Open Arms, vicepremier spagnola: «Potevano andare a Malta, non hanno voluto»

Il governo spagnolo contro Open Arms. In un’intervista alla radio Cadena Ser, la vice premier Carmen Calvo accusa: «Gli abbiamo offerto ogni tipo di aiuto, cure mediche, cibo..Non capiamo la posizione di Open Arms. Capiamo che la situazione è critica per l’incertezza e la disperazione, però una volta che hanno un porto sicuro ed i migranti sanno dove andare, chiunque capisce che non c’è alcun problema». La numero due del governo socialista di Pedro Sanchez si riferisce all’offerta fatta ieri alla ong spagnola di dirigere la nave con i migranti a bordo da 28 giorni verso il porto di Algeciras. Di fronte al rifiuto di Open Arms, che lo considera troppo lontano (4-6 giorni di navigazione), il governo ha rilanciato con il porto più vicino di Mahon, a Minorca. Ma anche questa offerta è stata respinta.
Open Arms avrebbe potuto andare a Malta «e non ha voluto, si è diretta verso l’Italia», sostiene la vice premier spagnola Carmen Calvo, intervistata da Cadena Ser. «La Open Arms non ha voluto andare a Malta – ha affermato la numero due del governo di Madrid – La Spagna stava lavorando a questo, in colloqui con Malta, però hanno deciso di andare in Italia», dopo la sentenza del Tar che ha permesso l’ingresso nelle acque italiane, ma non «chiariva se» i migranti potevano «essere sbarcati». (fonte)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.