[ANTOLOGIA POETICA] “Fra’ Cristoforo bastonato”. L’importanza dell’abito ecclesiastico

a cura di Giuliano Zoroddu

Offriamo oggi ai nostri lettori una divertente poesia dedicata a qui preti e frati che a partire dall’immediato post-concilio abbandonarono l’abito clericale. L’abbiamo ritrovata in un antico numero (Anno IV, n 4, Aprile 1978, p. 6) del glorioso quindicinale antimodernista si si no no fondato da don Francesco Putti di immortale memoria nel 1975. Buona lettura!

Fra’ Cristoforo descritto dal Manzoni
Siccome un tanto buono fraticello,
Cambiò alla fine tante opinioni
Di nuove idee pieno nel cervello.
Così cambiò la veste esternamente
Seguendo i tempi e tutta la corrente.

Ricorderete voi di certo, pendo,
Che a Don Rodrigo presentossi un giorno,
E questi riflettendo al proprio censo,
Allontanò i suoi bravi che d’attorno
Di già si apprestavano a quel Frate
A misurare nubili legnate!

«Ringrazia – disse allora Don Rodrigo –
Quel saio che tu porti sulle splalle,
E ti preserva, pure in questo intrigo,
De le mie armi da le atroci palle.
Se il saio non fa il monaco, si dice,
Per amor suo toccar questo non lice!»

Però Padre Cristoforo v’ho detto
Si volle ammodernare pure lui;
Di Don Rodrigo apparve nel cospetto
Con un vestito che fu già d’altrui;
Con pantaloni e giacca, voglio dire,
La barba rosa e scarpe da invaghire.

Così vestito il nostro clergimato
Tra lieti incontri e tanti complimenti
L’Italia quasi tutta avea girata
Talora suscitando dei commenti.
Ma ci volea l’incontro qui in parola
Perché riamasse la sua veste sola!

Appena Don Rodrigo s’è veduto
Avanti questo Frate, immantinente
Ricorda bene che fu ritenuto
Un giorno da quel saio solamente.
E dice: «Or quel vestito sacrosanto
Hai tu lasciato per tuo dolce manto?

Adesso, Fra’Cristoforo, torniamo
Ai conti che restarono sospesi …».
E il Griso, ed altri accorrono al richiamo
Portando in mano certi noti arnesi …
Circondano quel Frate inopportuno
Colpendo tante volte per ciascuno.

Un quarto d’ora di legnate sante
Ridonano a Cristoforo il giudizio:
Ritorna a casa tutto sanguinante
E i sacro saio indossa a precipizio.
Adesso al cuore se lo stringe forte
E non lo lascerà manco alla morte!

G. DN.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.