Morte a richiesta. Ma a New York staccano la spina a paziente sbagliato (omonimo). Citati in giudizio:

Foto da qui

da HuffPost:

Un banale caso di omonimia si è trasformato in tragedia presso un ospedale di New York: la struttura, infatti, si ritrova citata in giudizio per aver staccato la spina al paziente sbagliato. Il fatto è avvenuto qualche mese fa, quando Freddy Clarence Williams, 40 anni, è morto al St. Barnabas Hospital di Brooklyn, dopo che Shirell Williams (ritenuta sua sorella) aveva dato il consenso a staccare i macchinari vista la riscontrata morte cerebrale del paziente. Lo riporta, tra le varie testate internazionali, il Washington Post.

La donna era stata convocata in ospedale due settimane prima, perché Williams risultava ricoverato per overdose, avendo riportato gravi danni al cervello. I medici avevano trovato i documenti in una tasca dei pantaloni dell’uomo e cercato il suo numero di previdenza sociale. Pensando che si trattasse dello stesso Frederick Williams fratello di Shirell, il personale aveva chiamato la donna sentenziando la “morte cerebrale” e chiedendo l’autorizzazione a staccare la spina.

Continua a leggere l’articolo originale su HuffPost.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.