“La rabbia”. Il film critico e profetico di Giovannino Guareschi

a cura di Giuliano Zoroddu

La Rabbia è un film poco noto del 1963. In realtà sarebbero due film in uno: infatti il produttore Gastone Ferranti volle che uno fosse diretto da Giovannino Gaureschi e l’alto da Pier Paolo Pasolini. Due autori evidentemente antipodici, ma – per essere onesti – che nella loro disamina sono uniti (almeno materialmente beninteso!) nella critica a una certa disumanizzazione della società moderna.

Il padre di Don Camillo e Peppone analizza il tutto da un punto di vista evidentemente e schiettamente cattolico, da “reazionario” che non si omologa alla “bieca reazione” di coloro che “in nome del progresso e dell’uguaglianza sociale, vuol farci retrocedere fino alla selvaggia era delle caverne e poter così dominare una massa di bruti progrediti ma incivili”.
Pertanto nell’assistere alla fine nel degrado della “vecchia Europa”, sferza ugualmente l’opulenza capitalistica americana e la tirannide del comunismo internazionale.
Alla critica del già internato in un campo di concentramento tedesco non sfugge nemmeno il processo di Norimberga, idolo della democrazia occidentale: “Norimberga: vendetta! Giustizia sarebbe se fossero presenti tra gli imputati anche coloro che hanno riempito le fosse di Katyn e coloro che hanno sganciato l’atomica su Hiroshima. Ci sono, si, ma stanno tra i giudici … ”
Attualissime le sue infuocate parole contro gli intellettuali “di sinistra” che nella loro mania di sessualizzare ogni cosa non si limitano a due sessi e le sue riflessioni sulla decolonizzazione dell’Africa.
Realismo potrebbe essere il termine per sintetizzare il lavoro, realismo non non pessimismo: “Bisogna cercare qui, e non sulla Luna, la soluzione ai nostri problemi. Perché nonostante Mao, Khruschev e gli altri guai vale ancora la pena di vivere su questo pianeta”.
Ma non vogliamo rivelare tutto … buona visione!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.