L’abortista muore e la polizia trova resti di oltre 2.200 bambini abortiti nella sua casa

Traduzione da LifeNews a cura di Massimo Micaletti

È morto un controverso abortista in Indiana che ha ripetutamente violato le leggi statali ed è stato sorpreso a non denunciare alle autorità casi di atti sessuali violenti su ragazze minorenni. Ma questa non è la rivelazione più scioccante su Ulrich Klopfer.
Dopo la sua morte, la polizia è stata avvisata della scoperta di oltre 2.200 bambini abortiti conservati trovati nella sua casa. Un’inchiesta di un notiziario locale approfondisce :
La polizia afferma che 2.246 resti fetali conservati sotto il profilo medico sono stati trovati nella proprietà di Ulrich George Klopfer, un medico abortista che era solito gestire una clinica di South Bend.
Klopfer è morto il 3 settembre.
Il 12 settembre, l’ufficio del coroner di Will County (Illinois) ha ricevuto una chiamata da un avvocato che rappresenta la sua famiglia. Hanno riferito di trovare resti fetali tra le proprietà personali di Klopfer e hanno richiesto una rimozione adeguata.
Gli investigatori dello sceriffo della contea di Will, gli investigatori della scena del crimine e i rappresentanti dell’ufficio del coroner si recarono all’indirizzo e furono indirizzati verso un’area della proprietà dove erano situati 2.246 resti fetali conservati sotto il profilo medico.
L’ufficio del coroner ha preso possesso dei resti.
Non ci sono prove che siano state condotte procedure mediche presso la struttura, secondo l’ufficio dello sceriffo, e la famiglia sta collaborando pienamente alle indagini.
Questa non è la prima volta che Klopfer scopre di aver conservato i resti di bambini abortiti. La polizia ha eseguito un mandato di perquisizione nella clinica per aborti del padiglione femminile di Ulrich G. Klopfer a South Bend, Indiana, sequestrando documenti e altre proprietà mercoledì 19 marzo 2014.
La polizia dell’Unità per le vittime speciali della contea di St. Joseph ha partecipato al raid . Non si sa esattamente quale tipo di documenti o altre prove il mandato di perquisizione abbia permesso alla polizia di prendere. Secondo i rapporti di notizie, la polizia avrebbe apparentemente fatto copie dei documenti sequestrati e restituito gli originali a Klopfer.
Il raid è arrivato dopo le ispezioni del suo centro di aborto nel 2010 e nel 2012 lo ha trovato nel frigo vicino ai farmaci per conservare i resti di un bambino abortito .
Durante gli aborti, l’Indiana Medical Licensing Board ha invitato l’ufficio del procuratore generale dell’Indiana a indagare sulle accuse secondo cui il Dr. Ulrich Klopfer, operatore di tre cliniche per l’aborto dell’Indiana, stava violando le leggi statali. Klopfer non è riuscito a denunciare un caso di atti sessuali violenti con minore come richiesto dalla legge dell’Indiana. Di conseguenza, la sua licenza medica venne revocata .
Klopfer, residente in Illinois, ha gestito per decenni strutture per l’aborto a Gary, Fort Wayne e South Bend. 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.