Il “sinodo” antivaticano del Cardinale Marx

foto da gloria.tv

Che la Chiesa di Germania sia in condizioni penose è un fatto e un fatto nemmeno tanto recente. I maggiori fautori della rivoluzione conciliare provenivano dall’area germanica (oltre che francese): il Cardinale Frings, il Cardinale Döpfner, i periti Rahner e Ratzinger … insomma per citare Ralph M. Wiltgen “il Reno [che] si getta nel Tevere’”. A questi son seguiti i Kasper, i Lehmann e altri: tutti personaggi palesemente eterodossi e con tendenze variamente antiromane che tuttavia hanno fatto carriera durate i “felici tempi” di “san” Giovanni Paolo II e Benedetto XVI (interinale al Reno di cui sopra). Stessa storia per Reinhard Marx, classe 1953, Vescovo nel 1996, Vescovo di Treviri nel 2001, Arcivescovo di Monaco e Frisinga nel 2007, Cardinale nel 2010, attuale Presidente della Conferenza Episcopale della Germania e tutto indaffarato nell’organizzazione di un’Assemblea Sinodale.
Ne davamo notizia l’11 settembre u.s., riprendendo l’articolo I frutti velenosi del Concilio continuano a maturare … pubblicato da FSSPX.NEWS:

Lo scorso marzo, il cardinale Reinhard Marx, arcivescovo di Monaco e Frisinga e presidente della Conferenza Episcopale Tedesca, influente membro del C6 [il consiglio di Cardinali, all’inizio 9 ora 6, istituito da Bergoglio nel 2013, ndRS], ha annunciato “un processo sinodale vincolante” della Chiesa di Germania per affrontare le “questioni chiave” sollevate dalla crisi delgli “abusi del clero”. Vi prenderanno parte vescovi, sacerdoti e ZdK.
Questi temi sono già stati discussi nei forum guidati dal Comitato. I loro nomi sono evocativi: “Potere, partecipazione e separazione dei poteri”; “Moralità sessuale”; “Forme di vita sacerdotale”; “Le donne nei servizi e nelle istituzioni della Chiesa”.
La ZdK ha accettato di partecipare all’assemblea sinodale a condizione che i vescovi tedeschi si impegnino a rendere vincolanti le risoluzioni sinodali. Ma questi laici a cosa vogliono costringere la Chiesa in Germania? Non lo nascondono: “l’ammissione dei divorziati risposati civilmente alla Santa Comunione, l’accettazione di tutte le forme di convivenza, la benedizione delle coppie dello stesso sesso e il riesame dell’insegnamento della Chiesa su contraccezione”.
Ricordiamo che lo ZdK è già noto per le sue posizioni progressiste, ad esempio nella sua opposizione all’enciclica Humanæ vitæ di Papa Paolo VI che condanna la contraccezione. L’autodistruzione della Chiesa in Germania sperimenterà quindi un nuovo respiro.

Le autorità vaticane allarmate dalla messa in discussione di dottrine già definite dal magistero (come se non fosse ciò che la gerarchia fa dal Concilio) e dal sospetto che i Tedeschi vogliano farsi un concilio tutto loro senza dargli questo nome che funga però da modello per altri esperimenti nazionali sulle tematiche suddette, sono corse ai ripari inviando lettere al Marx e facendogli presente:
1) “che questi temi non riguardano solo la Chiesa in Germania ma la Chiesa universale e – con poche eccezioni – non possono essere oggetto di deliberazioni o decisioni di una Chiesa particolare”;
2) e che l’Assemblea “non [è] ecclesiologicamente valida”.

Il porporato tuttavia si fa forte del fatto che “innumerevoli credenti in Germania ritengono che [questi temi] abbiano bisogno di essere discussi” – il solito modernismo che abbatte il dogma partendo dai supposti bisogni del popolo: tutte cose che dice anche Bergoglio – e assicura che l’assemblea non sarà un unicum (forse sta applicando la creatività cara al solito Bergoglio).

Il cripto-scismatico (ma mica poi tanto cripto) non intende piegarsi alle rimostranze romane. Del resto il tempo della monarchia papale si è concluso col Concilio Vaticano II di cui Marx e compagnia sono frutti.


I virgolettati sono tratti dalla traduzione dell’articolo di catholicnewsagency.com fatta da Sabino Paciolla.


http://bit.ly/2zdsEFR
http://bit.ly/2ze5VJV

Un commento a "Il “sinodo” antivaticano del Cardinale Marx"

  1. #Paolo   23 Settembre 2019 at 12:08 pm

    Cardinal Marx… un nome un destino

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.