma va detto e mons.Schneider, onore al merito, lo ha detto finalmente. Le anime non si salvano né seguendo i modernisti né gli scismatici: la verità va detta ed ognun scelga ciò che vuole. Lo scisma c’è già, si salveranno molti in più quando sarà ufficiale . E gli usurpatori si tengano pur e tutto se non accettano di mollare, crolleranno comunque .

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.