Ecco la risposta del Vaticano alle affermazioni di Scalfari su Bergoglio e divinità di Cristo

Foto da qui

Il portavoce del Vaticano, Matteo Bruni ha annotato:

«Come già affermato in altre occasioni, le parole che il dottor Eugenio Scalfari attribuisce tra virgolette al Santo Padre durante i colloqui con lui avuti non possono essere considerate come un resoconto fedele di quanto effettivamente detto, ma rappresentano piuttosto una personale e libera interpretazione di ciò che ha ascoltato, come appare del tutto evidente da quanto scritto oggiin merito alla divinità di Gesù Cristo».

Insomma: la negazione della divinità di Cristo sarebbe il risultato dell’interpretazione (libera, ci mancherebbe!) del dott. Scalfari. E dire che non dovrebbe essere un concetto complesso, oggetto di una faticosa ermeneutica. Vien quindi naturale chiedersi da quale frase originale sia scaturita questa “interpretazione” personale.

Del resto, come era prevedibile: solito schema dichiarazione-bomba/smentita-della-sala-stampa.

*** Da leggere in relazione a questo articolo e alla smentita vaticana: Scalfari, Bergoglio e i dogmi: la smentitina. Il problema? Non è il vero ma il verosimile ***

7 Commenti a "Ecco la risposta del Vaticano alle affermazioni di Scalfari su Bergoglio e divinità di Cristo"

  1. #Maori   9 Ottobre 2019 at 7:07 pm

    Nel momento in cui il Dio Cristiano si è incarnato è divenuto un uomo. Come avremmo potuto parlare, capire, toccare Dio? Cristo doveva morire soffrendo come un uomo qualunque per poi tornare spirito.

    Rispondi
    • #Redazione RS   9 Ottobre 2019 at 11:22 pm

      aridaje. con l’Incarnazione le 2 nature sono SEMPRE restate unite

      Rispondi
      • #Valeria Fusetti   10 Ottobre 2019 at 12:56 am

        Cosa vuol dire “tornare spirito” ? Gesù Cristo è risorto, con il suo corpo di resurrezione, come dice San Paolo. Lo hanno visto le pie donne, gli Apostoli e S. Tommaso ha toccato una ferita, poi lo hanno visto 500 discepoli. Lo ha visto Maria Santissima. Ed è salito al Padre in corpo e Spirito.Così come ritornerà, alla Parousia. Checché ne dicano i modernisti apostati gli Evangeli sono anche un documento storico, predicato e scritto da persone affidabili.

        Rispondi
  2. #Giampiero   9 Ottobre 2019 at 10:38 pm

    certamente realistica e fondata siffatta dichiarazione di Scalfari in quanto confermata incontestabilmente dal comportamento indifferente di Bergoglio davanti al SS Sacramento:non ci si inginocchia davanti a un uomo anche se di levatura eccellente!!!!!!!!!! Tutto torna,questi saltimbanchi da operetta non si smentiscono mai….

    Rispondi
  3. #bbruno   10 Ottobre 2019 at 9:02 am

    aspettiamo che sia Bergoglio, a rispondere, non il vaticano… Scalfari non ha intervistato il vaticano, ma Bergoglio, e se Scalfari, il confidente, ha tradito le parole di Bergoglio – e un punto di tale importanza – Bergoglio non può precisare per terza persona. Ma sicuramente non ci sarà nulla da correggere: perché tali parole riflettono tutto il modo di pensare e di agire del Bergolio, e come potrebbe rischiare di venire a sua volta smentito da Scalfari stesso, che quello che ha detto è il puro dettoi di Bergoglio? Che se Scalfari FOSSE UN INFEDELE TRASMETTITORE delle parole di Bergoglio – e non è la prima volta, stando al vaticano – perché Bergoglio continua a confidarsi con lui?
    O stanno facendo il gioco delle due parti? E O quello, Bergoglio, di tirare il sasso e nascondere la mano, d’accordo con l’amico suoi???

    Rispondi
  4. #bbruno   10 Ottobre 2019 at 11:21 am

    …insisto, radio vaticana, valla a raccontare da un’altra parte… Possibile che questo Bergoglio che si crede ed è creduto papa, debba sempre parlare con una persona che poi delle sue paroe dà una “libera e personale interpretazione”, tanto tale da far dire alla controparte- cose che questa mai s’è sognata di dire??? Come s e ninte fosse??? Radio vaticana, raccontala alle suorine squittenti per papa francesco, e ai poveri inebetiti che ancora credono in questa chiesa…. NON SE NE PUÒ DAVVERO PIÙ, BASTA!!

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.