Serra (Repubblica) contro giornalista Tg2 con Croce al collo che definisce: “logo Dio Patria Famiglia”

Commenti superflui [RS]:

Michele Serra per “la Repubblica” (17 giugno 2019):

Magari è già accaduto, nella lunga storia della Rai, che qualcuno conducesse un telegiornale con un crocefisso a penzoloni sul petto. E dunque la figura della mezzobusta confessionale non è proprio inedita: però fa sempre una certa impressione. Si tratta del Tg2 (quello delle 13), privatizzato dal governo sovranista, con l’implicito logo Dio Patria Famiglia che incombe su ogni inquadratura. Con una compattezza formale che perfino memorabili tigì non blended, come Telecraxi e Telekabul, nemmeno si sognavano. Ma almeno per ipocrisia, almeno per uno scrupolo formale, almeno per fare finta che, tra gli utenti pagatori di canone, ne esista qualcuno che preferirebbe evitare i simboli religiosi al collo di chi esercita una funzione pubblica, ovvero di tutti: non si potrebbe cortesemente evitare? […]

8 Commenti a "Serra (Repubblica) contro giornalista Tg2 con Croce al collo che definisce: “logo Dio Patria Famiglia”"

  1. #Isidoro D'Anna   19 Giugno 2019 at 7:18 pm

    Pover’uomo superbo…

    Rispondi
  2. #angela   19 Giugno 2019 at 7:31 pm

    Coraggiosa la donna, e ci va bene di pagare il canone per donne coraggiose nel bene. Non certo ci va bene per gli arcobaleni, e giornalisti di regime sinistro.

    Rispondi
  3. #Massimo Meridio   19 Giugno 2019 at 8:20 pm

    ok, togliamo il crocifisso dal collo della signorina ma, per analoghe ragioni, siccome sono cristiano, non voglio più pagare l’aborto alle donne incinta quindi, il SSN non deve più erogare la prestazione

    Rispondi
  4. #Giuliano Grossi   19 Giugno 2019 at 8:24 pm

    Il dott. Serra non può nemmeno vergognarsi di quello esce dalla sua bocca (improbabile che sia frutto di elaborazione mentale) poichè non è presumibile che ne sia in grado. Povero Michele!

    Rispondi
  5. #Alberto Conterio   19 Giugno 2019 at 10:03 pm

    L’unico che dovrebbe cortesemente evitare e il Sig. Serra… di scrivere corbellerie intolleranti e somentatrici di odio. Il solito comunista superato dalla storia!!!!

    Rispondi
  6. #Rosaria Doddis   20 Giugno 2019 at 12:20 am

    mi chiedo: cosa hanno da temere dal crocifisso? …sembre la storia del diavolo e l’acqua santa!
    Tanta pruderia e poi tanta riverenza verso moschee e luoghi di cukto alieni alle radici storiche della nostra civiltà!
    tutto cio non ha senso …

    Rispondi
  7. #In Hoc Signo Vinces   20 Giugno 2019 at 6:44 am

    E qualcuno aveva ingenuamente pensato che le rotatorie le avessero escogitate solo per ragioni pratiche. In verità volevano togliere le strade a forma di croce ➕. Sono sempre loro. Nemici di Dio Padre, Nemici di Cristo. Nemici dello Spirito Santo. Servi del caprone, del serpente e del piccolo corno. Che Dio vi sciolga come cera al fuoco e vi disperda come polvere e fumo. Vinse il Leone della tribù di Davide. Amen.

    Rispondi
  8. #Massimo   21 Giugno 2019 at 8:49 pm

    Un ” giornalista” quello di Repubblica che rasenta la pazzia editoriale, d’altra parte scrive per un giornale comunista insignificante ed obsoleto per un Paese di cultura elevata di cui lui non ne fa parte!

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.