Foto da qui

A member of the International Theological Commission has announced that she is no longer available to participate in the “binding synodal path” undertaken by the bishops’ conference of Germany.

Marianne Schlosser, che è membro della Commissione teologica internazionale e già vincitrice del Premio Ratzinger, annuncia di non essere disponibile a prendere parte al cammino sinodale vincolante che sta avendo luogo in Germania, con la plenaria dei vescovi tedesci, oggi a Fulda. Così riferisce il Catholic Register.

Non solo: Dicendo che non poteva identificarsi con il rapporto intermedio del gruppo preparatorio, la Schlosser ha sollevato una serie di problemi, in particolare vedendo una “fissazione sull’ordinazione” delle donne.

Saying she could not identify with the intermediate report of the preparatory group, Schlosser raised a number of issues, in particular identifying a “fixation on ordination” of women.

Questi scossoni interni al mondo modernista rallenteranno il percorso sinodale?