Partecipare al Sinodo… coi soldi degli abortisti in cassa?

Su LifeSiteNews, l’imbarazzante risposta di Mons. Paloschi all’inchiesta del National Catholic Register sui fondi erogati dalla Ford Foundation al CIMI, uno degli enti più importanti per il Sinodo.

Fonte: https://www.lifesitenews.com/news/key-amazon -synod-organization-accepting-funds-from-american -multi-billion-dollar-pro-abortion-charity

Traduzione a cura della Redazione

foto da: donpaolozambaldi.it

Un gruppo chiave nell’organizzazione del Sinodo amazzonico è finanziato da una delle maggiori organizzazioni pro aborto e pro gender.

ROMA, 17 ottobre 2019 (LifeSiteNews) – Un’organizzazione cofondatrice di REPAM, la rete ecclesiale responsabile della pianificazione e dell’esecuzione del Sinodo dell’Amazzonia che si tiene in Vaticano, ha ricevuto oltre $ 2 milioni di dollari da un multimiliardario americano fondamento della teoria del dollaro, dell’aborto e della teoria del genere, è emerso nel briefing sulla stampa sinodale di oggi. Alla sessione stampa del 17 ottobre, Edward Pentin del National Catholic Register ha portato all’attenzione dell’arcivescovo Roque Paloschi, di Porto Velho, in Brasile, le scoperte del giornalista brasiliano Bernardo Küster che ha scoperto che il CIMI (il Consiglio Missionario delle popolazioni indigene) ha “ricevuto finanziamenti significativi dalla Fondazione Ford”.

L’arcivescovo Paloschi è presidente dell’organizzazione. “È risaputo, specialmente negli Stati Uniti, che la Ford Foundation è un’organizzazione apertamente a favore dell’aborto che sostiene anche l’ideologia di genere – entrambi i quali la Chiesa si oppone fermamente” , ha detto il vaticanista. Raccogliendo prove nella sala stampa delle sovvenzioni concesse da CIMI dalla fondazione, Pentin ha continuato: “Guardando il database delle sovvenzioni della Ford Foundation, mostra che dal 2010 al 2015 il CIMI ha ricevuto quasi un milione di dollari dalla Ford Foundation”.”La filiale locale del CIMI – il Consiglio indigeno di Roraima – ha ricevuto $ 1,2 milioni dal 2006 allo scorso anno”, ha aggiunto. “Potrebbe dirci, quindi, perché la Sua organizzazione, che fa anche parte della conferenza episcopale brasiliana, sta accettando finanziamenti da tale organizzazione? E uno di questi fondi viene utilizzato per finanziare REPAM e quindi questo Sinodo? ” , Ha chiesto Pentin all’arcivescovo. Nella sua risposta, l’arcivescovo Paloschi non ha negato di ricevere finanziamenti dalla Ford Foundation, ma ha invece riconosciuto che “le cifre sono su Internet”.

Aggirando qualsiasi menzione del problema morale dell’accettazione di finanziamenti da una base apertamente pro-aborto, teoria del genere, la risposta dell’arcivescovo si è concentrata invece sulla responsabilità dell’agenzia nei confronti del governo brasiliano. I conti del CIMI, ha affermato, sono stati controllati sia “internamente” che a livello federale. Ha riconosciuto che il CIMI è “collegato ai vescovi brasiliani” e che “non abbiamo alcuna obiezione sul lavorare insieme ma non scambiamo risorse”.

L’arcivescovo Paloschi ha aggiunto: “Le risorse di REPAM appartengono a REPAM e le risorse di CIMI appartengono a CIMI”. Apparentemente più preoccupato per la possibilità di frode che per la corruzione morale dell’accettazione di fondi da una fondazione pro-aborto multi-miliardaria, l’arcivescovo ha sottolineato che il suo “conto bancario personale” è già stato controllato da “una commissione governativa”. che ci sono state “due indagini parlamentari – a livello regionale e statale”. L’arcivescovo ha concluso le sue osservazioni dicendo che “non sono stati trovati errori” e “non è stata fatta alcuna accusa formale”.

Raymond Arroyo ha risposto su Twitter, dicendo: “Interessante domanda di Edward Pentin sulla Ford Foundation che potrebbe sottoscrivere Amazon Synod. La risposta è una manovra rustica; essenzialmente “la nostra contabilità è semplicemente fantastica!” Bella schivata.

Il National Catholic Register ha trovato le prove delle sovvenzioni della Fondazione Ford al CIMI: potete trovare il pezzo a questo link http://m.ncregister.com/daily-news/ford-foundation.

http://bit.ly/2ze5VJV

Un commento a "Partecipare al Sinodo… coi soldi degli abortisti in cassa?"

  1. #bbruno   19 Ottobre 2019 at 6:50 pm

    la ruota del pavone (con quello che c’è in mezzo)….

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.