Nel “rito cattolico amazzonico” si cambia pure la confessione?

Biechtstoel (17 th eeuw) Sint-Gertrudiskerk 3D, Foto da qui

Già di queste proposte di “rito amazzonico” vi avevamo riferito qui: Sinodo. Verso il “rito cattolico amazzonico”? Può essere, ovviamente “ad experimentum”

Ora a lanciare il sasso nel Sinodo, come riferito da Il Faro di Roma, è Mons. José Ángel Divassón Cilveti, già vicario apostolico di Puerto Ayacucho in Venezuela:

“la liturgia è unica. Però si possono introdurre molte varianti. Ad esempio un atto penitenziale lo potremmo fare con uno stile indigeno: nelle loro usanze esiste un bel modo di chiedere perdono. Certamente, ciascuno non può fare come vuole ma una comunità che riflette trova delle soluzioni che possano essere utili affinché anche loro possano esprimere, con il loro stile, l’accettazione di Gesù”.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.