[SPADAKITCHEN] La crostata con ricotta e cioccolato

di Michela Vitantonio

Dopo la torta soffice alle fragole, un altro dolce sperimentato l’anno scorso e che non vedevo l’ora di rifare è la crostata con ricotta e cioccolato: la crostata più buona che io abbia mai mangiato!  

E’ un’alternativa veloce alla pastiera napoletana ed ha un sapore che ricorda la cassata siciliana… Una vera bontà! La ricetta è tratta da www.chiarapassion.com e prevede una pasta frolla senza burro, veloce da preparare. Per il ripieno potete anche usare il cioccolato fondente dell’uovo di Pasqua.

INGREDIENTI
PER LA FROLLA:

  • 280- 300 g di farina 00 (vedi note)
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo intero (grande)
  • 1 tuorlo
  • 80 g di olio di semi (io ho usato quello di mais)
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
  • 1 limone (buccia grattugiata)
  • 1 pizzico di sale

PER IL RIPIENO:

  • 500 g di ricotta di pecora
  • 30 g di amido di mais
  • 120 g di zucchero
  • 2 uova
  • Semi di 1 baccello di vaniglia
  • 1 arancia (buccia grattugiata)
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 1 cucchiaio di gocce di cioccolato

PER DECORARE:

  • Zucchero a velo q.b.

PROCEDIMENTO:

In una ciotola mescolate con un cucchiaio la ricotta con lo zucchero, la buccia grattugiata di arancia e la vaniglia. Poi mettete in frigorifero.

Intanto, preparate la pasta frolla, unendo in una ciotola lo zucchero, il sale, l’olio, l’uovo intero, il tuorlo e la buccia di limone. Mescolate con una forchetta e unite un po’ alla volta la farina con il lievito. Quando l’impasto si stacca dalle pareti della ciotola, trasferitelo su di una spianatoia e continuate ad incorporare la farina, fino ad ottenere un impasto elastico che non si attacca alle mani. Non è necessario il riposo della frolla in frigorifero, quindi potete usarla subito. Stendetela col mattarello su di una spianatoia leggermente infarinata ad uno spessore di circa 4 mm. Poi rivestite con la frolla una tortiera di circa 22 cm imburrata ed infarinata e mettetela in frigorifero. Stendete la rimanente frolla ad uno spessore di circa 4 mm e ricavate delle strisce.

Intanto, tirate fuori dal frigo la ricotta ed unite 2 uova leggermente sbattute con una forchetta e l’amido di mais. Mescolate brevemente con le fruste elettriche. Poi unite il cioccolato fondente ridotto a pezzetti e mescolate con un cucchiaio.

Tirate fuori dal frigo la base di pasta frolla e bucherellatela con una forchetta, dopodiché farcitela con la crema di ricotta e disponete le strisce sulla superficie. A questo punto, decorate gli spazi tra le strisce con le gocce di cioccolato.

Preriscaldate il forno statico a 175°C e, nel frattempo, mettete la crostata in frigorifero. Quando il forno avrà raggiunto la temperatura, infornate la crostata e cuocetela nella parte bassa per 30 minuti coperta con un foglio di alluminio. Poi togliete l’alluminio e terminate la cottura per altri 30 minuti circa, di cui gli ultimi 10 nella parte centrale del forno. Considerate che i tempi di cottura sono indicativi e variano a seconda del forno.

Fate raffreddare la crostata e spolverizzatela con dello zucchero a velo.

NOTE:

Le dosi della farina sono indicative, perché dipendono dalla grandezza delle uova, quindi aggiungetela un po’ alla volta: la frolla è pronta quando non si attacca più alle mani.

La crostata con ricotta e cioccolato, come la pastiera, dopo qualche giorno diventa ancora più buona, quindi vi consiglio di gustarla dopo il riposo a temperatura ambiente di almeno una notte. Poi si conserva in frigorifero per 3-4 giorni. Toglietela dal frigo 20 minuti prima di consumarla.

Per il ripieno, io ho usato del cioccolato fondente tritato grossolanamente con la mezzaluna, ma potete usare anche le gocce di cioccolato.

Potete sostituire il cioccolato con dell’uvetta precedentemente ammorbidita nel Rum, oppure con canditi o amarene.

Potete sostituire i semi di vaniglia con 2 o 3 cucchiaini di estratto di vaniglia.

In cottura, la crostata tenderà a gonfiarsi ma una volta fredda si abbasserà.

Alla prossima ricetta,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.