Dal Mattutino del settimo giorno dell’Ottava di Ognissanti

Miniatura a tutta pagina della c.127v del Codice Valois  (Foto da firenze1903.it )

Chiunque ammira con religioso amore i meriti dei Santi, e celebra con ripetute lodi le glorie dei giusti, deve imitarne la santa vita e la giustizia; perché se diletta di esaltare il merito di un Santo, deve stare a cuore ancora di darsi fedelmente, come lui, al servizio di Dio. Perciò o imitarlo, se si loda; o astenersi dal lodarlo, se non si vuole imitare: affinché chi loda un altro, si renda degno di lode; e chi ammira i meriti dei Santi, divenga lui stesso ammirabile per santità di vita. Perché, se noi amiamo le anime giuste e fedeli, per la ragione che ne stimiamo la giustizia e la fede, possiamo noi pure diventare ciò che sono essi, se anche noi facciamo quello che loro hanno fatto.
Né ci è difficile d’imitare le loro azioni, se consideriamo che i primi Santi hanno agito senza aver esempi davanti a loro, così che non erano imitatori degli altri, ma si offrivano a noi come modelli di virtù da ricopiare; affinché, per il profitto che noi ricaviamo da loro, e gli altri da noi, Gesù Cristo sia, nei suoi servi, sempre glorificato nella santa Chiesa. Così, fin dal principio del mondo, l’innocente Abele è ucciso, Enoc trasportato altrove, perché caro a Dio, Noè è trovato giusto, Abramo è sperimentato fedele, Mosè si distingue per mitezza, Giosuè è casto, David dolce, Elia accetto, Daniele pio, i tre fanciulli sono resi vittoriosi.
Gli Apostoli, discepoli di Cristo, sono stabiliti maestri dei credenti; istruiti da loro i Confessori generosi combattono, i Martiri consumati in perfezione trionfano, e legioni di cristiani, armati per Iddio, sconfiggono sempre il diavolo. Le loro virtù sono sempre simili, e se dissimili le battaglie, le loro vittorie sono gloriose. Quindi tu, o Cristiano, sei un soldato delicato se pensi di vincere senza combattere, di trionfare senza sforzo. Spiega le forze, lotta con coraggio, combatti in questa mischia senza vacillare. Considera il patto, rifletti sulle condizioni, ricorda la milizia; le condizioni che hai abbracciato; la milizia in cui ti sei arruolato.


(Serm. de Mart, quod aut imitandi sunt, aut non laudandi. Tom. 3 da divinumofficium.com)