Nota AIFA su contraccettivi: «Pillola, anello, ecc… possono portare a depressione e istinti suicidi»

Immagine sotto modificata da IPPF.org

A darne la notizia è, oltre a diverse agenzie d’informazione, il Quotidiano Sanità.

Si tratta di una nuova avvertenza da parte dell’Aifa (Agenzia italiana del framaco).
 
“L’umore depresso e la depressione sono effetti indesiderati noti associati all’uso dei contraccettivi ormonali – scrive Aifa in questa nota inviata ai medici -. La depressione può essere grave ed è un noto fattore di rischio per l’insorgenza di comportamento suicidario e suicidio”.
 
“A conclusione della valutazione del segnale di sicurezza condotta a livello europeo, relativo al rischio di comportamento suicidario e suicidio, associati a depressione, in pazienti che utilizzano contraccettivi ormonali, è stato deciso l’aggiornamento delle informazioni sul prodotto dei contraccettivi ormonali con una nuova avvertenza”.

Qui il PDF scaricabile.

Un commento a "Nota AIFA su contraccettivi: «Pillola, anello, ecc… possono portare a depressione e istinti suicidi»"

  1. #Dan UK   22 Novembre 2019 at 10:17 am

    Effetti collaterali aspirina: emorragia cerebrale

    ( https://www.my-personaltrainer.it/Foglietti-illustrativi/Aspirina.html )

    Effetti collaterali tintura per capelli: morte

    https://it.blastingnews.com/cronaca/2015/02/muore-per-reazione-allergica-alla-tintura-per-capelli-00281933.html

    Effetti collaterali carne: morte per soffocamento

    https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/pediatria/soffocamento-da-cibo-ogni-anno-in-europa-uccide-500-bambini

    Effetti collaterali acqua: morte per annegamento

    Effetti collaterali antivaxx: morte per malattie completamente evitabili

    https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2019/01/14/news/il_morbillo_e_ancora_presente_nell_ue-216544853/

    L’effetto collaterale e’ stato messo li’ insieme a tutti gli altri per proteggersi da tutte le denunce possibili e immaginabili, come l’emorragia cerebrale per l’aspirina. Non c’e’ bisogno di preoccuparsi.

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.